none_o

 
 
 

Una conversazione con il filosofo Sebastiano Maffettone riscritta in forma di lettera. Il Coronavirus ha aumentato la consapevolezza della nostra fragilità. L’idea della vulnerabilità e della morte dell’intera umanità è distruttiva, ma può farci recuperare l’idea che siamo esseri umani che appartengono alla stessa specie.

Mettetevela la mascherina, magari esteticamente ci .....
Il negazionismo di alcuni politici è assimilabile .....
. . . . . . . . . . . . . per interesse fazioso o .....
A parte che in questo momento le cuffie sono uno strumento .....
Il chiarimento dell'assessore Roberto Sbragia di F.Italia
none_a
FI Pisa
none_a
di MARIA ANTONIETTA SCOGNAMIGLIO
none_a
Madonna dell'Acqua, 7 agosto
none_a
di Andrea Paganelli, politico
none_a
di Lino Banfi
none_a
Mazzeo allo Scolmatore di Pontedera
none_a
#fabiopolisindaco #polisindaco #cascina2020
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
Marina di Pisa, 7-8-9 agosto
none_a
Tirrenia, 8-9 agosto
none_a
Tirrenia
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Pontedera, 30 luglio
none_a
Marina di Pisa, 1° agosto
none_a
FIAB-Pisa
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
A cura di Riccardo Maini
ILLUMINAZIONE A MADONNA DELL'ACQUA

16/3/2019 - 17:26

Riccardo 
A:LA VOCE DEL SERCHIO

ILLUMINAZIONE A MADONNA DELL'ACQUA
Riccardo Maini sempre residente a Madonna dell'Acqua 

Anche oggi, tanto per cambiare, ho letto sulla La Nazione il millesimo articolo del sindaco Di Maio che con il fedele assessore ai lavori pubblici Mauro Becuzzi magnifica le sue “esaltanti” opere realizzate sul territorio sangiulianese.
Quando leggo queste dichiarazioni, nonostante non appartenga più ad alcuna forza politica di opposizione, da semplice cittadino termale, il sangue ed il mio malconcio fegato ribolle e si ingrossa.
Il mio stupore, e tanto per cambiare la mia personale indignazione, si manifesta quando leggo il vanto del primo cittadino e del suo assessore in merito alla realizzazione di 5061 corpi illuminanti a led . Da un'eternità a Madonna dell'Acqua in via delle Murella tra i num. civici 54 e 68 vi sono due pali della luce senza plafoniere prive, in poche parole, di lampada e lampadine di illuminazione , due bastoni privi di ogni funzione, in attesa, forse, ma non si sa quando, di essere utilizzati. Forse in alcune zone del comune si cerca di ridurre il consumo energetico?.
E' mai possibile che l'amministrazione comunale che si definisce estremamente attenta ai problemi dei residenti in tutti questi anni non si sia mai accorta dell'inutilizzo di questi due pali della luce ?. Non mi si venga a dire che il territorio è vasto e non è facile gestirlo. Se non si è in grado, basta dirlo e cambiare gestore.
Non credo che l'amministrazione comunale sarebbe andata in fallimento se avesse messo in funzione anche questi due impianti così da rendere più sicura la strada e l'intera frazione.
Caduto in combattimento e mai più rimpiazzato è anche un palo della luce abbattuto alcuni mesi fa all'angolo tra via di Martraverso e via San Iacopo  che l'amministrazione ha forse ritenuto inutile riposizionare, impiegando, proficuamente, certamente, i soldi dell'assicurazione in altro settore. Rimane comunque ad imperitura memoria un cippo al palo caduto nell'espletamento del proprio dovere.
Qualora il ripristino fosse da attribuirsi alla provincia sarebbe dovuto essere impegno primario del sindaco che è anche consigliere provinciale nel sollecitare il proprio collega vecchianese a impegnarsi per l'ubicazione di un nuovo punto luce nel proprio territorio di competenza.
.




+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: