none_o

 
Si chiama Tappeto del mondo ed è il frutto del lavoro di tantissime donne che hanno aderito all'iniziativa dell'associazione i Colori della Pace di Stazzema, ovvero realizzare un tappeto coloratissimo. 

. . . bello sbirciare in casa altrui, visto che la .....
Ci deve essere una interruzione sulle linee . Vedo .....
Ho raccolto qualche dichiarazione, difficile da pubblicare, .....
. . . è andato fuori dal seminato!
La direzione .....
Solidarietà
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
Italia
Negozi chiusi la domenica, arriva l'accordo: ecco i nuovi orari e chi riguarderanno

1/2/2019 - 21:01

Negozi chiusi la domenica, arriva l'accordo: ecco i nuovi orari e chi riguarderanno

La chiusura domenicale dei negozi è legge. Movimento 5 Stelle e Lega hanno raggiunto l'intesa che ha permesso di portare in Commissione la proposta di legge sulle chiusure domenicali dei negozi, molto discussa negli ultimi mesi dagli stessi commercianti e dipendenti. Le aperture domenicali saranno 26 su 52 totali e si prevede la chiusura degli esercizi commerciali nelle 12 festività nazionali.

Negozi, si allenta la stretta: aperture domenicali almeno per 12 weekendEccezion fatta per una deroga per un totale di 4 giorni di apertura che saranno le regioni a stabilirle in autonomia. Un'altra deroga sarà concessa ai negozi del centro storico, che potranno restare aperti tutte le domeniche, ma non nei giorni festivi.

 Per quanto riguarda le zone turistiche, come le località di montagna o marine, le regioni potranno decidere come distribuire o concentrare le 26 domeniche. Probabilmente nelle zone marine si concentreranno nei mesi estivi e viceversa in quelle montane.Negozi aperti la domenica: compromesso Lega e M5SNei centri  fino a 10mila abitanti saranno aperti i negozi fino a 150 metri quadri si potranno avere le stesse deroghe dei centri storici. Saranno invece sempre aperte le rivendite di generi di monopolio, come le tabaccherie, gli esercizi interni ai campeggi, ai villaggi e ai complessi turistici, i negozi nei centri lungo le autostrade, nelle stazioni ferroviarie, le rivendite di giornali, le gelaterie e gastronomie, le rosticcerie e le pasticcerie, gli esercizi specializzati nella vendita di bevande, fiori, piante e articoli da giardinaggio, mobili, libri, dischi, nastri magnetici, musicassette, videocassette, opere d'arte, oggetti d'antiquariato, stampe, cartoline, articoli da ricordo e artigianato locale, e anche le stazioni di servizio autostradali e le sale cinematografiche.

Chi non dovesse rispettare i giorni stabiliti potrà subire una multa che andrà dai 10 mila ai 60 mila euro.

Fonte: essaggero.it Alessia Strinati
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




5/2/2019 - 16:18

AUTORE:
un cliente abitudinario

Il problema riguarda soprattutto le grandi distribuzioni, centri commerciali e i supermercati. Sono d'accordo sulla chiusura delle 12 festività nazionali perchè sembra una provocazione tenere aperto per il primo maggio festa dei lavoratori o anche per Pasqua e pasquetta giorno da gita "fuori porta" come il 25 aprile. Il 2 giugno è bello per i dipendenti stare a casa e godersi la festa della Repubblica, ditelo ai francesi di lavorare il 14 luglio (sacrilegio). Alcuni dicono ma serve per smuovere il commercio, non è vero. Se una famiglia ha quei soldi a disposizione da spendere invece di spenderli nelle festività li spenderà durante la settimana (il sabato), non è che ne spende di più. Magari la domenica mattina aperto ci può stare perchè ormai è consolidata la spesa al supermercato per poi chiudere nel pomeriggio. Ci sono ipermercati con orari impossibili fino alla mezzanotte, ha un senso?