none_o


Bellissimo scritto il precedente, anche se (visione solo mia personale) ci vedo un po’ di politica nella penna.

C’è in paese uno scrittore, sì certo, politico anche lui, ma che insieme alla fede sinistra dà la mano destra al volontariato e insieme cuore e tempo e fatica e impegno:

Nedo Masoni.

Renzi ha fatto il furbo ma i furbi non fanno mai gli .....
Il saggio Andreotti diceva: “ Il potere logora chi .....
Sono contento che Renzi abbia fondato un nuovo partito. .....
Non mi sono mai sognato di voler attaccare personalmente .....
Intervista a Matteo Renzi
none_a
RICCARDO MAINI sempre Residente a MdA
none_a
di GIUSEPPE TURANI
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Vecchiano 5 Stelle
www.vecchianoa5stelle.it
none_a
Governo Conte
none_a
"Guarisce da solo, anche ascoltando Iglesias".
none_a
LILIANA SEGRE, 89 anni oggi.
none_a
“Io lo vedo così”
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Solidarietà
none_a
Pisa, 21 settembre
none_a
Marina di Pisa
none_a
Calci
none_a
ASBUC Migliarino 21 settembre
none_a
Circolo Arci Filettole
none_a
San Giuliano Terme, 15 settembre
none_a
Cioccolato
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


di Bruno Pollacci
none_a
Parco di San Rossore, 14 settembre
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
Pappiana
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Alberi, Mati (Confagricoltura) a Italia Nostra
“La rotazione delle alberature è necessaria per salvare il verde pubblico”

2/9/2019 - 22:31

Alberi, Mati (Confagricoltura) a Italia Nostra: “La rotazione delle alberature è necessaria per salvare il verde pubblico”

 

Mati: “Non siamo per le abbattiture indiscriminate, ma gli alberi vecchi vanno cambiati”
Firenze, 2 settembre 2019 - “Non sono certo che il professor Mario Bencivenni di Italia Nostra abbia compreso il senso della mia precedente intervista. Accusare i florovivaisti di voler tagliare gli alberi indiscriminatamente per motivi di lucro non non è corretto perché non tiene conto del continuo deterioramento del verde pubblico, da troppo tempo mal gestito e che oramai ha rotto un sano equilibrio fra presenza umana e ambiente circostante” così Francesco Mati, presidente federazione regionale prodotto florovivaistico di Confagricoltura risponde all’intervista di Italia Nostra tramite il vicepresidente Maurizio Bencivenni al quotidiano La Nazione.
“Io ad esempio – spiega Mati - vengo da una famiglia di vivaisti da 5 generazioni, sono perito agrario, lavoro in questo settore da 35 anni e forse un po' di competenza l'ho acquista.

Una competenza che mi fa dire che la difesa cieca degli alberi urbani, senza tener conto della loro possibile senescenza o condizione dopo anni di potature errate, non significa voler tutelare l'ambiente ma il suo esatto contrario: gli alberi urbani vecchi e malati vanno sostituiti. Perché purtroppo non è vero che un albero vive sempre da 60 a 100 anni, ma il suo ciclo di vita è ovviamente determinato anche dal contesto in cui si trova, per questo è necessario tenerli sotto controllo e curarli in maniera adeguata. Ed è necessario, come fanno nel resto d'Europa, considerare anche una rotazione che ciclicamente sostituisca gli alberi vecchi e malati con quelli giovani e sani”.

“Una necessità – continua Mati – che in Italia è particolarmente sentita perché la maggior parte delle nostre alberature cittadine sono state impiantate dalla fine del 1800 all'immediato Dopoguerra e quindi c'è da intervenire per compensare tutte le emissioni urbane e per non vederle cadere all’improvviso, magari a seguito al maltempo”. “E auspicabile – conclude Mati – che un vivaismo di qualità come quello pistoiese sia maggiormente considerabile negli appalti pubblici anche in Italia, noi esportiamo molto per il verde pubblico europeo e extraeuropeo, e sarebbe più utile, con chi ha a cuore l'ambiente e la qualità della vita, come Italia Nostra, aprire un dialogo tecnico, privo pregiudizi.

Insieme possiamo fare molto per la tutela del nostro verde pubblico, attualmente troppo lontano dagli standard europei.”.







 
































































Fonte: Lorenzo Galli Torrini
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: