none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

Officine di Comunità
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Continui pure su questa strada, speriamo che la porti .....
Macron insegna! in Francia ha battuto la destra e quando .....
Penso che se il Partito Democratico non uscirà dalla .....
Non cià (senza la "h") capito niente vero? e come .....
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
MAI PIU' BANCARELLE IN PIAZZA DEI MIRACOLI ci premeva mettere un punto fermo.
Nel dare la notizia che la lettera aperta ha superato mille adesioni, come primi firmatari dell’Appello

28/2/2019 - 21:11

Nel dare la notizia che la lettera aperta ha superato mille adesioni, come primi firmatari dell’Appello per una mobilitazione delle coscienze

 

MAI PIU' BANCARELLE IN PIAZZA DEI MIRACOLI  ci premeva mettere un punto fermo.
Indietro non si torna, nessun ritorno al passato deve essere possibile in nessuna forma, fisica o temporale. Dunque: Mai più bancarelle in Piazza dei Miracoli.
Certo sappiamo bene che le bancarelle dove sono attualmente “hanno creato un disordine non più tollerabile” e “rapprentano un’indecenza” soprattutto considerando che Piazza Manin, come Piazza dell’Arcivescovado, via Santa Maria, Via Roma e Largo Cocco Griffi, ricade nella zona di rispetto di Piazza Duomo e meriterebbe ben altra attenzione ed anche interventi di recupero.
Ci corre tuttavia l’obbligo di ricordare che lo spostamento delle bancarelle doveva inizialmente avvenire nel Parcheggio di Via Pietrasantina e solo per venire incontro alle richieste delle Associazioni dei bancarellai si decise, sbagliando, di collocarle in Piazza Manin.
Quella del Parcheggio di via Pietrasantina è ancora, secondo noi, l' unica soluzione possibile.
Non crediamo alla favola della collocazione all' interno dell' ospedale Santa Chiara, in primo luogo perchè i tempi di una liberazione dalle attività  sanitarie appaiono indefiniti, poi perchè gran parte di quegli edifici hanno  un  pregio, ed infine perchè appaiono del tutto inaccettabili le ipotesi di chiudere addirittura la porta di accesso a Piazza Duomo (la Porta Nuova) per costringere turisti e cittadini residenti ad un percorso forzato tra le bancarelle ed entrare in Piazza da un nuovo accesso da realizzare nel muro di cinta dell' ospedale.

Ipotesi al limite del ridicolo.
Quanto alle sentenze occorre fare chiarezza.

Sia il TAR che il Consiglio di Stato, ai quali hanno ricorso i bancarellai per la sospensiva e l’annullamento dell’Ordinanza di trasferimento in Piazza Manin, hanno rigettato i ricorsi. Infatti le bancarelle sono in Piazza Manin!
Precisiamo infine che purtroppo non tutti noi firmatari iniziali dell’appello possiamo fregiarci del titolo di intellettuali.

Molti sicuramente lo sono, anche grandi intellettuali. Altri no. Ma tutti siamo cittadini che lavorano ed amano Pisa e la sua piazza dei Miracoli

 
 
 

Fonte: Valeria Caldelli Pierluigi D'Amico Silvia Silvestri
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




1/3/2019 - 10:37

AUTORE:
Pisano doc

Sappiamo tutti che il voler restare forzatamente in un luogo così "pregiato" pur sapendo di deturpare la sacralità della Piazza è una pretesa ingiustificabile e intollerabile, anche perché, ribadiamolo tutti insieme, quella mercanzia niente ha a che fare con tanta universale bellezza!