none_o

Servono forse convegni interminabili, ospiti illustri e location spaziali per ottenere partecipazione e divertimento? Servono mezzi illimitati, spazi dedicati, progetti faraonici per riunire persone e Associazioni per un progetto comune di alto livello? Talvolta, come è successo questo sabato, basta un piccolo spazio ed una piccola occasione per ottenere risultati eccellenti e oltre ogni aspettativa. 

sicuramente la strizza in emilia romagna l'hanno sia .....
. . . . . . . . . . . . . per nascondere la strizza. .....
Salvini era al governo nel posto che voleva, si è .....
E' una regola: due volte al mese, primo e terzo lunedì .....
Abbracci e baci, il contesto emotivo influenza la gestualità sociale
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Dal mondo
none_a
CSI -Centro Sportivo Italiano
none_a
Le squadre di ValdiSerchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Val di Serchio
di Marlo Puc
none_a
Nella notte fredda e bianca
la Befana un poco arranca
urge ormai di farsi l'anca
e per questo sembra stanca.

Befanotto suo marito
è davvero inviperito
dice: .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
Riserva del Chiarone
none_a
SR-domenica 26 gennaio
none_a
di Moschini
none_a
di Roberto Calderoli (il padre del "porcellum 1")
Si chiama Popolarellum il piano della Lega per far deragliare il governo giallorosso

30/9/2019 - 13:26


Si chiama Popolarellum il piano della Lega per far deragliare il governo giallorosso
Si chiama 'Popolarellum' ed è la legge elettorale che, secondo il senatore leghista Roberto Calderoli, permetterà al Carroccio di tornare a Palazzo Chigi. L'alternativa, dice, sono i "forconi per strada"


In un’intervista al Corriere della Sera, il senatore leghista Roberto Calderoli dice che “se tutto va bene, il 10 febbraio la Corte Costituzionale delibera e dà il via libera” al quesito referendario per la legge elettorale. Che si chiamerà Popolarellum, “visto che lo deciderà il popolo”. Oggi il quesito viene depositato in Cassazione, e sul referendum “sono sicuro che lo vinceremo” dice.

Al Messaggero, il senatore spiega poi che il quesito verrà ammesso perché “quella che viene fuori è una legge elettorale come qualunque altra che esce dal Parlamento” e “come tutte le altre ha la necessità della definizione dei collegi attraverso una delega al governo”. “io" precisa "ho usato la stessa delega che è prevista nella legge 51 del 2019, ovvero quella leggina che rende applicabile la legge elettorale anche in caso di riduzione del numero dei parlamentari”. Però Calderoli dice anche: “Non scommetto mai al 100% su niente, ma sono sicuro che la legge che viene fuori funziona”, del resto “i testi sono in giro ormai da 15 giorni, se li sono spulciati, se avessero trovato dei difetti nel meccanismo lo avrebbero già detto”.

La legge, racconta ancora al Corriere il senatore, prevede “l’abolizione della parte proporzionale del Rosatellum” e “con un lavoro di taglio e di cesello, verrà fuori una legge completamente maggioritaria”. Al quotidiano che obietta che il Parlamento si troverebbe nella condizione di completare una legge che non vuole, Calderoli replica: “non il Parlamento, ma il governo”. “Comunque" aggiunge "sarei molto cauto a dir e di no: se il governo si rifiutasse, tornerebbero i forconi per le strade. E questa volta non sarebbero solo per l’agricoltura”. E secondo il senatore leghista il Parlamento “non ce la farà a intervenire” anche se ha davanti a sé tre mesi di tempo.

E poi, aggiunge subito dopo, “noi li freghiamo”. “Volevano tornare al proporzionale con governi raccogliticci fatti da partiti e finti partitini” in funzione anti-Lega. Mentre il Popolarellum “è il sistema anglosassone, ci ispiriamo al maggioritario puro inglese. Chi vince va a governare. Si tornerebbe a bipolarismo o tripolarismo”.

Sul Pd diviso, Calderoli osserva che “un primo effetto della proposta” leghista “è che sono tornati Prodi e Veltroni” a chiedere il maggioritario mentre Forza Italia “è ondivaga” quindi “prima parla il popolo, senza impasticciare tutto”. 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




30/9/2019 - 13:34

AUTORE:
Giovanni S

...che conteneva la legge elettorale maggioritaria? si è lui il padre del "porcellum.
Questi sono i politici che curano e sanno curare solo i loro interessi di bottega, se l'Italia va a scatafascio per loro è un vanto, questa è gente che bisognerebbe impedire di fare politica non gli è bastato fare la porcata del primo porcellum assolutamente NO adesso vuole fare il porcellum due, questa gente era al governo ma non gli bastava, volevano strafare impadronendosi dell'Intera Nazione, ora visto che sono stati incapaci di governare se non sulle spiagge, mirano a far cadere il governo, è un po come dire " Che muoia Sansone con tutti i filistei" è questa la classe politica che parla del bene degli Italiani?????????
Nb - la faccia a cattivo che ha la dice tutta!