none_o

Mi verrebbe istintivamente di dire che i controlli sono inesistenti. Ma ripensandoci dico: magari fossero inesistenti, sarebbe meglio!         Sono infatti inesistenti i controlli tesi a far rispettare i limiti di velocità, quelli sì che sono COMPLETAMENTE INESISTENTI, mentre purtroppo esistono invece, ma OGNI TANTO, controlli che servono quasi esclusivamente a fare cassa da parte delle amministrazioni. E ve lo dimostro sùbito....

VECCHIANO-Avane
none_a
Metato - Pubblica Assistenza
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Migliarino - Pubblica Assistenza
none_a
. . . . . . . . . . . . ICI, IMU, Condoni, Cartelle, .....
Un conto è dire, un conto è fare.
Questi parlano, .....
Oggi il professor Panebianco scrive un magistrale .....
. . ma unti viene mai annoia a stammi ghietro?

buon .....
Piante e giardini
none_a
Teatri della Resistenza
none_a
Concorso di Poesia
none_a
con Fulvio Pisani Guida Ambientale Escursionistica
none_a
Beneficenza a Migliarino
none_a
Dipartimento di Scienze Veterinarie
none_a
CarraraFiere.
none_a
San Giugliano Terme, 2 dicembre
none_a
Orzignano, 23 novembre
none_a
Pisa
none_a
  • Teatro del Popolo 26 ottobre

      Sulla mia pelle film di A. Cremonini

    È prevista, via Skype, una rappresentanza della famiglia Cucchi.

     

  • ASSEMBLEA ASBUC

      giovedì 4 ottobre, ore 21


    Si avvicina il giorno dell’assemblea pubblica per far sì che venga rinnovato il Comitato di amministrazione dei beni di uso pubblico di Migliarino con votazione Domenica 28 ottobre, presso l’Auditorium ASBUC- Via S. D’Acquisto 1.


Campionato provinciale di seconda categoria
none_a
Giovanissimi B girone A
none_a
Pontasserchio
none_a
#VecchianoSport #Karate
none_a
Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Cerco ragazza / signora per la gestione di un appartamento In Penia di Canazei . Il lavoro consiste nel gestire check in/ out -pulizie cambio lenzuola .....
Bocca di Serchio
Lo Spirito del Serchio

25/10/2018 - 21:47

 
Avevo messo la foto del “ponte dei sospiri” meglio detto “dei moccoli”, comunque sospirato ponte, perché nessuno prima ne aveva parlato o menzionato la possibile costruzione.
Quando, come e da chi, sono ora le risposte che ci aspettiamo.
La conoscenza della ultimata, bellissima opera, che ha come prosieguo l’altra a metà del muraglione, su quella pseudo-pista ciclabile che almeno ora fino all’ex capanna dei pescatori c’è, è stata possibile in seguito alla visita della Casa del Serchio che amici elbani, di Marina di campo, avevano chiesto di fare ai luoghi storici dove aveva operato il compaesano Teseo Tesei. Erano  già stati qui l’anno scorso, come pubblicato a suo tempo su questo giornale, ma l’interesse per questi luoghi è stato così forte da farli ritornare con un amico in più.
Il motivo però era un altro, era il rispetto per l’eroe, l’affetto per il compaesano, l’amore per la patria, il dovere e l’onore del soldato, la memoria da conservare e così son venuti a rendere omaggio alla “Casa del Serchio”, dove nacque “lo Spirito del Serchio” che animò quei giovani di ottant’anni fa, e lo han fatto con una semplice corona con su scritto: “Marina di Campo agli eroi subacquei”.
Senza preghiere, senza saluti, senza pubblico, con solo una grande gioia di conoscere e vivere un momento di “storia”.
Se ne sono andati con la promessa di ritornare presto in molti di più, compresi anche alcuni loro amministratori comunali, affinché sia data una ripulita alle erbacce annuali cresciute in terra e a quelle perenni dei pregiudizi negli animi, insieme ad una sistemazione decorosa di un bene unico in Italia.

Ho raccontato loro cosa ho letto in un libro sulla X MAS, non quello delle imprese navali, ma quello della vita di una incredibile ragazza sarda, Pasca Piredda, che divenne l’unica donna della Decima Flottiglia Mas con il grado di S.T di vascello, una cosa che ha dell’incredibile e che Lei, devota fascista dell’epoca, non trovando più riscontro alla sua fede nella burocrazia del regime, come tutti i componenti delle missioni di guerra scrive nel suo libro:

a chi ci accusa di essere antifascisti rispondiamo: non eravamo né anti né pro, eravamo impegnati nel proseguire una guerra che avevamo incominciata e che sapevamo già perduta: eravamo “POCA PRORA PER L’INSIDIA VASTA”

 
 

 
 

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




26/10/2018 - 13:49

AUTORE:
curioso

Quando si parla degli incursori di Bocca di Serchio forse due parole andrebbero spese anche per Eugenio Volk ed il Gruppo Gamma...non so se sia mai passato da Bocca di Serchio, di certo è che prima di lui le esercitazioni subacquee consistevano in estenuanti marce sul fondo che di sicuro senza l'intuizione di Volk, non avrebbero portato a nulla...si perchè camminare sul fondo marino per chilometri come pretendeva il comandante Angelo Belloni era sicuramente un'idea strampalata irrealizzabile e che avrebbe portato a morte quelli che vi si sottoponevano. Il Volk lo capì e pose le basi per le incursioni subacquee tramite mas. Di lui poco si parla, forse perchè aderì alla rsi