none_o

 
Si chiama Tappeto del mondo ed è il frutto del lavoro di tantissime donne che hanno aderito all'iniziativa dell'associazione i Colori della Pace di Stazzema, ovvero realizzare un tappeto coloratissimo. 

. . . è andato fuori dal seminato!
La direzione .....
Difficile non sghignazzare davanti ai comportamenti .....
Ma se:
. . . Renzi avesse fatto eleggere i suoi avvocati .....
. . . . . . . . . . . . sono poco affidabili e che .....
Solidarietà
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
Bocca di Serchio - Marina di Vecchiano
A.A.A. Arcipelago offresi!

24/2/2019 - 22:48

 
Una meraviglia, un sogno, una realtà!
 
La spiaggia di Bocca di Serchio, martoriata dalla piena del 3 c.m., sta ritornando a vivere con una incredibile crescita di un paio di metri al giorno. (fot.1)

Le condizioni del mare sono ottime e, da non esperti in movimenti di fondali e masse sabbiose, ci domandiamo: “ma da dove arriva tutta questa sabbia?”

Sono stato alla foce dello Scolmatore, rinforzata e allungata di decine di metri e quell’enorme, nuovo famigerato pericoloso “pennello, ha fatto, incredibile a dirsi e a vedersi, un ripascimento dell’esiguo lembo di riva sabbiosa per un centinaio di metri verso le ex colonie. (fot.2 e 3)
Quindi si deve rivedere la storia dei “pennelli” di Livorno! Tirrenia sta benino, Marina ha dimenticata la sua spiaggia da decenni, le lame di fuori di San Rossore sono malate stabili, Fiume morto offre la sua consolidata “luna di erosione nord” e arriviamo a noi.

La parte di San Rossore, anch’essa erosa dall’ultima grossa e lunga mareggiata,  (fot.4) che l’aveva portata ai minimi livelli, ora cresce in larghezza e, se si considera la sua lunghezza, quella che interessa la nostra fruizione, sui trecento metri, (fot.5 e 6) i due/tre metri di nuova sabbia sono enormemente più importanti, in volume sabbioso, della ventina che han fatto crescere in lunghezza la nostra lingua amata (come l’italiano puro).

Ma la vera meraviglia è quello che sta succedendo al largo, sia lontano dalla punta della foce, sia lontano dalla riva: due isolotti, uno più grande e uno meno, che sono emersi “perpendicolarmente” alla riva di marina di Vecchiano, uno dietro l’altro! (fot.7 e 8)

Per ora regno di beccacce di mare e di gabbiani, attireranno turisti avventurosi? Arsellatori temerari? Oppure spariranno come la Ferdinandea?

Noi ci siamo, comunque vada!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




27/2/2019 - 15:02

AUTORE:
Brenno

E' già un bel po' di tempo che non frequento la zona perciò sono a dir poco affascinato dalla colore nitido del mare del cielo e della spiaggia.
Le lingue si sa vanno e vengono come quelle delle comari e delle pettegole, escluso gli uccelli naturalmente, e siccome detesto il gossip mi inebrio via via di quello che madre natura regala anche a noi eterni scontenti
Quello che mi stupisce ancora di più è la pulizia di tutta quella parte di Bocca che in questo momento è davvero una bocca da baci!