none_o

Se la guerra si dovesse decidere in televisione probabilmente sarebbe una guerra infinita, stante le diverse e spesso divergenti opinioni. Su tutto, sulle cause, le strategie, le soluzioni. Ma ogni opinione è di per sé, per definizione, rispettabile, se non presa per interesse personale o strategia politica. Ognuno ha il diritto costituzionale di esprimere la sua evitando sempre di offendere gli altri.

BASE MILITARE A COLTANO
. . . . . finalmente la Provincia .....
La saluto affettuosamente senza improperi…non mi .....
. . . . . . . . . . . . . . . tu sia indottrinato .....
. . . . trovatene uno bono, ne hai immensamente bisogno. .....


Quando la poesia chiama bisogna rispondere.

(di Nadia Chiaverini)


Credo che nascondere o modificare il proprio corpo che invecchia, faccia parte di un agire - imparato - che non vuole farci accedere con agio alla saggezza dell'invecchiamento.


Quando ero bambina aspettavo con entusiasmo la seconda domenica di maggio perché era la festa della mamma e coincideva con quella del paese di Migliarino dove vivevo con la mia famiglia.

Dal blog di Fulvia Ferrero (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Zelensky a sorpresa al Festival di Cannes (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Giovanni Frullano eletto segretario all’unanimità
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
MIgliarino-Vecchiano calcio
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Sentirsi come zolla di terra appena arata e accogliere i semi portati dal vento per sperare sempre in nuove messi.
Ho apprezzato moltissimo che qualcuno abbia sentito il bisogno di far conoscere la scritta di un probabile spacciatore-tossicodipendente poeta presso la .....
Comune di Calci
Il Professor Roberto Barbuti da oggi è cittadino onorario di Calci.

14/12/2019 - 18:34

Il Professor Roberto Barbuti da oggi è cittadino onorario di Calci. Il Sindaco e il Consiglio Comunale hanno conferito questa mattina, nella Sala Consiliare Rino Logli, la massima onorificenza all’ ex Direttore del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa per gli indiscussi meriti raggiunti nella promozione del Museo e di Calci. Una decisione votata dal Consiglio Comunale lo scorso 30 settembre che, all’unanimità, ha deliberato di conferire la cittadinanza onoraria al Professore Ordinario dell’Università di Pisa che per otto anni è stato alla guida del Museo.
“Una cerimonia sobria e simbolica ma molto sentita – ha detto il Sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti – da tutta la comunità che ha potuto “toccare con mano” l’impronta data dal professor Barbuti sia in termini qualitativi che quantitativi. Il lato umano e professionale uniti alla straordinaria lungimiranza dell’ex direttore hanno contribuito alla crescita esponenziale del numero dei visitatori.

La scelta delle mostre temporanee, l’acquisizione della collezione Barbero, l’acquario di acqua dolce più grande d’Italia, la costante apertura e disponibilità ad ospitare con sinergia mostre, iniziative ed eventi culturali volti a far conoscere il nostro territorio sono stati il valore aggiunto di un grande lavoro di squadra che il professore ha saputo mettere a segno col suo gruppo di collaboratori e che ha portato straordinarie ricadute per l’economia locale e la promozione del territorio. Azioni che, tradotte in numeri, hanno portato il Museo dai 21mila visitatori del 2013 ai 71mila del 2018”.  
Numeri e meriti confermati anche dai due capigruppo Francesca Meneghini e Serena Sbrana che hanno ringraziato per l’ottima gestione il professor Barbuti sottolineando le sue capacità di intercettare con entusiasmo gli interessi dei visitatori accogliendo ogni giorno nuove scommesse e sfide come ha sottolineato la nuova direttrice del Museo, la professoressa Elena Bonaccorsi, che ha letto ad una sala consiliare gremita le parole dei dipendenti che per otto anni hanno lavorato al fianco del professore. Entusiasmo, apertura, capacità di coinvolgimento, professionalità, semplicità, rapporti umani e un costante gioco di squadra sono stati il valore aggiunto dell’operato di Barbuti che da oggi entra nel libro “ideale” di chi ha fatto la storia di Calci.
“Sono onorato per questo riconoscimento che arriva dalla comunità calcesana – ha detto il professor Barbuti -. Il merito di questi risultati non è solo mio ma anche di tutto il personale che ha lavorato con me e del Comune che mi ha sempre sostenuto e seguito nell’entusiasmo di fare cose e raggiungere nuovi obiettivi. Non ho difficoltà a dire che gli anni al Museo sono stati il periodo più bello della mia vita lavorativa: ideare, realizzare e impegnarci con il mio gruppo di lavoro per poi vedere il risultato dei nostri sforzi mi ha riempito di orgoglio.

Abbiamo lavorato tanto e insieme e lo abbiamo fatto divertendoci.

Credo che non ci sia niente di più bello”.
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri