none_o

Evoluzione del volto umano: i 'residui ancestrali' dell' uomo moderno
Un precedente articolo sulla evoluzione del volto umano ha prodotto, in alcuni lettori, alcuni legittimi interrogativi che mi sembra opportuno riprendere per chiarirli con opportune osservazioni, cercando di rispondere e sviluppare alcuni aspetti...

ASBUC Migliarino
none_a
ARPAT Toscana
none_a
Conad City e Pubblica Assistenza di Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Ho bell inteso, forse per pesca le seppie a fine ottobre .....
. . . . la graduatoria. .
Fanno le cose perbene e .....
O uno ma mi vorresti di che hanno già fatto la graduatoria .....
Per chi non lo sapesse, da martedi il comune comincerà .....
none_a
Agrifiera, 27 e 30 aprile
none_a
Calci, 3 maggio
none_a
Pontasserchio, 24 aprile
none_a
di Bernard Dika
none_a
“Cene a teatro”
none_a
Bagno Gorgona e Fortino, 4 maggio
none_a
Vecchiano, 26 aprile
none_a
ASD PISA BOCCE
none_a
PISA OVEST
none_a
CAMPIONI D’ITALIA!!! #W8NDERFUL!!!
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
. . . . . . . . . . . . . . un fatto accaduto quando andavo ancora alle elementari e che ricordo ancora molto bene. . . . . . Ebbene nell'ultimo banco .....
Parco delle Alpi Apuane
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Valeria Paglionico
Ecco perché, se dimentichi le cose, sei più intelligente di chi ricorda tutto

11/3/2019 - 12:29

Ecco perché, se dimentichi le cose, sei più intelligente di chi ricorda tutto

Dimenticare le cose è sintomo di intelligenza: lo dice la scienza – di Valeria Paglionico


Avete sempre creduto che dimenticare le cose fosse una cosa poco desiderabile? Vi siete sempre sbagliati.

La verità è che chi ha una memoria che non funziona alla perfezione è più intelligente: ecco perché.
Abbiamo sempre creduto che dimenticare le cose fosse una cosa poco desiderabile ma probabilmente ci siamo sbagliati.
Ti potrebbe interessare anche Ipermemoria autobiografica: ecco perchè alcuni ricordano dettagli incredibili
Secondo uno studio condotto dal Professor Edwin Robertson dell’Università di Glasgow, le persone che hanno dei piccoli problemi di memoria hanno maggiore capacità di apprendimento e qualità intellettive più elevate.

In particolare, è stato chiesto a un gruppo di persone di diverse età di fare degli esercizi per testare le capacità mnemoniche di ognuno di loro e i risultati sono stati chiari:
coloro che dimenticavano le liste di parole date dagli scienziati dopo due ore riuscivano ad eseguire i test con più facilità.
Il motivo per cui avverrebbe una cosa simile sarebbe molto semplice: la mente delle persone intelligenti pensa con più rapidità e dimentica facilmente determinati dettagli perché acquisisce e collega sempre nuove informazioni.
La loro viene chiamata “memoria instabile” ed è capace di accelerare l’apprendimento, facendo conoscere sempre nuove nozioni.

Ti potrebbe interessare anche Non hai ricordi dei primi 3 anni di vita? Ecco perché
Gli smemorati riuscirebbero dunque ad avere ottime capacità di problem-solving e ad adattare i loro comportamenti a ogni circostanza, dando prova di avere un intelletto particolarmente sviluppato anche se la memoria sembra non funzionare alla perfezione.
Dimenticare le cose non è un limite
Insomma, dimenticare in fretta le cose non deve essere più considerato un limite, anzi è una caratteristica desiderabilissima.
Chissà in quanti a partire da questo momento utilizzeranno una scusa simile per giustificare le proprie dimenticanze, certo è che possono dire che è colpa della loro incredibile intelligenza. 

Fonte: Fonte: donna.fanpage.it
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




13/3/2019 - 8:45

AUTORE:
Intelligentissimo

Ecco, volevo dire una cosa ma me ne sono dimenticato!