none_o

 

 


Questa volta Finalmente domenica! la scrive Bruno Ferraro, il nostro inviato speciale a Auckland, nel caso ci fosse qualche appassionato/a velista tra i lettori e le lettrici di questa rubrichetta o, se non ci fosse, per gli amanti di spiagge e di isole vulcaniche.

Qualcuno sostiene che la Boschi è in realtà un anziano .....
. . . e giornalisti.
Non sempre sono Da-Cordo con .....
. . . . . . . . . . . . 1 perchè Renzi è un bagliniano. .....
Tanti saluti da parte di Franca al caro Sergio Mattarella. .....
La Mossa del cavallo
none_a
MdS Editore
none_a
Siamo nuovamente aperti, per voi!
none_a
Sabrina Banti
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Misericordie d'Italia
none_a
Triste evento a Pontasserchio
none_a
Pisaciclabilenotizie
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


di Marlo Puccetti
none_a
BRUNO FIORI, PRESIDENTE PISA OVEST
none_a
Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Buona sera a tutti,
dopo il COVID 19, riprendiamo da dove eravamo rimasti, al 17 Febbraio 2020, quando all'imbrunire nella sede dell'ASBUC di Vecchiano .....
Libri ed altro
Le emozioni letterarie di Lily

18/4/2019 - 21:44


 
Spesso la settima arte o più semplicemente il cinema può riassumere momenti della tua vita. Folgorarti come sulla via di Damasco …

Un giorno ti soffermi pensierosa su ciò che hai visto e pensi che è tutta lì la tua vita. In sprazzi di luce, suoni ed immagini che ti passano davanti in una sera qualunque, in un momento che non è qualunque. È unico. Il primo segnale, neanche troppo mascherato, è arrivato da mia figlia. Lady Bird. Io e lei. Io e mia madre. A ruoli alterni io sono Lady Bird e sua madre. Spostarsi da una parte all‘altra mi fa capire meglio chi sono stata e chi sono adesso. Una figlia alla disperata ricerca di attenzione e una madre alla disperata ricerca di non essere inghiottita dalla fatica di ogni giorno. Avrei voluto essere capita di più e vorrei soffermarmi a capire di più. Poi Jim Jarmouch, “Patterson“…

Negli anni  80 adoravo questo regista, oggi il ritmo lento di questo suo film mi fa sbuffare mentre mia figlia osserva attenta lo schermo apprezzandone la bellezza. Cambiamenti generazionali. Poi quello che sei stato o che hai amato esce comunque fuori da qualche luogo e ti soffermi sulle immagini allungando il respiro e l‘attenzione. Il mondo ti invade, il particolare diventa centro di vita. Si allunga il piacere del tempo rilassato e coinvolgente. Patterson non possiede il cellulare perché il mondo panico ha bisogno del tuo sguardo empatico, del tuo ascolto sorridente, dei tuoi gesti possessori di un senso e di una direzione umana. Di te immerso nella vita che scorre, vivida come acqua che scivola lenta sulla pelle. Non mi serve, al momento, altro per essere felice.

“Quando sei piccolo impari le misure di lunghezza e larghezza. Quando sei grande il tempo”.

 Ho tralasciato “Cicatrici“ un film serbo non ancora uscito ma di cui conosco la verità. Cuciture sono quelle che tutti noi abbiamo sull‘anima. Quelle che ci permettono di sopportare le sofferenze e gli abbandoni. Già gli abbandoni … La vita è costellata di abbandoni. Un amico che è diventato dolorosamente estraneo, persone con cui hai condiviso pezzi di vita che non si ricordano neanche più che cosa ti ha legato a loro. E poi c’è anche qualcuno che invece se lo ricorda benissimo anche quando si sta penosamente dimenticando tutto. Perché forse la sua anima ha avuto più cuciture degli altri… Lechaim.

 
 

  

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: