none_o

Riprendiamo con piacere la ricerca di storie e leggende del nostro territorio. Dopo Villa Alta e Ripafratta, approfondiamo questa volta i misteri dei fantasmi della Villa di Corliano.Sono numerose le ipotesi sui fenomeni paranormali che si manifesterebbero a Corliano; la  leggenda più conosciuta è quella del fantasma di Teresa Scolastica della Seta Gaetani Bocca che, secondo tradizione, si manifesterebbe solo nelle notti di luna piena...

Arpat Toscana
none_a
Alma Pisarum choir
none_a
Convocazione Assemblea ordinaria Soci
none_a
ARCI Migliarino-Sabato 18
none_a
Quando si mostra un simbolo, sia religioso che laico, .....
mostrare un rosario che la falce e il martello
Vorrei sottoporre all'attenzione dei lettori di questo .....
Ma perché un fate una bacheca e ci schiodate dentro .....
Uno sguardo dal Serchio
none_a
POSTE ITALIANE: a poste vita il PREMIO GOVERNANCE
di capital finance
none_a
A cura di Maini Riccardo
none_a
Libri ed altro
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
Per una grande unità antifascista in Italia e in Europa

Mai come oggi dal dopoguerra si presenta in Italia e in Europa un così agguerrito e composito .....
di Renzo Moschini
none_a
Dal 24 al 26 maggio
none_a
di Renzo Moschini
none_a
none_o
Le aspettative.

31/12/2018 - 8:38

Le aspettative.

 
L'essere umano, a differenza degli animali, riconosce  una grandissima importanza al tempo, calcolandolo, contandolo e condizionando la propria esistenza in concetti di passato, presente e  futuro ed organizzando ogni momento della propria quotidianità  attraverso scadenze ed eventi sociali strutturati in base alla  convenzione delle ore, dei giorni, dei mesi e degli anni.

Ogni essere  umano, in relazione alla propria età ed in base ai propri compiti e  ruoli nella società, tiene in considerazione il tempo per progettare, considerare e giudicare azioni, situazioni, persone o cose,  determinando anche la dimensione temporale dell'attesa in relazione ad  eventi capaci di apportare modifiche, cambiamenti e novità nel proprio  iter esistenziale.

La struttura sequenziale del tempo può essere  vissuta nella dimensione del presente, prendendo in considerazione il  processo esistenzale momento per momento (che in realtà è l'unico tempo  che esiste), o nella dimensione del ricordo del passato (tempo che non  esiste più) o dell'attesa del futuro (tempo che non esiste ancora, in  quanto imprevedibile ed impossibile da determinare).

Per probabili  ragioni di istinto di sopravvivenza, l'essere umano tende a vivere  molto spesso la dimensione dell'attesa del futuro e delle  conseguenziali e relative aspettative, le quali in base alla tipologia  degli eventi attesi o prefigurati, sono capaci di suscitare varie  sensazioni, che spaziano dalla preoccupazione (includenti l'ansia e la  paura), fino all'eccitante entusiasmo. Nelle generazioni di età più  avanzata, a differenza delle altre, si verifica più spesso la tendenza  a concentrare maggiormente l'attenzione sul tempo presente,  considerandolo come prezioso in quanto fuggevole, precario ed unica  realtà certa della condizione esistenziale. 

 

Nella mia vignetta  l'attesa del nuovo anno, in questo caso il 2019, viene vissuta in  relazione ad eventi ed alle proprie aspettative in relazione ad esse,  nelle varie diversità esistenziali determinate dall'età e dai ruoli, e  l'invito per ognuno di noi è quello di provare ad immaginarsi co- protagonista in questa scena familiare con un proprio specifico 
atteggiamento in relazione al nuovo anno, sottoscrivendone uno tra 
quelli rappresentati od aggiungendone uno nuovo.


Con i miei auguri a  tutti per un tempo presente ricco di ogni bene.
Bruno Pollacci

Fonte: Bruno Pollacci
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




2/1/2019 - 12:27

AUTORE:
Tempotiranno

Aspettative illusioni speranze...tendiamo a rimuginare dentro di noi tutto quello che vorremmo e che non ci è dato di comprare...e per questo ci mette ancora più ansia e malumore.
Vivere il presente e con lui ogni forma di emergenza significa tamponare il problema ma spesso, rientrato l'allarme, le situazioni restano rattoppate e gli interventi mai risolutivi.
Specialmente nella comunità e ancora di più nello stato servono persone lungimiranti preparate e intellettualmente oneste che sappiano individuare problematiche future e soluzioni durevoli e ottimali perché il tempo sfugge e non si recupera, soprattutto quello perso temporeggiando insulsamente o sprecato per incompetenza faciloneria o tornaconto!