none_o

 

 

Questo sembra un articolo scritto a quattro mani, in realtà è solo il frutto di uno scambio di email tra chi scrive e uno scienziato e amico lontano, Guido Tonelli, che naturalmente, non ha alcuna parte nella stesura finale. Gli errori di questa chiacchierata tra amici sono miei. Grazie agli amici della Voce per avermi ridato l’opportunità di scrivere in questo spazio.

#Covid19 #EmergenzaCoronavirus
none_a
UNICOOP FIRENZE
none_a
#Covid19 #EmergenzaCoronavirus
none_a
ringrazio per la risposta di una Persona Competente .....
La bestia di Salvini sta innestando una vera bomba .....
. . . . . . . . . . . . . . li voleva anche Salvini .....
. . a differenza di altri strafalcionisti e raccattaticci .....
Libri
none_a
Cosè un ATM e un BANCOMAT
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
I "raccontini" di Michele
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Donna stanca dentro la pelle
tutto tiene su quelle spalle
Donna foglia senza l'inverno
perchè ha, quella linfa dentro

Donna mani come le fate
scioglie .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
80mila in meno - di Enrico Marro 09 gen 2020
Articolo 18, con il Jobs Act calano i licenziati

9/1/2020 - 20:38

Articolo 18, con il Jobs Act calano i licenziati, 80mila in meno

Quando uno meno se l’aspetta ecco che ritorna il dibattito sull’articolo 18. E non tanto perché quest’anno si celebra il cinquantennale della legge 300, lo Statuto dei lavoratori, che, appunto, all’articolo 18 introduceva il diritto al reintegro nel posto di lavoro per gli addetti delle aziende con almeno 15 dipendenti licenziati senza giusta causa. Piuttosto se ne torna a parlare perché il tema del ripristino dell’articolo 18, cancellato definitivamente quattro anni fa con il Jobs act (ma solo per gli assunti dal 7 marzo 2015),è stato rilanciato in questi giorni da un vasto fronte, che va dai 5 Stelle a Leu alla Cgil. Eppure i dati dicono che con l’eliminazione del reintegro (tranne che sui licenziamenti discriminatori), sostituita da un indennizzo economico, i licenziamenti non sono aumentati. Anzi, sono diminuiti, così come il contenzioso.


La Cgil è quella che più si è battuta, per ripristinare l’articolo 18. Prima raccogliendo le firme per un referendum abrogativo delle norme del governo Renzi che hanno cancellato il diritto al reintegro (referendum non ammesso dalla Corte Costituzionale nel 2017 perché «manipolativo» e non semplicemente abrogativo) e poi depositando in Parlamento la proposta di legge di iniziativa popolare («Carta del lavoro») che ripristina l’articolo 18 e lo estende alle imprese con più di 5 dipendenti. Poi 5 Stelle e Leu ne hanno fatto argomento di campagna elettorale nel 2018.

E adesso tornano alla carica, dividendo la maggioranza: contro non solo il partito di Renzi (Italia viva), ma anche del Pd.



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: