none_o

Riprendiamo con piacere la ricerca di storie e leggende del nostro territorio. Dopo Villa Alta e Ripafratta, approfondiamo questa volta i misteri dei fantasmi della Villa di Corliano.Sono numerose le ipotesi sui fenomeni paranormali che si manifesterebbero a Corliano; la  leggenda più conosciuta è quella del fantasma di Teresa Scolastica della Seta Gaetani Bocca che, secondo tradizione, si manifesterebbe solo nelle notti di luna piena...

Arpat Toscana
none_a
Alma Pisarum choir
none_a
Convocazione Assemblea ordinaria Soci
none_a
ARCI Migliarino-Sabato 18
none_a
Quando si mostra un simbolo, sia religioso che laico, .....
mostrare un rosario che la falce e il martello
Vorrei sottoporre all'attenzione dei lettori di questo .....
Ma perché un fate una bacheca e ci schiodate dentro .....
Uno sguardo dal Serchio
none_a
POSTE ITALIANE: a poste vita il PREMIO GOVERNANCE
di capital finance
none_a
A cura di Maini Riccardo
none_a
Libri ed altro
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
Per una grande unità antifascista in Italia e in Europa

Mai come oggi dal dopoguerra si presenta in Italia e in Europa un così agguerrito e composito .....
di Renzo Moschini
none_a
Dal 24 al 26 maggio
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Di Umberto Minopoli
Prendere l'1% e lasciare il 20% e più

15/4/2019 - 21:51


Sommessamente ripeto la mia domanda di mesi ai nuovi dirigenti del Pd: perche' invece di puntare a recuperare il misero 1% che sta alla vostra sinistra non puntate a reperare il 20% in piu' che Renzi porto' alle elezioni europee del 2014? E al referendum del 2016? Perche' di Renzi biasimate le sconfitte (2018) ma rinunciate, per principio, a imitarne le vittorie? Perche' date per scontato il Pd al 20% e presentate questa ( eventuale) inutile e mediocre conferma come una vittoria? E' chiaro il perche'? Fare come Renzi nel 2014 e nel 2016 significherebbe una scelta strategica: lasciar perdere la sinistra alla vostra sinistra ( luogo desolato di fantasmi senza voti) e fare il vero, autentico centrosinistra, quello che guarda al centro, fa politica al centro, propone programmi e obiettivi che parlino al centro. E cioe' alla Nazione. Senza limiti o barriere autoimposte. E esibendo una leadership non anemica e notarile. Ecco il Pd che non c'e'.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




16/4/2019 - 16:15

AUTORE:
Uno non beneficiato (per fortuna)

Intanto mio figlio che per lavoro percorre 128 kl al giorno per sei giorni la settimana con gli 80 euro ci fa il pieno di gas per il mese intero, poi con i soldi risparmiati della tassa sulla prima casa del governo precedente, si è aiutato a mettere l'impianto a gas ed anche i buoni pasto gli sono utilissimi per non tirare la cinghia.
Certo con tutte le agevolazioni fatte da Renzi potevamo avere un debito pubblico minore, ma per la "crescita" del debito non ci son problemi.
Leggi qui:

UN ANNO FA IL DEBITO PUBBLICO ERA A 2327 MILIARDI.
OGGI IL DEBITO PUBBLICO E' A 2363 MILIARDI.
36 MILIARDI DI AUMENTO IN MENO DI UN ANNO DI OPERA DISTRUTTIVA DI QUESTO GOVERNO.
GRAZIE A TUTTI ( E NEI TUTTI CI METTO ANCHE COLORO CHE USANO SPARARE PRIMA SUGLI AMICI).

16/4/2019 - 14:58

AUTORE:
Francesco T.

Essendo una mancia elettorale, chi, in campagna elettorale, si azzarda a toglierla? Comunque non è servita a nulla : Renzi out, Pd ai minimi storici, poveri sempre poveri. Gli unici che cianciano sono i privilegiati. Che spesso sputano nel piatto dove hanno bellamente mangiato per anni. Segno dei tempi.

16/4/2019 - 9:32

AUTORE:
Oracolo migliarinese di Vecchiano

...il Carnaciali, alle novemmezzo dopocena il 4 gennaio del dumila ghieci, epperò i cei alla Buo che un vedino la stagnazione vorsuta dalle (soprattutto) cinque stelle guidate da un comico smesso e Toninelli vari con la decrescita felice predicata anche dall'ultrasinistra dell'omino sottomonte vecchianese tal Gesualdi che come vediamo le parti estreme si toccano.
Il + 1,7% del prodotto interno lordo del governo Renzi e con la detrazione dei 10 miliardi annui fu la combinazione della parità in sviluppo pari a Germania e Francia.
Ora con quelli novi siemo sotto la Grecia qui in Europa e da qui a sartà nel terzo mondo è un amme.
Se poi vien ripristinata la tassa sulla prima casa che mise Amato quando erimo li-li perindà a caprioli e una patrimoniale come predia il sinistro-sinistro Landini, siemo belleccheiti anco stavorta.

Conunque (direbbe il Meghe) occomemmai dopo evello chiamato regalo elettorale di Renzi i 960 euri annuali di meno tasse a chi un riva a 1.500 euri mensili; anco vesto governo vi li manchiene?
Le chiacchiere un fan farina!

16/4/2019 - 7:56

AUTORE:
Buo

Le cee, quando cerino, le prendevino anco 'nSerchio. I cei invece in Arno, ma a Rignano. E meno male un tan beneficiato se noi sai 'e storie 'e tu cantavi . Laudato sii o mio Matteo.

16/4/2019 - 0:22

AUTORE:
Uno non beneficiato (per fortuna)

Dieci miliardi di euro il governo attuale li ha messi sul groppone dei nostri figlioli nel solo mese passato innalzando il debito pubblico e quando presto arriverà: non Zingaretti che come Bersani non è interessato a vincere per governare, ma Draghi ci sarà, fra tutti (anche chi ha votato i giallo/verdognoli) da rimpiangere il buon Monti e la sig.ra Fornero al sicuro.

nb: UN ANNO FA IL DEBITO PUBBLICO ERA A 2327 MILIARDI.
OGGI IL DEBITO PUBBLICO E' A 2363 MILIARDI.
36 MILIARDI DI AUMENTO IN MENO DI UN ANNO DI OPERA DISTRUTTIVA DI QUESTO GOVERNO.
GRAZIE A TUTTI ( E NEI TUTTI CI METTO ANCHE COLORO CHE USANO SPARARE PRIMA SUGLI AMICI).

15/4/2019 - 23:29

AUTORE:
Buo

Vuoi recupera' il 20 % in più che prese Renzi ? Ce l'hai una decina di miliardi di euro ? Se ce l'hai, tiri fori altri 80 euro cadauno, vedrai come fai presto a recupera'. Ah già, governano vell'artri.