none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

Officine di Comunità
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
. . . 'n'antropopò vai. . . . !
A parte che Berlusconi disse " coglioni ", di certo .....
. . . . . . . . . . una costante nei millenni . . .....
Ma come si permette!
Crede di essere superiore a Silvio .....
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
Primo incontro a Pisa di ITALIA VIVA
"Anche da Pisa inizia un cammino per una Politica nuova che guarda al futuro"

29/9/2019 - 19:04

"Anche da Pisa inizia un cammino per una Politica nuova che guarda al futuro"
 
Questo lo slogan con il quale è stato convocato il primo incontro a Pisa di ITALIA VIVA, la nuova formazione politica creata da Matteo Renzi, che inizia anche nella nostra città a muovere i primi passi. 
"Sentiamo forte la necessità, si legge in un comunicato, di un'azione politica che riprenda in mano il tema delle riforme nel nostro paese, messo da parte senza una ragione da qualche anno per inseguire facili consensi; crediamo sia necessario avere il futuro del nostro pianeta e del nostro paese al centro di questa azione politica.

Abbiamo pensato di costruire una nuova casa per tutti coloro che, stanchi delle liturgie politiche odierne fatte di offese, litigi e contrapposizioni più personali che di idee, vogliano invece confrontarsi su come costruire un paese migliore per tutti quei giovani che oggi, finalmente, dimostrano di voler riprendere in mano le decisioni importanti per la loro vita"
"Per questo ed altri motivi, si legge in conclusione, abbiamo deciso di partire con un incontro conoscitivo insieme ad Edoardo Fanucci, consigliere comunale a Montecatini Terme, già parlamentare nella scorsa legislatura, che in questo momento sta coordinando il movimento in Toscana; ci troveremo Mercoledì 2 Ottobre, alle 18,30, al Circolo "I Passi", in via XXIV Maggio 118 a Pisa per iniziare con entusiasmo questa nuova avventura."
 
 
Per Italia Viva di Pisa
 
Antonio Colicelli
Nicola Panattoni
Michele Passarelli Lio
 
Per contatti pisaitaliaviva@gmail.com

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




13/10/2019 - 17:35

AUTORE:
alessandro ghelardi

Nei tempi passati una signore che io ben conosco, mi chiese come la pensavo su Renzi,gli risposi che non avva fatto ancora nulla. Oggi è passato molto tempo, è sposso sostenere quello che ho sempre detto"arrogante ex piccolo dc, che crede ancora di convincere gli italiani, con IL NUOVO" mi domando ma non era stato Segretario e leder del PD, esce per far cosa, un centro o centro destra? Seguito dal signor Nencini, che uelcuno ricorderà cosa ho detto nel passato e scritto nella ultima settimana, ma i quotidiani in particolare Il Tirreno non ha pubblicato e probabilmente non pubblicherà. Certo il PD condì come Renzi ne diceva di belle sui 5 stelle,ma per loro la coerenza non esiste e quindi, aventi Savoia dice un tizio. La attuale politica del PD non è certamente innovativa,tenda al vecchio e al passato e quindi Renzi ha sicuramente un buon giunco,il protagonismo di Renzi ,di Nencini ed altri non aiuta,In conclusione caro Zingaretti e ti dai una mossa per un partito di sinistra,laico,cattolico progressista, ma innovativo senza guardare troppo al passato ce LA FARAI,ALTRIMENTI avrai bisogno di varie stampelle sia in senato che alla camera.Avrei voluto dire di più,ma non mi basterebbero i caratteri a disposizione e concludendo ,mi fa strano leggere che la iniziativa a Pisa della nuova coalizione guidata da Renzi, sia stata belle, partecipata e nuova senza freni inibitore ecc,sentirlo dire da uomini del PD è la dimostrazione " che tutto cambia per non cambiare.

9/10/2019 - 19:53

AUTORE:
Maunvolevapiove

Oh di duve sorte fori vesto vecchianese tre/esimo!?
...'nsarà mia (mica) un lumaone!?
Coll'acqua di vesti giorni cistà anche.

8/10/2019 - 14:20

AUTORE:
vecchianese 3

Quarcuno s' allarghi un po troppo.
Ho perso la battaglia, ho scritto di vi ho scritto di va. Anco te sei vi per fa numero un penserai mia d' esse quarcuno. Aspetta quarcuno prima o poi si decide anco a vecchiamo di fa quarcosa pe renzi.

5/10/2019 - 8:23

AUTORE:
Bruno della Baldinacca

...glie' di mi pa' ma calza alla perfezione.
Un gocciolino di pragmatismo alle volte non guasterebbe per dare il senso giusto a le parole che poi diventano fatti concreti.
1° Doneguardi si dovesse " decidere" una giornata intera senza pronunciare il nome Matteo Renzi, in tanti sarebbero disposti a versare mezzo milione di euro in beneficenza che fare quel fioretto li.
Politicamente parlando " lasinistra-sinistra" non ricorda la prima disastrosa elezione primaria inventa/copiata dagli americani che non hanno segretari di partito e quindi ricorrono alle elezioni primarie per lanciare i loro candidati alla presidenza.
D'Alema non poteva da segretario sbilanciarsi perché a quel tempo era ntepatio anco a su' ma' e quindi quell'invenzione gli servì per lanciare il democristiano/senza partito, il prof. Romano Prodi ed anche quella volta li il fuoco amico del Bertinotti che arrivò secondo, in autunno butto all'aria il governo di cui ne faceva parte ed in seguito frutto' la PdC senza passare per un elezione politica al deputato semplice Massimo D'Alema.

Ai giorni nostri nessuno dei politicanti sinistri ricorda la scissione dell'ex segretario PD Pierluigi Bersani che con il suo Art 1/ LeU ha portato al potere l'altro Matteo mentre il Matteo attuale ha disarcionato il Matteo sbagliato e con la sua scissione ha rafforzato il governo composto anche dal PD che in questa legislatura, causa la scissione bersaniana aveva perso consensi come li perse il PDS con la scissione di Rifondazione Comunista (PDS al minimo storico di tutti i tempi con il 16% mentre il troppo rammentato a vanvera Matteo Renzi era studente universitario).

I vecchi " padri/padroni della ditta, compreso l'ex segretario generale del mio partito, il PD tal Francechini ritornato ora al governo grazie al suo ex benefattore che lo nominò ministro della cultura che voleva rimaner per forza tale 15 mesi fa scendendo il mio partito al Grillo no Vac, no Tav, no, Tap e quindi lui ed i vecchi padroni della "ditta" sostengono che si è perso un anno e mezzo? Poveri noi, ma come si poteva pensare all'epoca con i grilli no a tutto è trionfanti con il doppio di voti del mio partito (che ho sempre mentre altri millantano di avere ma non c'è riscontro)...poi avere un governo con 9 ministri PD più un "raccattato" di LeU e quindi paritari con chi "aveva" il doppio di voti.

La fine assoluta del mio partito era garantita se "fra Martina Maurizio" non veniva richiamato all'ordine dal sen. semplice Matteo Renzi al rispetto dei deliberati della direzione PD che recitavano: no ad un accordo di governo con la destra berlusconiane, no ad un accordo con chi voleva una decrescita " felice".
Ora i tempi son cambiati decisamente in meglio, la sinistra/sinistra di PaP è ininfluente come il PCI di Rizzo e tutti e tre i partiti " di sinistra ammodino" sono nella stanza dei bottoni, quindi mai si era visto una scissione/riunione.

Auguri a tutti noi gente di buona volontà.

Nn, peccato che tutto questo venga letto da una sola persona " informata nell'uso di questa macchinetta".

piesse, la frase montanelliana era indirizzata al fratello di Paolo Berlusconi e...Berlusconi Sirvio non ha mai votato "perenzi" Per Letta si!
Bona

5/10/2019 - 0:37

AUTORE:
P.G_

Ho ascoltato una esilarante definizione di Renzi che lo caratterizza perfettamente per il suo egocentrismo:
Se andasse a un funerale vorrebbe fare il morto e se fosse ad un matrimonio vorrebbe essere la sposa.
È di Montanelli ma calca alla perfezione!

4/10/2019 - 20:47

AUTORE:
Bruno della Baldinacca

....c'era scritto nella mia prima tessera del /69 a firma di Luigi Longo e Mauro Tolaini.
Ora invece se critico il seg. gen. del mio partito perchè ho visto, come tanti han visto premiare tutti i trombati alle primarie con Matteo Renzi, vedi Orlando fatto vice segretario, Cuperlo responsabile della cultura, Boccia bocciato anche lui e messo all'informazione, poi il responsabile delle riforme "uno" che votò no alle riforme approvate a maggioranza dal governo Renzi/Alfano e un proveniente da SEL messo subito nella direzione del mio partito...e Matteo Renzi mise lo sconfitto Cuperlo alla presidenza del PD; quindi per invogliare Renzi a rimanere perché il vincente Zingaretti non ha fatto altrettanto e ha dato la presidenza a Paolo Gentiloni, colui che perse le elezioni da PdC uguale a Renzi?
...Ecco dire queste cose che sono alla luce del sole, secondo alcuni io offendo il mio segretario ....ma teeee...! perchè non vai in IV?.
Io alle primarie ha votato per Anna Ascani😍 che è vice presidente del mio partito e vice ministro all'istruzione.
Ho lottato sui gruppi fb per mesi interi contro dei "torsoli" che si dicevano renziani e che alle ultime elezioni chiamavano al non voto per così far perdere il partito di Nicola Zingaretti, io ero rappresentante per il PD al seggio n° 9 del mio paese.
....in seguito ho perso la battaglia contro chi diceva che Renzi doveva fare un partito suo; io ero contrario ma io non sono Renzi, lui si!

2/10/2019 - 0:14

AUTORE:
vecchianese 3

...aspetta l'imbeccata. Da solo un va neanco a pisa. Se fanno ombriccola allora se ne parla un po' po'

1/10/2019 - 21:37

AUTORE:
Bruno della Baldinacca

Da quando il riserbo è scambiato per vergogna?
Poi, io non sono Matteo Renzi in persona e su di me come ho scritto nel post precedente decido io il che fare, anche se perlomeno tre volte su centodue ritengo di aver sbagliato.
Aver votato alle primarie del mio partito Cuperlo e Bersani, son due delle tre volte che ho sbagliato voto e fu anche a causa mia la non vittoria di Italia Bene Comune del segretario Bersani che stava a pettinar le bambole, smacchiare i giaguari, prendere i passerotti in casa lasciando i tacchini sul tetto convinto di avere la vittoria in tasca con un 10% abbondante in più delle destre.
Visto bella chiappa che feci a non seguire da subito il sindaco di Firenze!?

Il giorno giovedì 3 ottobre ho l'invito alla partecipazione della prima assemblea PD dopo la nascita del nuovo governo nato soprattutto dall'autogol dell'altro Matteo e dal favoloso contropiede alla Maradona di Matteo Renzi.
Il segretario del PD, il fratello di Luca Zingaretti se voleva che Renzi restasse nel suo partito, non promuoveva tutti i trombati da Renzi alle primarie precedenti vedi Orlando promosso vice segretario, Boccia responsabile della comunicazione, Cuperlo all'informazione e poi fece Presidente del partito Gentiloni e non come fece Renzi che dette la presidenza a Gianni Cuperlo perdente con Renzi.

Nel 2023, alle nuove elezioni politiche...dirò come disse il ministro Barbara Lezzi sulla TAV il voto è segreto.

1/10/2019 - 20:48

AUTORE:
Vecchianese 2

Ma come? Il sig. Bruno renziano verace si vergogna di dire cosa pensa?

1/10/2019 - 20:28

AUTORE:
BdB

...e non rispondere: pure!

1/10/2019 - 19:53

AUTORE:
Vecchianese

Mi sembra di capire che lei è vicino a Italia Viva e lascia il PD ?

1/10/2019 - 14:35

AUTORE:
Bruno della Baldinacca

...12 maggio del 1974. Fanfani Amintore parlò al Teatro Verdi di Pisa ed io andai (non troppo tranquillamente) a sentir quel che diceva contro la legge approvata dal Parlamento che introdusse anche in Italia il divorzio non obbligatorio per nessuno.
Erano tempi sconosciuti per il cosiddetto "fuoco amico" e quindi sapevo a cosa andavo incontro.
Ero allievo di Giancarlo Pajetta che a noi giovani indicava la via maestra della conoscenza diretta anche dell'avversario per poi decidere con scienza e coscienza.
...ora alcuni mi domandano: ma teee...
Lo so da me cosa fare! alcune volte ho sbagliato cavallo ma chi non fa non falla!

Poi, poi dal /94 c'è stato il "grande appecoramento" degli elettori.
La "baruffa attuale" la chiamano prima/seconda o terza repubblica* "*erre minuscolo volutamente".
Finiti i grandi partiti del dopoguerra "la gente" è corsa dietro al più ricco d'Italia ed in quattro balletti fa un partito suo e vince le elezioni (anche con l'aiuto dei neofascisti di Fini ed i separatisti di Bossi).

La cosiddetta "sinistra" corre ai ripari e andarono in undici partiti (L'Unione) a colloquio con il PdR per avere l'incarico di governo dopo che Bossi staccò la spina al grande affabulatore che cadde per la prima volta.

Dopo la vinciperdi arrivano due grandi politici sulla scena Italiana; Giuseppe detto Beppe Grillo, un comico smesso ma ha avuto la parolina chiave nella recessione economica per il popolino-ino-ino (come lo chiama Ultimo).

Promette "una botta" che il solo Napolitano Giorgio disse di non aver sentito (prima delle elezioni, poi...)
Poi il "tutti a casa" ha fatto il suo decorso come il governiamo da soli o niente.

Dieci anni fa alla prima Leopolda fiorentina Giuseppe detto Pippo Civati coniò un'altra parolina di facile presa ma, un ma c'è sempre ed i destinatari della "rottamazione" la presero malissimo ed eran e sono soprattutto vecchi comunisti che parlavan sempre male "dei Padroni" perché mai avevan lavorato.
Ora se per lavoro si intende occupare anche oltre l'età pensionabile uno scranno in Regione, e nei Parlamenti Italiano ed Europeo e poi nelle aziende controllate dalla politica, si parla bene e si razzola male ed il buon Matteo Renzi ha fatto la prova e la riprova perché ha stravinto da solo perché mai un partito della sinistra ha avuto voti oltre il 41% e per giunta vedere approvate dal Parlamento la Riforma Boschi/Renzi dopo il naufragio delle Riforme Costituzionali dovute perché la Costituzione è VIVA e quindi "il cappottino" anche se bellissimo cucito addosso per un adolescente, non può essere usato per recarsi al lavoro da adulti.
Ci provarono Bozzi, Jotti e D'Alema ad ammodernare la nostra Carta, ma rimase lettera morta e quindi vuoi per invidia o per incapacità: guerra a chi è riuscito con il muoia Sansone con tutti i Filistei.

Ed ora? "sembra" che noi democratici venuti dal PCI-PDS-DS-PD non si possa neppure "curiosare" di persona colui & coloro che ci han liberato da uno dei peggiori governi nazionali (tipo Scelba) nostri fratelli morti nelle piazze ed ora affogati in mare perché...perchè la pacchia è finita.
Si, caro Matteo sbagliato hai fatto karakiri al Papeete in mutande con il mojto in mano, chiedendo pieni poteri, cantando l'Inno di Tutti Noi, credendoti PdR e...e con di fronte il "piccolo Ciwati" con il "grande per niente" Stumpo, ti poteva anche andar bene.

Menomale che Renzi c'è e che il Grillo urlante non è più NO Vax, NO Tap, NO Tav e...ora che conta la metà dei suoi; quindi Governo a quattro per "rimediare" i guai delle cattiverie del fuoco amico e della sperata liberazione dei pennivendoli che ammorbano le TV, la carta stampata, il Web diffondendo ignoranza, cattiverie e sopraffazione, fake newes*


*Il termine inglese fake news indica articoli redatti con informazioni inventate, ingannevoli o distorte, resi pubblici con il deliberato intento di disinformare attraverso i mezzi di informazione.
Cacciamo i mercanti dal Tempio!

1/10/2019 - 10:22

AUTORE:
P.R

Votante a Vecchiano del PD io ci vado