none_o

 

 

Una chiacchierata con Gabriele Santoni. Martedì 29 settembre, alle ore 17, l’Associazione dà appuntamento all’ex asilo di Molina di Quosa, per discutere di nuove povertà, con interventi di Maurizio Iacono, Armando Zappolini, Emanuele Morelli e Francesco Corucci, coordina Francesco Bondielli.

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . si fanno proposte al contrario?
Velocizzare .....
Ma se il Serchio facesse una piena seria con tutto .....
E' APPENA USCITO IL SOLE
SIAMO IN DIVERSI CHE PARLIAMO .....
. . . qui se c'è qualcuno che scappa mi pare che tu .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
SPECIALE FINALMENTE DOMENICA!
none_a
Casa Nannipieri Arte
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Oggi è il 27 Gennaio ed in questo giorno, nel 1945, i carri armati dell'esercito dell'Unione Sovietica sfondarono i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, in Polonia.
CHE IL PRESENTE SIA SGOMBRO DAGLI ORRORI DEL PASSATO

27/1/2020 - 9:13


CHE IL PRESENTE SIA SGOMBRO DAGLI ORRORI DEL PASSATO

Oggi è il 27 Gennaio ed in questo giorno, nel 1945, i carri armati dell'esercito dell'Unione Sovietica sfondarono i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, in Polonia. Nel 2005 l'Assemblea Generale delle “Nazioni Unite” designò il 27 Gennaio come “Giorno della Memoria” per ricordare le vittime dell'”Olocausto”.

Cittadini innocenti ai quali il Nazismo, addossando la “colpa” di essere ebrei, omosessuali, zingari o solo dissidenti politici, fu riservato l'internamento in campi di concentramento, che divennero campi di sterminio di massa.

Dalle ricostruzioni dell''Holocaust Memorial Museum di Washington” sono stati calcolate circa 15 milioni di vittime, delle quali 6 milioni solo di ebrei. Ma questa giornata non si limita a ricordare le vittime di questo genocidio, ed intende stimolare anche una riflessione sulle discriminazioni che ogni giorno vengono perpetrate verso coloro che vengono considerati “diversi”, per vari motivi (...per religione, etnia, disabilità, sesso, condizione economico/sociale, ecc.).

Ad ognuno di noi, nessuno escluso, che questa giornata possa offrire un'occasione profonda di riflessione sui concetti di rispetto, di fratellanza e di inclusione verso il prossimo, favorendo le condizioni culturali e di coscienza, capaci di non permettere il ripetersi di quell'immenso dramma che ha offeso e ferito irrimediabilmente l'intera Umanità.

Questa mia opera a penna è un mio piccolo contributo artistico affinchè sia viva l'attenzione verso la “Giornata della Memoria”.










Fonte: Bruno Pollacci Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




27/1/2020 - 15:18

AUTORE:
Sergio

Ricorrenza dell'apertura dei cancelli di Auschwitz 27 Gennaio 1945

Mai parole sono state così profetiche!

“Che si abbia il massimo della documentazione possibile, che si realizzino registrazioni filmate e testimonianze perché arriverà un giorno in cui qualche idiota si alzerà e dirà che tutto questo non è mai successo”
(Dwight D. Eisenhower)

27/1/2020 - 9:57

AUTORE:
René

Ogni volta che si indaga o meglio si studia approfonditamente il passato, sia recente che remoto, emergono sacrifici orrori carneficine martiri e soprusi d'ogni genere disumanamente raccapriccianti...eppure sembra impossibile!
Invece tutto è miseramente possibile quando l'intelligenza e l'amore si lasciano sopraffare dall'infatuazione e dal fanatismo.