none_o

Tornano i concerti Musikarte del Festival Musicale Internazionale Fanny Mendelssohn. Uno straordinario viaggio musicale, iniziato sette anni fa, un appuntamento ormai classico atteso con trepidazione da moltissimi appassionati. Artisti provenienti da 20 nazioni di tutto il mondo hanno portato la loro musica e il loro talento nelle dimore storiche del Lungomonte pisano, veri gioielli del nostro territorio, nei palazzi, nei teatri, nei musei della provincia di Pisa.

Invito alla partecipazione gratuita
none_a
ASBUC di:Vecchiano-Filettole-Nodica-Avane
none_a
La Redazione
none_a
Vecchiano
none_a
. . . o a Migliarino martedì?
scusate sapete come è andata l'assemblea dei soci .....
Non sta a me risolvere il caso, ci sono persone preposte. .....
Evisto? noi ci siamo chetati e te sei rimasto con il .....
Libri
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
Torna il 16 febbraio l’anteprima del Consorzio Vino Chianti e del Consorzio Tutela Morellino di Scansano
none_a
Soci Unicoop-UISP e Coop.Arh
none_a
Pisa, 1 marzo
none_a
Pontasserchio, 16 dicembre
none_a
Pontasserchio 22-23 febbraio
none_a
Pisa, 22 febbraio
none_a
L'Associazione il retone-presenta
none_a
Molina di Quosa, 16 febbraio
none_a
Ernesto va alla guerra
none_a
Il pettirosso è in procinto di partire
mentre la mimosa comincia a fiorire.
Esitano i narcisi dal color del sole
più audaci si mostrano le odorose .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
di Renzo Moschini
none_a
Riserva del Chiarone
none_a
SR-domenica 26 gennaio
none_a
di Umberto Mosso‎
IL PONTE DI GENOVA E IL PIANO SHOCK DI ITALIA VIVA

12/2/2020 - 11:11

     IL PONTE DI GENOVA E IL PIANO SHOCK DI ITALIA VIVA

 

Sprint finale per i lavori alle pile del nuovo Ponte sul Polcevera a Genova. Sono ormai in fase di completamento le pile 12 e 17 dell'opera costruita da Salini Impregilo e Fincantieri attraverso la joint venture Per Genova.

Venti cantieri all'opera in contemporanea e su più fronti, sottoterra, in elevazione e in quota che con queste ultime due pile completano le 18 strutture in calcestruzzo, alcune alte più di 40 metri che con le fondazioni possono essere paragonate a un grattacielo di circa 90 metri. Lavori che procedono in parallelo al varo degli impalcati.

E' stata issata l'ottava campata, la terza a levante nell'area di Parco Campasso, tra le pile 13 e 14 e del peso di circa 456 tonnellate: la prima campata del ponte sotto cui i genovesi potranno passare e vedere il viadotto. Completato questo varo, che porta la lunghezza complessiva visibile del ponte a 400 metri i tecnici si preparano per quello della prima campata da 100 metri, una delle 3 di questa lunghezza che scavalcheranno il fiume Polcevera.

Operazioni che vedono in campo fino a 600 persone, circa una ogni due metri di ponte, e oltre mille con l'indotto. L’Italia è un paese straordinario, con grandi risorse d’ingegno e capacità produttive, se non fosse bloccato dalla burocrazia politica e amministrativa.

Fare come a Genova, e prima ancora come fatto per l’Expò di Milano e i restauri di Pompei, è quello che Italia Viva propone per tutto il Paese attraverso la riattivazione urgente di investimenti, già stanziati, ma bloccati, per 120 miliardi di euro.

Procedure straordinarie affidate, opera per opera, a commissari competenti sotto il controllo costante dell’Autorità anticorruzione.

Tempi certi, sicurezza, occupazione, ammodernamento, nuova crescita sostenibile.

Ce la farà la maggioranza ad uscire dall’ossessione antirenziana o troverà il modo di nascondere anche questa opportunità per paura di dare ragione a Italia Viva?

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: