none_o


Con questo articolo termina, dopo un percorso durato più di un anno, l'analisi che Franco Gabbani ha fatto su un duplice piano, la storia della Famiglia Salviati, e di Scipione in particolare, e sinteticamente il contesto sociale e gli avvenimenti succedutesi nel corso del 1800 nel territorio di Vecchiano, come anche in Toscana, in Italia e in Europa.Anche in questa conclusione viene trattato un tema di primaria importanza, quello dell'istruzione nel 1800. 

. . . tempo fa ti esprimevi come uno di destra ed ora .....
Il PD a queste condizioni non può esistere Mazzeo .....
Per quanto mi riguarda per "sinistra" io intendo le .....
“Soumahoro? Fratoianni sapeva tutto”. Da Sinistra .....


  Conversazione tra due amiche

Intervista di Paola Magli. 


Un nuovo trasloco. La poesia, l’autunno caldo


Ana Lins dos Guimarães Peixoto Bretas, poeta che fu conosciuta come Cora Coralina


A noi donne, per non essere più vittime.

di Silvia Cerretelli
Galletti e Noferi (m5s)
none_a
Vecchiano e le sue nuove mezze commissioni consiliari
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Intervista di Giancarlo Bosetti (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
PD San Giuliano Terme
none_a
Io, Medico
none_a
di Ezio Di Nisitte
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Quel suo viso
L'altra faccia della luna
La mia vita, la mia voce
Quella luce, a primavera
Come un vento caldo su di me
Sono creta, sotto le sue mani
Lei .....
Buongiorno,

queste mie parole sono per evidenziare il menefreghismo di un ente del Comune di San Giuliano Terme che ad oggi non mi ha risposto ad .....
di Emilio Mola
C'è lo sguardo fiero di Simone. Il sorriso di Manuel. Il coraggio di Adam e di Rami. La forza di Greta.

5/4/2019 - 23:03

C'è lo sguardo fiero di Simone. Il sorriso di Manuel. Il coraggio di Adam e di Rami. La forza di Greta.


Le lezioni che questi ragazzi, ragazze, bambini, stanno dando in questo 2019 ai "grandi" sono secchiate di acqua gelata su un mondo completamente anestetizzato dall'odio, dal rancore, dalla cattiveria.

A Manuel hanno tolto per sempre le gambe. Una sera. Così. A ragione avrebbe potuto vomitare parole di disprezzo, di odio, di vendetta, di giustizia. Invece sorride. Invocare, come fanno i grandi, le peggiori sevizie e sanzioni. E invece sorride.
I grandi si preoccupano ormai solo di come ammazzare le persone in casa, di come procurarsi le armi, di leggi per spiare i vicini, di castrazioni, di gettare le chiavi, di ributtare in mare la gente senza nulla. Parlano di odio, di morte, di ferocia. E lui sorride. Lui che avrebbe tutte le ragioni del mondo per usare quelle espressioni. E invece: "Se li incontrassi per strada? Mi farei una risata. Guardo a cosa ho ancora, non a cosa ho perso". E sorride. "Non bisogna prendere di mira loro due, ma pensare al contesto sociale". E ti riempie il cuore di ammirazione.


Adam e Rami hanno guardato in faccia chi voleva ammazzarli. Hanno rischiato di essere uccisi per primi. Perché quel tizio non sembrava scherzare per niente. Però hanno rischiato. E hanno salvato la vita a chissà quante decine di bambini e di altre possibili vittime.
E mentre i grandi vomitavano parole di odio contro chi osa voler essere italiano, chi osa nascere, crescere e amare l'Italia, e rispettarla, loro salvavano vite. Rischiando la propria.


E c'è Greta che guarda in faccia i "grandi" del pianeta e dice loro: "Avete fallito". E con un cartello, e uno sciopero, mobilita milioni di persone in tutto il mondo, getta un faro su un futuro che sta marcendo ancor prima di arrivare, e non presta attenzione "ai grandi" che insultano lei bambina, che la deridono, che cercano di distruggere la sua persona perché incapaci di distruggere le sue idee.


E c'è Simone, che non abbassa lo sguardo. Che sembra l'omino con le buste di plastica in piazza Tienanmen contro i carri armati del governo cinese. Lui, da solo, bambino, contro cento adulti. Lui e le sue ragioni. "Non mi sta bene che ve la prendete con le minoranze". Mentre il mondo, l'Italia, riscoprono quanto sia bello e facile e comodo nascondere tutti i propri difetti e ipocrisie dietro le minoranze.
E questi bambini, questi ragazzini, danno tanta speranza. Qualcosa di buono sta crescendo in questo mondo accecato dall'odio.
Qualcosa che parla di amore, di ragione, di futuro, di perdono, di rispetto, di coraggio, di tolleranza.

Sbrigatevi a crescere.


+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri