none_o

Continua, sul giornale, la storia dell'Asbuc Vecchiano dalla sua nascita fino alla situazione attuale con la costituzione del Comitato di Amministrazione Separata per i Beni Civici in rappresentanza delle frazioni di S.Frediano, S.Alessandro, Nodica, Avane e Filettole, regolarmente eletto da tutti i frazionisti. 

. . . . . . . . . . . da Londra a Tokio. . . . . .....
. . . . dicono. . . ci son stati invii di post che .....
Uno dei più bei, se non il più bello, commenti/ .....
. . . casa perché eri terrorizzato, e se uscivi .....
Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


UN IMPEGNO COSTANTE PER MANTENERE VIVO IL PASSATO E FRUIRNE ANCORA IN FUTURO

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


Veclanum prima di Vecchiano

da Umberto Mosso | Lug 29, 2021
none_a
di Cristian Rocca
none_a
Di Dario D'Angelo
none_a
di Aldo Torchiaro
none_a
Di Dario D'Angelo
none_a
È con te
Facciamo oggi quella scelta
Oggi in due ma restiamo sempre noi
È con te
Che la vita è come foglia
Noi leggeri saggi dentro vuoti mai
Sei .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
Pisa
La Buca vince il Premio Ristorazione Terre di Pisa

22/1/2020 - 13:30

 
L’Auditorium Ricci della Camera di Commercio è stato il palcoscenico della cerimonia finale del Premio della Ristorazione Terre di Pisa, la sfida enogastronomica organizzata da Confesercenti Toscana Nord e Pisa Quality Restaurants in collaborazione con la Camera di Commercio di Pisa e la concessionaria Ford Blu Bay.

 

Tante le attività presenti tra le 33, record di partecipazione, che si sono sfidate per l’ambito riconoscimento sottoponendo al giudizio della commissione un primo piatto presente nel loro menù.

Commissione composta da Bruno Monaci, Umberto Chericoni e Giuseppe Del Chicca.

 

Pisa in questa edizione l’ha fatta da padrona, dopo che negli anni precedenti il premio era stato assegnato a locali della provincia. Vincitore assoluto è stato La Buca di via D’Azeglio con il piatto “Gnudi con bottarga d'uovo e petali di tartufo bianco”.

Il locale di Carmine Iovine ha preceduto Da Rino in via Aurelia, di Stefano Marcato con suo figlio Alessio come chef, che aveva proposto “Risotto Carnaroli all'anguilla con pecorino e noce moscata”.

Il podio è completato da un ex aequo: l’Osteria Agricola Toscana Pitti & Friends di Torre a Cenaia, vincitrice dell’edizione 2018, con il piatto “Raviolo di pasta fresca al cacao ripieno di zucca bio su fonduta di pecorino con concassè di zucca e granelli di castagna tostata” e l’Osteria del Pinzagrilli di Guardistallo con la “Zuppa toscana”.

 

A fare gli onori di casa per Confesercenti Toscana Nord il presidente Alessio Lucarotti, il direttore Miria Paolicchi ed il responsabile area pisana Simone Romoli, per la Camera di Commercio il presidente Valter Tamburini ed il segretario Cristina Martelli; tra i partner storici del Premio anche Lucia Busatti, titolare dell’Agenzia Unipolsai Abc di Pisa.

 

Oltre agli attestati di partecipazione a tutti coloro che hanno preso parte alla sfida gastronomica, ci sono stati anche dei riconoscimenti speciali. Tra questi il premio del giornale Il Tirreno per la tipicità del piatto che è andato all’Osteria del Pinzagrilli e alla Cantinetta Vini di Pontedera.

Alla concessionaria Ford Blubay di Ospedaletto, rappresentata dall’amministratore Antonio Carito e dalla responsabile clienti Benedetta Rovina, era invece legato il riconoscimento per l’eleganza assegnato a Tre Salotti di Crespina e Pian di Laura Gourmet.

Infine il premio per il miglior servizio al volterrano Fornelli Osteria con Vista.

 

Il premio speciale alla memoria di Gabriele Grossi, il giovane chef pisano prematuramente scomparso nel 2018, è andato all’Osteria Il Fantasma dell’Opera di Pisa che ha ricevuto l’artistico bacino in ceramica realizzato da Elisa Cerri.

A premiare i ristoranti diversi amministratori dei Comuni della provincia; per Pisa l’assessore Paolo Pesciatini, per Pontedera il vicesindaco Alessandro Puccinelli, per Volterra l’assessore Viola Luti.

Presente anche il consigliere regionale Antonio Mazzeo.

 

E la premiazione è stata anche l’occasione per presentare l’edizione 2021.

“Sarà la diciottesima – ha detto il coordinatore Pisa Quality Restaurant Stefano Campazzi – e quindi siamo maggiorenni a testimonianza di quanto sia ormai diventato un appuntamento fondamentale per l’enogastronomia pisana.

L’obiettivo sarà ancora una volta di superare il numero record di questa edizione.

Per quanto riguarda il terreno di sfida, il prossimo Premio vedrà gli chef confrontarsi su un secondo ancora una volta presente nel proprio menù. Poi altra novità – conclude Campazzi – quello di suddividere la contesa tra ristoranti e trattoria che saranno giudicato con schede e quindi protocolli diversi.

Saranno i titolari dei locali ad indicare quindi in quale categoria iscriversi”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri