none_o

Riprendiamo con piacere la ricerca di storie e leggende del nostro territorio. Dopo Villa Alta e Ripafratta, approfondiamo questa volta i misteri dei fantasmi della Villa di Corliano.Sono numerose le ipotesi sui fenomeni paranormali che si manifesterebbero a Corliano; la  leggenda più conosciuta è quella del fantasma di Teresa Scolastica della Seta Gaetani Bocca che, secondo tradizione, si manifesterebbe solo nelle notti di luna piena...

Arpat Toscana
none_a
Alma Pisarum choir
none_a
Convocazione Assemblea ordinaria Soci
none_a
ARCI Migliarino-Sabato 18
none_a
Quando si mostra un simbolo, sia religioso che laico, .....
mostrare un rosario che la falce e il martello
Vorrei sottoporre all'attenzione dei lettori di questo .....
Ma perché un fate una bacheca e ci schiodate dentro .....
Uno sguardo dal Serchio
none_a
POSTE ITALIANE: a poste vita il PREMIO GOVERNANCE
di capital finance
none_a
A cura di Maini Riccardo
none_a
Libri ed altro
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
Per una grande unità antifascista in Italia e in Europa

Mai come oggi dal dopoguerra si presenta in Italia e in Europa un così agguerrito e composito .....
di Renzo Moschini
none_a
Dal 24 al 26 maggio
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Al via le Officine di Comunità, le nuove fucine della partecipazione istituzionale
Il Consiglio Comunale di Vecchiano approva la Carta della Partecipazione

16/4/2019 - 12:32


Il Consiglio Comunale di Vecchiano approva la Carta della Partecipazione: al via le Officine di Comunità, le nuove fucine della partecipazione istituzionale
 
Vecchiano – Il Consiglio Comunale di Vecchiano, al termine di una seduta pubblica aperta, approva all'unanimità la Carta dalla Partecipazione Dai una mano alla Partecipazione. “Si tratta di un evento significativo per la vita partecipativa della nostra comunità”, afferma soddisfatto il Sindaco Massimiliano Angori.

“Questo documento raccoglie gli indirizzi emersi nel percorso di partecipazione “Che Consigli – Riscriviamo insieme le regole del gioco e della partecipazione democratica”, che si è svolto sul nostro territorio tra l'ottobre 2018 e il marzo 2019, realizzato dal Comune di Vecchiano in collaborazione con Sociolab e cofinanziato dall'Autorità Regionale per la Promozione della Partecipazione.

Scopo principale del documento è quello di disciplinare le forme, le modalità e gli strumenti attraverso cui promuovere un'efficace partecipazione dei cittadini alla vita comunitaria e ai processi decisionali, secondo i principi sanciti dalla Costituzione e gli indirizzi emersi proprio durante il percorso partecipativo Che Consigli.

Tra gli obiettivi principe della Carta, inoltre, vi è quello di sviluppare linguaggi e valori propri dell'appartenenza al senso di comunità, nell'ottica di un reciproco scambio di saperi ed esperienze finalizzate ad accrescere il ben-essere della nostra collettività”, aggiunge il primo cittadino.

“E' bene sottolineare che il nostro contesto locale da sempre ruota attorno al concetto di partecipazione: le nostre Associazioni locali sono il cuore pulsante di una miriade di attività ormai divenute tradizione per la nostra comunità, le Consulte nelle quali si riuniscono tali realtà associative, a loro volta, attivano continuamente processi di partecipazione interna ed esterna”, spiega l'Assessora alla Partecipazione, Mina Canarini. “E poi abbiamo l'esperienza dei vari Circoli disseminati sul territorio, portatori di mobilitazione attiva.

 

Adesso, con la Carta della Partecipazione il Comune di Vecchiano inserisce un nuovo strumento, che abbiamo voluto chiamare Officine di Comunità, uno strumento dinamico, un contenitore che potrà essere utilizzato, d'ora in avanti, come spazio di confronto e discussione, informazione e formazione, cultura delle cose e dei luoghi, approfondimento delle modalità di stare insieme per costruire percorsi collettivi, per rigenerare fiducia nelle istituzioni, senso e sentimento di reale comunità.

Le Officine di Comunità, dunque, saranno i nuovi strumenti attraverso i quali l'Amministrazione promuove forme di dialogo, co-progettazione e collaborazione con la cittadinanza, e saranno finalizzate a condividere decisioni strategiche su un tema specifico di pubblica utilità.

Le Officine saranno aperte, in ogni momento della loro attività, a tutte le cittadine ed i cittadini senza distinzione di età, genere, condizione sociale, razza, religione o credo politico. Uno strumento fortemente democratico, dunque, che potrà essere attivato su una pluralità di temi sui quali l'Amministrazione Comunale è chiamata a decidere e che potrà essere promosso sia dal Comune che direttamente dalla cittadinanza”, conclude l'Assessora Canarini.


Tutti i dettagli ed il testo della Carta della Partecipazione approvata nella seduta del Consiglio Comunale di lunedì 15 aprile saranno a breve disponibili sul sito www.comune.vecchiano.pi.it
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: