none_o

Ho assistito ad una interessante conversazione riguardo al problema della manifestazione novax del 20 giugno scorso. Qualche offesa è passata, qualche frase di troppo a mio giudizio è scappata ma certo è difficile esimersi dal classificare e definire una tale sconsiderata presa di posizione. L’articolo di giornale che riporta il fatto va giù duro e titola “La vittoria degli imbecilli: il 41% degli italiani non vuole vaccinarsi contro il Covid 19”.

Sono l'autore del libro "Litoralis" edito nel 2001, .....
Ci disse il prof. Raffaello Nardi: volete andare al .....
Come mai nel VIDEODRONE di Bocca di Serchio non è .....
. . . . . . . . . . . . . . . non capisco i virologi .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso..
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
Incontrati per caso..
di Valdo Mori
none_a
Tirrenia
none_a
Pisa, 9 luglio
none_a
Pontasserchio, 10 luglio
none_a
Molina di Quosa, 11 luglio
none_a
Bagno degli Americani
none_a
di
Bruno Pollacci
none_a
FIAB-Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 5 luglio
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
camp estivi
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
none_o
Magli Giuliano (Migliarino 24 dicembre 1928 - 20 agosto 1944)

24/12/2019 - 8:22


Magli Giuliano.
Il primo di cinque figli, quindi il più grande e quello che doveva pagare.
Pagare cosa, per chi e poi perché pagare con la vita? Non avevi ancora sedici anni!
Nessuno in casa tua era colpevole di qualcosa, solo la disperazione di un esercito in fuga, la rabbia, il dovere di obbedire ad assurdi ordini ha provocata la tua uccisione.
Ma come è stato possibile che un soldato, penso poco più grande di te, avesse “dovuto” spararti così, senza nessun motivo?
Ci ho pensato migliaia di volte e penso sempre la solita cosa, rivedo la solita scena: il soldato tedesco “assassino” che mira, spara e chiude gli occhi.
Mi serve per calmare la rabbia.
“Vi vedrò di nuovo e godrò il vostro cuore e nessuno vi toglierà mai la vostra gioia”, questo riporta la lapide sull’edicoletta vicino a casa tua, eretta in tuo ricordo, non sono riuscito a sapere quando, proprio all’incrocio con la Via Francesca.
Da qui una stradina porta al podere Passatoio, dove i tuoi avevano già apposto la tua foto, un po’ sfocata, su un piccolo cippo ed è lì che ti vengo a trovare tutte le volte che entro nella tenuta Salviati, sia dove sia il mio accesso. Ho conosciuto il signore che ora vive in casa tua, conosce la tua storia e mi ha detto che non permetterà mai che nessuno oltraggi questi luoghi.
Sarebbe bello fosse vero, ma un’altra barbarie, non cruenta come quella del ’44, ma di una inimmaginabile crudeltà, ti ha colpito.

Ti ricordi la formella blu della Madonna che avevano messo sull’epigrafe? Te la ricordi sì, ti ha fatto compagnia settanta anni!
Sono duro a volte nell’attribuire aggettivi dispregiativi a certi tipi, ma non mi viene quello da affibbiare a quel “qualcuno”, quello che ha frantumata l’immagine sacra della Madonna!
Ora sei solo, ma non aver paura, caldo o freddo, sole o pioggia, ogni due, massimo tre giorni, ti vengo a trovare, ti porto i saluti di tua sorella Anna (l’hai lasciata che aveva due mesi ed ora ha figlie e nipoti) e di suo marito Mauro, miei cari amici, e delle nuove suore, non quelle tue vincenziane con il cappellone, queste sono straniere e francescane, ma sempre dedite ad educare nella nostra solita scuola.
“Passatoio” si chiama casa e podere, quasi a rimarcare un passaggio, da quello dei nobili romani a quello dei brutali tedeschi per finire ora ad un altro transito di esseri ignobili.
Ti sei accorto che c’era qualcosa di nuovo nella pineta il 28 settembre?
Mi avevano chiesto di accompagnare un gruppo di persone per la “Festa del Parco”, sai ora tutta la tenuta è Parco, e nella passeggiata era prevista una sosta musicale. Ma dove credi che li abbia portati? A salutarti, a farti conoscere, a farti ascoltare un po’ di musica, a far capire che la barbarie continua, a vedere la storia con altri occhi.
Oggi è il Tuo Natale Giuliano, domani quello di Gesù, due innocenti sacrificati.
Buon compleanno amico mio.
Buon Natale da tutti noi.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




24/12/2019 - 9:37

AUTORE:
u.m.

Buongiorno e buon Natale a tutti i lettori.
Scrivo a parte altre notizie di quei terribili giorni del ’44 per non appesantire l’articolo che verteva su Magli Giuliano e il suo giorno di nascita.
Sulla Via del mare tutti voi avrete notato un’edicola sul fosso che la costeggia, quasi alla curva del parcheggio. Anche questa commemora altri due giovani contadini del Podere di marina: Coli Alvaro, trentun anni, e Ciardelli Settimo di venti, stessa inspiegabile esecuzione.
Anche da questo luogo di caldo ricordo è stata asportata la Madonna marmorea, sostituita dai parenti con un’immagine di carta plastificata, tanto importa il ricordo interiore più che quello di facciata. Qui non credo che il “furto” sia blasfemo, ma solo la voglia di un ricordo di “una vacanza” in luoghi storici!
Stessa sorte per la bellissima immagine in formella di maiolica azzurra che ornava l’altra edicola all’ingresso della stradina che va ai parcheggi. Quello è vero “furto d’arte”, senza diminuirne la cattiveria e la stupidità.
Ho aggiunto alla galleria foto due immagini che evidenziano questa “aggiunta”.