none_o

Servono forse convegni interminabili, ospiti illustri e location spaziali per ottenere partecipazione e divertimento? Servono mezzi illimitati, spazi dedicati, progetti faraonici per riunire persone e Associazioni per un progetto comune di alto livello? Talvolta, come è successo questo sabato, basta un piccolo spazio ed una piccola occasione per ottenere risultati eccellenti e oltre ogni aspettativa. 

. . . . . . . . . . . . . per nascondere la strizza. .....
Salvini era al governo nel posto che voleva, si è .....
E' una regola: due volte al mese, primo e terzo lunedì .....
A parte il fatto che appare assai singolare mandare .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Dal mondo
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Con le “De Soda Sisters”
none_a
Presentazione libro-24 gennaio
none_a
Confcommercio
none_a
Molina di Quosa, 25 gennaio
none_a
Pisa, 24 gennaio
none_a
Pisa
none_a
Pontasserchio, 16 gennaio
none_a
di Fabiano Corsini
none_a
CSI -Centro Sportivo Italiano
none_a
Le squadre di ValdiSerchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Val di Serchio
di Marlo Puc
none_a
Nella notte fredda e bianca
la Befana un poco arranca
urge ormai di farsi l'anca
e per questo sembra stanca.

Befanotto suo marito
è davvero inviperito
dice: .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
di Moschini
none_a
Gli Amici di Pisa esprimono mo
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Pontasserchio
Premio "Domenico Marco Verdigi", al Rossini i dodici progetti vincitori

1/12/2019 - 11:42


Il sindaco Di Maio e l'assessora Scatena: "Una comunità unita nel segno della solidarietà"

Al Teatro Rossini di Pontasserchio una serata all'insegna della solidarietà.

Sono stati ben dodici i progetti vincitori del premio "Domenico Marco Verdigi", che in questo 2019 taglia il traguardo delle quindici edizioni. Alla presenza di Carla e Andrea, i genitori di Domenico Marco, e delle istituzioni, si è svolta la tradizionale cerimonia di consegna dei premi, uno degli appuntamenti più sentiti da tutta la comunità.

La serata è stata condotta da Carina Cherubini e si è conclusa con lo spettacolo della cantautrice Valentina Bagni (piano e voce). Il premio è promosso dal Comune di San Giuliano Terme e dall'associazione "Domenico Marco Verdigi" e gode del patrocinio della Camera dei Deputati e della Provincia di Pisa.

"Ancora una volta – esordisce il sindaco di San Giuliano Terme, Sergio Di Maio – tante associazioni, del territorio e non solo, hanno presentato progetti di assoluto interesse.

A dimostrazione che il premio intitolato a Domenico Marco è sempre più un punto di riferimento per il mondo dell’associazionismo e in particolare di quello impegnato per il miglioramento della vita dei bambini in difficoltà.

Colgo l'occasione per ringraziare gli enti che hanno sostenuto economicamente questa edizione del premio: la Regione Toscana, il Consiglio Regionale, il Comune di Pisa e la Società della Salute Zona Pisana".

  Ben quattro riconoscimenti sono stati attribuiti a progetti di portata internazionale che mirano appunto a supportare i bambini e le loro famiglie in stato di sofferenza.

Sono stati assegnati contributi ai progetti del comitato "Amici di Agata Smeralda" (sostegno al complesso scolastico per bambini albini e poveri a Tabora, in Tanzania), dell’associazione "Amici per l’Africa" onlus (supporto nutrizionale e sanitario per bambini e donne in nove villaggi del nord del Burkina Faso), dell’associazione "El Comedor Estudiantil Giordano Liva" (realizzazione di una scuola nel villaggio di Uttargaya, in Nepal) e dell’associazione "Venezuela Viva" onlus (sostegno alimentare e sanitario per i bambini e le loro famiglie a Barquisimeto, in Venezuela).

I bambini sono al centro anche della maggior parte degli altri progetti premiati: quelli della Pubblica Assistenza SR di Pisa (per il proseguimento del progetto "Il Cerchio di Mattia"), dell’associazione di promozione sociale "Colle Libera Tutti" (ammodernamento della casa parrocchiale per attività con bambini e ragazzi), del Centro di ascolto parrocchiale San Marco (attività di supporto scolastico, educativo, di ascolto e di facilitazione per ragazzi in condizioni di disagio) e dell’associazione "Chez nous le cirque!" (miglioramento delle condizioni di vita in àmbito ospedaliero per i bambini del reparto di pediatria del Santa Chiara).

Premiati anche due progetti destinati a ragazzi con disabilità, quello del Coordinamento Etico Caregivers (creazione di un ricettario in Comunicazione aumentativa alternativa e di laboratori di agricoltura sostenibile) e quello della sezione pisana dell’Aipd, l’Associazione italiana persone down (potenziamento e rafforzamento delle abilità sociali per giovani e adolescenti con sindrome di Down).

Due anche i progetti relativi alla sicurezza in mare premiati: quello dell’Adv "Squadra Operativa di Soccorso" (incontri nelle scuole per la salvaguardia in acqua e tecniche di cardioprotezione) e quello dell’associazione "Mare Sicuro" (acquisto di un mezzo per lo spostamento in spiaggia per monitoraggio e azioni di salvataggio).

Queste, dunque, le scelte della commissione del premio, nato per volere dei genitori di Domenico Marco in memoria del gesto eroico che costò la vita al giovane sangiulianese quel 21 agosto 2004, a Marina di Pisa.

Il salvataggio di due bambini che stavano annegando pagato con la propria vita fu premiato dall'allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, con la più alta onorificenza riconosciuta dal nostro Paese: la medaglia d'oro al merito civile.

"Non è stato semplice – prosegue Di Maio – scegliere tra i ventitré progetti presentati in relazione al budget a disposizione.

La scelta è ricaduta su questi dodici, di cui tre presentati da associazioni che partecipavano per la prima volta.

Ringrazio tutte le associazioni, i membri della commissione e soprattutto Andrea e Carla Verdigi per la generosità e l’impegno dimostrato quotidianamente in ricordo del loro figlio e a beneficio di tante, tantissime persone nel corso di questi quindici anni.

Concludo ricordando che, come ormai tradizione, l’associazione Verdigi donerà un gioco da installare nei giardini delle scuole comunali: quest’anno i beneficiari saranno i bambini della materna di Sant’Andrea in Pescaiola".

"Grazie davvero ad Andrea e a Carla – aggiunge la vicesindaca di San Giuliano Terme, Lucia Scatena – per tutto quello che fanno e che hanno fatto nel corso degli anni a beneficio dei bambini del nostro territorio e non solo.

La loro generosità rappresenta il modo migliore per ricordare Domenico Marco, onorando la sua memoria.

La nostra comunità, che ritrova la propria identità più autentica nei valori dell'altruismo e della solidarietà, non li lascerà mai soli".

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: