none_o

Con l’introduzione dei mini bond, comincia a chiarirsi la strategia economica della lega per il futuro del paese.
L’Idea è quella di liquidare i crediti di imposta con titoli di credito, senza scadenza e interessi, invece che in valuta reale, cioè appioppare ai creditori, carta straccia, al posto del dovuto, in pratica trasferendo il debito dallo stato ai privati...

Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Le ragazze della squadra azzurra, ai mondiali in Francia, .....
Nel disegno dell'architetto Donati commissionato dalla .....
Sulla pista ciclabile aggiungo che finisce nel nulla, .....
Pisa, 21 giugno
none_a
San Giuliano Terme, 30 giugno
none_a
Pisa, 19 giugno
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
Prossima gita in bici della Fiab
none_a
Pontasserchio
none_a
Libero Culto
none_a
ARCI Migliarino- 15 giugno
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Il c.t. Bertolini: "Difesa top"
none_a
Val di Serchio
none_a
«Come fa a essere italiana?»
none_a
Trofeo di S. Ubaldo di Petanque
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Antonello Zauri‎
LA FINE DI MATTEO SALVINI

21/3/2019 - 7:40

LA FINE DI MATTEO SALVINI

 

Il voto di oggi ha conclamato la fine di Matteo Salvini. Giuridicamente si è salvato dal processo per aver sequestrato, su suolo italiano, profughi di guerra e di fame, profughi che scappavano dalle torture e donne violentate con i figli in braccio che chiedevano un porto aperto. Ma umanamente Matteo Salvini, con il voto di oggi, si è autodistrutto.

Può darsi che il peggior Ministro degli Interni di sempre governi per altri vent'anni, mi auguro di no però è possibile. Nessuno però lo potrà più salvare dal giudizio della Storia.

La Storia non perdona, e quando quelli che lo acclamano oggi con la bava alla bocca si dissolveranno alla venuta di qualcuno di nuovo, a quel punto sull'orrido uomo che cantava "senti che puzza, scappano i cani, stanno arrivando i napoletani", resterà solo il giudizio impietoso della Storia. E sarà più o meno questo: Matteo Salvini, salito al potere tramite campagne elettorali pagate (anche) con i 49 milioni di euro che il suo partito ha fatto sparire, ha poi consolidato il suo potere umiliando i più deboli, i diseredati, le ultime ruote del carro sociale. La Storia ricorderà Matteo Salvini come un vile che saliva sulla ruspa per abbattere le baracche di chi non sapeva dove altro dormire, ma poi un giorno si fece salvare da un processo per sequestro di persona da gente pagata diecimila euro al mese.

Esattamente l'ignobile fine storica di Silvio Berlusconi, al potere per vent'anni e ancora attaccato all'osso, ma che dalla Storia verrà ricordato principalmente per essere stato un puttaniere ricco che evadeva le tasse e una volta assunse uno stalliere mafioso. 

In fondo alleato da sempre con quello che oggi si è fatto salvare dal processo a suo carico.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/3/2019 - 18:45

AUTORE:
senefaameno

se la storia tu la scrivessi te...altro che storia...come quando la storia la scriveva la pravda...una verità assoluta di sto c..zo

21/3/2019 - 18:13

AUTORE:
Giustino

...mi hai offeso chiamandomi bischero!
No! ho detto la verità, siei bischero davvero...sappilo!

21/3/2019 - 18:04

AUTORE:
Asdrubale

Caro Annibale, dovresti provare a interloquire scrivendo, piuttosto che richiedere una censura improbabile.
La Democrazia si regge anche sulle opinioni, mentre quello che scrivi rende di più l'idea e gli ideali di quel regime che alcuni a destra rimpiangono.
Se hai letto delle falsità, prova a sforzarti con la tastiera, e fai un bell'elenco... non ci sono falsità? E allora leggi e rileggi... e poi passa oltre.

21/3/2019 - 11:11

AUTORE:
ANNIBALE

E' difficile capire qual'é l'intento della redazione della Voce del Serchio nel pubblicare questo articolo di Antonello Zauri.
Ci si indigna per due poliziotti ad un gazebo della lega riportando ossessivamente le dichiarazioni di una esponente del PD e poi si continuano a pubblicare articoli che, a mio parere, non sono degni di alcuna attenzione ed anzi possono aizzare alcuni facinorosi ad atti violenti nei confronti dei sostenitori di Salvini. Accettare di riportare frasi come bava alla bocca, orrido uomo, vile, non credo che qualifichi positivamente un giornale che invece di contribuire a stemperare atteggiamenti estremamente aggressivi sembra compiacersi di gettare benzina sul fuoco, per fini politici. Se vi sono testate che privilegiano questi scribacchini credo che sarebbe un segno di grande intelligenza e di estrema sensibilità prenderne le distanze.
Ma forse è chiedere troppo ad un giornale che chiaramente pende, come la Torre, a sinistra.
Spero di non dover leggere più articoli di tale grettezza sulla VdS, anche se immagino già la risposta di qualche redattore : il giornale è nostro, ci pubblichiamo ciò che ci pare, se non ti sta bene non leggerlo.
Viva la democrazia!!!!!!!