none_o


Guardati allo specchio! Il volto che vedi riflesso è il risultato di milioni di anni di evoluzione e riflette le caratteristiche più distintive, che utilizziamo per identificarci e riconoscerci.  E' il risultato che si è plasmato secondo i nostri bisogni, legati al mangiare, al respirare, alla vista, alla comunicazione.  Ma come si è evoluto nei millenni il volto che abbiamo, per arrivare a mostrarsi com' è oggi?

Conad City e Pubblica Assistenza di Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Arpat Toscana
none_a
Migliarino
none_a
Per chi non lo sapesse, da martedi il comune comincerà .....
Francesco T è Primo? ed Ultimo sono io!
Si perchè .....
Caro lettore, ho fatto anc'io quello che mi consiglia, .....
Caro Francesco T, lettore e scrittore del Forumm VdS. .....
Vecchiano, 26 aprile
none_a
Pisa, 28 aprile
none_a
Pontasserchio
none_a
FIAB-Pisa
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Per una Pasquetta partigiana
none_a
San Giuliano Terme
none_a
di Fabrizio Manfredi
none_a
CAMPIONI D’ITALIA!!! #W8NDERFUL!!!
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Sogno San Giuliano:
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
. . . . . . . . . . . . . . un fatto accaduto quando andavo ancora alle elementari e che ricordo ancora molto bene. . . . . . Ebbene nell'ultimo banco .....
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Parco Regionale MSRM
none_a
San Giuliano Terme
Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne a Villa di Corliano

3/12/2018 - 15:41


Per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne il Comune di San Giuliano Terme ha  organizzato   una   giornata   a  Villa   di   Corliano   per   ricordare   le   aggressioni vigliacche di alcuni uomini verso il genere femminile.

L’aggressione e la violenza perpetrata è inversamente proporzionale all’incapacità del genere maschile di confrontarsi con il dialogo e le parole con l’altro sesso.

Quando l’uomo guerriero e despota aveva vita facile a tenere ai margini
della società le donne perché prevaleva la forza fisica e la tirannia economica i ruoli erano chiari.
Anche nella coppia quando l'uomo perde la posizione di dominio va in crisi.

La donna ha cercato di ritagliarsi uno spazio nella società maschilista che la riscattasse dall’oblio civile e le desse la possibilità di imporre la propria identità.

Se si pensa che anche in Italia fino al 1946 si riteneva che le donne non avessero diritto al voto perché la politica era per gli uomini o che le donne non potessero fare ingegneria perché incapaci si intuisce quanto sia stata lunga e lo è ancora la strada per una effettiva parità.

Qualche rigurgito c’è stato anche ultimamente con uscite offensive da parte di alcuni professori dell’università di Pisa che hanno dichiarato che alcune facoltà come Fisica debbano essere precluse alle studentesse.

 

Anche per questo il Sindaco Sergio Di Maio davanti ad un vasto pubblico di donne, ma  anche di uomini  che portavano la loro solidarietà,  ha parlato di battaglia, perché non c'è una vera e concreta azione di contrasto a questo fenomeno, e ha puntato il dito su leggi che non funzionano, con processi sommari che non danno giustizia alle donne facendo perdere loro la dignità umana e ha concluso dicendo di ribellarci a questo stato di cose.

 

Ha preso la parola l’assessore alle pari opportunità Maria Elena Bianchi Bandinelli che ha evidenziato come sia utile andare nelle piazze, nei circoli e parlare dei diritti delle donne; ha ringraziato “La Zattera” per
il proficuo lavoro che Maria Rosa Cranchi ha fatto nelle scuole.

Un forte richiamo alla gravità di questa situazione l’ha dato la Presidente del Consiglio delle Pari Opportunità Maria Ferri che per dare l'idea della drammaticità della situazione ha snocciolato le statistiche da brivido sulle violenze e i femminicidi, uno ogni 72 ore.

 

Il Vice Sindaco Franco Marchetti, con delega al sociale, ha detto che i rapporti di genere sono spesso rapporti di forza e di possesso, la donna nel lavoro trova riscatto alla sua forzata subordinazione.

Ha aggiunto che è difficile raggiungere le donne che subiscono violenza con una sofferenza quotidiana. I dati che abbiamo sono i dati di un paese incivile e non si può andare avanti così.

 

L'artista e pittore Alberto Loro di Milano, che ha presentato la sua esposizione “Donne all'angolo”, ha donato un quadro, da lui stesso creato, all'amministrazione comunale.

 

Gli interventi sono stati intervallati anche da piacevoli esibizioni.

Ha iniziato il coro degli insegnanti dell’Istituto Niccolini di San Giuliano con la Dirigente dell’Istituto comprensivo Sonia Pieraccioni.

Una bella esibizione di livello elevato che fa credere ormai che andranno in tournée per l’Italia.

Dopo è stata la volta del corpo di ballo “Essenze” della scuola di danza “ASD Gaddidanza” che è stata apprezzata per la leggiadria delle brave ballerine che si sono cimentate   con   coreografie   di   danza   contemporanea.  

 

Laura   Bellucci   Presidente   del   Consiglio d'Istituto Gereschi ha coordinato il grande lavoro sul tema “la violenza sulle donne” con l'assessore Bandinelli con un percorso di sensibilizzazione fra gli studenti e le studentesse dell'Istituto Gereschi di Pontasserchio e del Niccolini di San Giuliano su questo argomento.

 

Sono stati premiati i migliori elaborati.

Alla fine un brindisi di buon augurio per salutare un pomeriggio fatto di riflessione, rabbia ma anche di condivisione con l'auspicio di una società dove si concretizzi nei fatti la parità di genere.


Marlo Puccetti












 



 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: