none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

La verità fa male a chi si nasconde.
Poi, forse, .....
Scrive il sig. Francesco T:
Sa benissimo anche lei .....
Sarei curioso di sapere dove ha vissuto, lei, con .....
. . . abitante sempre a MdA.
La sig. ra. Lucia ebbe .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
di Anotonio Casucci
Antonio casucci Candidato Sindaco al Comune di San Giuliano Terme.

22/4/2019 - 10:35

*MOLINA DI QUOSA, CASUCCI: RECUPERO DELL’AREA SPORTIVA, STOP AL DEGRADO E VIA ALLA RIQUALIFICAZIONE; UNA SFIDA DA VINCERE SENZA MOLLARE*

“E’ inaccettabile che, nel 2019, ci siano ancora spazi nel nostro Comune lasciati in mano al degrado e all’abbandono. Non basta pubblicare un avviso pubblico per togliersi dalle proprie responsabilità, bisogna risolvere i problemi quando si governa”.
Interviene così il candidato a Sindaco di San Giuliano Terme sulla nota questione degli impianti sportivi del Molina di Quosa, da anni in grave stato di abbandono.
“Ho visitato di persona le strutture, fatiscenti e degradate, di Molina di Quosa . Come e’ possibile, mi chiedo, permettere una situazione del genere? I residenti e tutti gli sportivi come me non possono tollerare una situazione di totale abbandono di un centro sportivo una volta luogo di competizioni sportive di livello nazionale e internazionale . Non si può nemmeno affermare che sia stato fatto tutto il possibile, perché nel 2016 un avviso pubblico della Amministrazione uscente, andato a vuoto, non è sufficiente per affermare di “averci provato”. Quando si governa, così come nello sport, ci si deve impegnare fino a che il traguardo non è stato raggiunto. Abbiamo già in mente cosa fare, e molto bene! Perché noi, al Molina della Quosa, intendiamo lavorare per vincere una sfida, quella di un recupero dei luoghi, che altri hanno abbandonato ancor prima che fosse dato il via”- chiude Casucci

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: