none_o

Riprendiamo con piacere la ricerca di storie e leggende del nostro territorio. Dopo Villa Alta e Ripafratta, approfondiamo questa volta i misteri dei fantasmi della Villa di Corliano.Sono numerose le ipotesi sui fenomeni paranormali che si manifesterebbero a Corliano; la  leggenda più conosciuta è quella del fantasma di Teresa Scolastica della Seta Gaetani Bocca che, secondo tradizione, si manifesterebbe solo nelle notti di luna piena...

Arpat Toscana
none_a
Alma Pisarum choir
none_a
Convocazione Assemblea ordinaria Soci
none_a
ARCI Migliarino-Sabato 18
none_a
Quando si mostra un simbolo, sia religioso che laico, .....
mostrare un rosario che la falce e il martello
Vorrei sottoporre all'attenzione dei lettori di questo .....
Ma perché un fate una bacheca e ci schiodate dentro .....
Uno sguardo dal Serchio
none_a
POSTE ITALIANE: a poste vita il PREMIO GOVERNANCE
di capital finance
none_a
A cura di Maini Riccardo
none_a
Libri ed altro
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
Per una grande unità antifascista in Italia e in Europa

Mai come oggi dal dopoguerra si presenta in Italia e in Europa un così agguerrito e composito .....
di Renzo Moschini
none_a
Dal 24 al 26 maggio
none_a
di Renzo Moschini
none_a
San Giuliano
Il Molino Rossi rinuncia a qualsiasi trattativa e licenzia in tronco 33 operai

9/11/2018 - 9:47


I proprietari del Molino Rossi fanno tabula rasa dei loro dipendenti licenziandoli.

Questo l'incredibile epilogo su un avvenimento che per mesi ha interessato l'opinione pubblica.

I lavoratori sono stati spenti come i computer per meri calcoli economici che se si va a vedere erano stati sbagliati anche dagli stessi proprietari. L'incauta gestione aziendale e investimenti azzardati sono stati fatti pagare a persone le cui famiglie da un giorno all'altro si troveranno a fare i conti con le tasche vuote.

Quando sembrava che si potesse trovare una soluzione e intraprendere una trattativa, invitando le banche a concedere un prestito per far riavviare la produzione, la crisi dell'azienda ha avuto il tracollo e 33 famiglie sono state messe a casa, sì perché quando allontani dal lavoro chi porta lo stipendio licenzi tutta la famiglia.

L'allarme scattato per questa improvvisa crisi economica aveva suscitato in molti sentimenti di solidarietà con cene sparse sul territorio il cui ricavato era andato per il sostentamento economico degli operai.

Ogni volta che c'erano questi incontri gli operai con dignità ribadivano la loro volontà di ricominciare perché il lavoro c'era, i clienti pure, erano i proprietari che stavano andando via.

Ora questi dipendenti avranno ancora più bisogno della presenza delle istituzioni per verificare insieme quali saranno  i margini residui su cui fare presa per cercare uno spiraglio da cui ripartire. 
 
Marlo Puccetti

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/11/2018 - 12:13

AUTORE:
Ultimo

............ e i clienti anche ..... è normale che ci fosse anche l'utile e la convenienza a continuare. Qualcosa non torna perchè è impensabile che la proprietà rinunci all'Utile senza un motivo. ......... Forse le cose non sono proprio come sono state descritte dal sig. Puccetti ........ perchè è normale chiedersi il motivo di una decisione, che sembrerebbe autolesionista, inopportuna, insensata e incomprensibile. .......... Credo che le motivazioni che hanno consigliato questa decisione andrebbero approfondite e non date in pasto all'opinione pubblica con superficialità. ........... Ultimo