none_o

Gioia e picconate, abbracci e idranti, sbarre che si alzano e fiumane di vessati che sfociano nella libertà, l'euforico stordimento prodotto dall'onda d'urto del treno della Storia quando passa sferragliando e fischiando così sonoramente da rendere impossibile non accorgersene: la notte della caduta del Muro di Berlino, 30 anni fa, fu tutto questo e definirla 'storica' è quasi riduttivo. Era il 9 novembre del 1989. ..

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Nella primavera del 2008 Rifondazione comunista, Partito .....
L’attuale deriva della crisi di sistema paese, .....
. . . . . . . . . . . ha avuto un enorme potenziale .....
Faccio ammenda volevo scrivere Cascina , ma non mi .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Parrocchia di Migliarino.
none_a
FIAB di Pisa.
none_a
Casanova di Terricciola, 9 novembre
none_a
Pisa, 30 novembre
none_a
Pisa, 7 novembre
none_a
Da Zero a Mille.
none_a
Circolo Il Fortino-Marina di Pisa
none_a
Lucca Comics & Games.
none_a
Val di Serchio
none_a
Val di Serchio
none_a
Cs campionato petanque
none_a
Situazione delle squadre della Val di Serchio
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
"Così a Dio piacque,
l'uovo da cielo cadde
e la gallina nacque!"
PRC Pisa
Geofor, PRC Pisa: “Garanzie e rassicurazioni sul nuovo bando per chi lavora e per il servizio”

5/11/2019 - 16:21

Pontedera 5 nov 2019


Stamattina, martedi 5 novembre, con alcuni nostri amministratori, responsabili e militanti del Partito siamo stati a Pontedera con gli operatori dell’ igiene ambientale che stavano scioperendo contro le impostazioni economiche della nuova gara di appalto Geofor.


Uno sciopero che coinvolge oltre 400 operai, che da anni con sacrifici e numerosi scioperi cercano di ottenere parità di salario rispetto ai propri colleghi assunti con il CCNL FISE, che vuol dire circa 350 euro meno in busta paga, e il miglioramento delle proprie condizioni di lavoro in un ambito difficile come quello della raccolta dei rifiuti, che prova pesantemente chi vi lavora.


La nuova gara, ancora aperta, ha unito i due lotti che nello scorso bando erano divisi, aumentando anche i servizi (questo ci racconta il nuovo bando) ma con una base d’asta di 26 mln, 2 in meno rispetto al totale dei vecchi capitolati.

 

Ci chiediamo, quindi, come sia possibile applicare un contratto più costoso con meno soldi rispetto al 2016.


Lo scorso 28 ottobre è stata pubblicata una rettifica che aggiunge una cifra di 3.900.000 destinati alla “premialità”, aspetto poco definito e legata a risultati futuri difficilmente pronosticabili.


Ci rivolgiamo a Geofor, chiedendo garanzie e rassicurazioni per non disperdere i frutti di un confronto serrato fra i comuni, i lavoratori e l’ azienda, che può soltanto scaturire un importante scatto di dignità per i lavoratori e un miglioramento qualitativo del servizio di raccolta differenziata.


   
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: