none_o

All'età di 93 anni (a settembre ne avrebbe compiuti 94) ci ha lasciati il grande scrittore Andrea Camilleri. Era nato nel 1925 a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, in Sicilia, ed è stato anche regista, sceneggiatore, drammaturgo ed insegnante. 

Arpat Toscana
none_a
ASBUC Migliarino
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
IL VICE P. M. 5S DICE CHE I SINDACATI FANNO UNA SCELTA .....
Leggo sul Fatto Quotidiano, tramite la sezione giornali .....
Da cosa l'ha 'ndovinato il nome Bruno?
Sicuramente non è la segnaletica di una volta l'ho .....
“Io lo vedo così”
none_a
Libri ed altro.
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
"Io lo vedo così" (il mondo)
Una nuova Rubrica per tutti
none_a
  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Pontasserchio
none_a
Migliarino
none_a
Migliarino, 3 luglio
none_a
Milano e Cortina hanno vinto
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
Comune di Vecchiano
Venerdì 10 maggio alle 21 al Teatro del Popolo di Migliarino incontro pubblico sulla nuova Caserma dei Carabinieri

8/5/2019 - 12:00

Venerdì 10 maggio alle 21 al Teatro del Popolo di Migliarino incontro pubblico sulla nuova Caserma dei Carabinieri del Comune di Vecchiano
 
Vecchiano – Un incontro pubblico a Migliarino per parlare coi cittadini tutti e i residenti della frazione della nuova Caserma dei Carabinieri del Comune di Vecchiano: è quello che si svolgerà venerdì prossimo 10 maggio alle 21 al Teatro del Popolo, organizzato dall'Amministrazione Comunale di Vecchiano.

Parteciperanno all'incontro il Sindaco Massimiliano Angori, la Giunta Comunale e il Dirigente dell'Ufficio Tecnico Architetto Luigi Josi.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

I dettagli sul sito

 www.comune.vecchiano.pi.it
















+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/5/2019 - 14:20

AUTORE:
Nativo Baldinacca

La Bandita dei duchi Salviati si estendeva dal confine provinciale Pisa, località Bufalina fino Malaventre-Monti di Vecchiano-Puntale.
Grazie a Scipione Salviati si ebbero nella Migliarino vecchia, la chiesa, le scuole delle suore Vincenziane, la caserma dei carabinieri in loco ed in comodato gratuito.
Quindi: poderi=lavoro: lavoro più nostro che Loro: macchia mediterranea coltivata=altrettanto lavoro; idem per lavoro e sicurezza più Loro in primis, che noi tutti.

Poi passano 50/100 anni il lavoro si sposta, le scuole statali/comunali si decentrano e non a caso e per caso la scuola media viene riunita; sostiene Spinesi Emilio: in luogo baricentrico nel Comune.
Logico che Nodica, fra Migliarino e Filettole era la locazione più giusta.

Per la caserma dei carabinieri a Migliarino ci fu una raccolta di firme casa per casa per non volerla perchè i soldi arrivati con l'impegno soprattutto della Giunta Lunardi per il cambio di terreni agricoli in egual misura resi industriali in terre ASBUC, andavano spesi per..per altri impegni da individuare ma non per la caserma CC a Migliarino secondo parecchi firmatari di quel tempo.
Poi dopo anni e tre diverse amministrazioni dei beni di Uso Civico, ora si ha quell'immobile unico; agevole per tante belle cose di uso comunale ed oltre grazie all'impegno sempre a titolo gratuito dei dirigenti eletti a guida della nostra ASBUC.

Volere non è potere ed aver messo in continuazione nei programmi elettorali della lista vincente le ultime elezioni vecchianesi; la caserma dei Carabinieri nel locale ex P.A sembrava cosa fatta ai più. Ma, un ma c'è sempre, la collocazione della caserma dell'Arma del Carabinieri non è di appannaggio dei Sindaci pro tempore, ma del Ministero della Difesa

Quindi con il volere si può anche potere, ma con le semplici firme di adesione non si trovano i 200.000 euro per poter rialzare i locali (come è stato fatto con l'edifico ASBUC) perché la zona è stata classificata dall'Autorità di Bacino, zona alluvionale e quindi rialzata da terra per le eventuali inondazioni.

Quindi se vogliamo che i CC non vadano a finire a Pisa o Livorno, conviene a tutti i comunardi accettare la loro locazione "baricentrica" e cioè a Vecchiano capoluogo come già approvato a maggioranza dal CC di Vecchiano

10/5/2019 - 9:36

AUTORE:
Lettore

*Vi sono comunque almeno quattro tipi di sinecismo:

alcune città, di solito appartenenti allo stesso distretto, decidono di unirsi in una lega politica, e ne stabiliscono la sede governativa in una di esse oppure in una nuova città appositamente fondata;
esiste già una sola città, ma questa viene popolata, volontariamente o meno, dagli abitanti delle campagne, che vi si trasferiscono per trovare rifugio contro pericoli esterni (p. es. invasioni);
una potenza superiore, di solito esterna, obbliga due città a fondersi in una, con il conseguente trasferimento di popolazione;
in un'area tribale, le autorità fondano una città con funzione di centro politico, per coordinare i villaggi e gli insediamenti rurali sparsi.
Si verificava anche il caso che si procedesse alla fondazione di una città (polis), nella quale confluivano gli abitanti di più villaggi.

Il percorso opposto, cioè lo smembramento di un'unità politica come nel caso di Mantinea nel 385 a.C., viene definito diecismo.
.....................................................................

Grazie Argo; e...ti dico come disse Gianni del Balestri dopo aver sentito il comizio di Enrico Berlinguer al cinema all'Odeon di Pisa: gliè tutto quello che volevo dire anch'io!

Pretendere cose di anni 50 fa sulle fiere di paese si vedrebbe che a Vecchiano la fiera ci sarebbe "solo" il primo lunedì del mese di Aprile.
A Pontasserchio "solo" il 28 dello stesso mese e cosi ora noi miglirinesi non si avrebbero sul groppone 15 giorni di fiera contigua e...per la fiera di paese il mi zio comprava sempre la paglietta estiva ed il coltello nuovo dal solito "banchettaro" che conosceva da anni; poi son arrivati i cinesi con centomila paia di occhiali a 4 eulo l'uno e...cinture troppo grandi; ma se la vuole "più colta" no-no: basta sappia leggere e scrivere, troppo colta poi fa votà le scatole.

10/5/2019 - 7:33

AUTORE:
Argo

Questo sottocampanilismo esasperato è fuori dal tempo, ingenuo, spesso pretestuoso. Leggere il territorio per frazioni porta esattamente a questi esiti paradossali, dove piccoli coagoli urbani, in una retorica identitaria da parrocchia, ulteriormente deformata e semplificata della classica dicotomia centro/periferia, finiscono per viversi e pensarsi come entità e identità separate, ostili.
Sarà il senso di spaesamento che alcuni soffrono rispetto ad un mondo che non sanno piú leggere che spinge un cittadino a raccogliere le firme per avere la caserma dei Carabinieri sotto casa? Chissà. Per me è già assai se abbiamo UNA caserma dei Carabinieri, UNA fiera etc. Un sevizio sanitario, UNA scuola etc.. ha senso fissarsi sull'indirizzo?