none_o

Tornano i concerti Musikarte del Festival Musicale Internazionale Fanny Mendelssohn. Uno straordinario viaggio musicale, iniziato sette anni fa, un appuntamento ormai classico atteso con trepidazione da moltissimi appassionati. Artisti provenienti da 20 nazioni di tutto il mondo hanno portato la loro musica e il loro talento nelle dimore storiche del Lungomonte pisano, veri gioielli del nostro territorio, nei palazzi, nei teatri, nei musei della provincia di Pisa.

Invito alla partecipazione gratuita
none_a
ASBUC di:Vecchiano-Filettole-Nodica-Avane
none_a
La Redazione
none_a
Vecchiano
none_a
. . . o a Migliarino martedì?
scusate sapete come è andata l'assemblea dei soci .....
Non sta a me risolvere il caso, ci sono persone preposte. .....
Evisto? noi ci siamo chetati e te sei rimasto con il .....
Libri
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
Torna il 16 febbraio l’anteprima del Consorzio Vino Chianti e del Consorzio Tutela Morellino di Scansano
none_a
Soci Unicoop-UISP e Coop.Arh
none_a
Pisa, 1 marzo
none_a
Pontasserchio, 16 dicembre
none_a
Pontasserchio 22-23 febbraio
none_a
Pisa, 22 febbraio
none_a
L'Associazione il retone-presenta
none_a
Molina di Quosa, 16 febbraio
none_a
Ernesto va alla guerra
none_a
Il pettirosso è in procinto di partire
mentre la mimosa comincia a fiorire.
Esitano i narcisi dal color del sole
più audaci si mostrano le odorose .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
di Renzo Moschini
none_a
Riserva del Chiarone
none_a
SR-domenica 26 gennaio
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
Salgado ritrova la bimba 'sem terra'

12/2/2020 - 13:31

Salgado ritrova la bimba 'sem terra'
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002


La piccola Joceli, immortalata dal grande Sebastiao Salgado quando era una ''menina sem terra'' di cinque anni, sporca di fango, un ritratto emblematico della fotografia mondiale, e' stata ritrovata ora che ha 21 anni. Più o meno come era accaduto dieci anni fa per la famosissima foto del 1985 della bambina afghana con gli occhi verdi del National Geographic. Anche oggi Joceli è una bracciante brasiliana senza terra, come all'epoca della copertina del libro ''Terra'', e vive con il marito e la figlia di un anno in una ''fazenda'' occupata del Parana', vicino alle Cascate di Iguazu'.
''Nella foto sembra che io stia guardando verso la macchina fotografica, ma non mi ricordo di aver visto qualcuno che mi fotografava - racconta Joceli Cruz Borges dos Santos in una reportage del quotidiano brasiliano Folha de S.Paulo - ne' la mia famiglia rammenta il luogo dove sia stata scattata. Ma a me di spiace molto essere apparsa tutta disordinata nella foto''.
Quella faccia imbrattata di terra con quello sguardo provocatorio e' invece la bellezza dell'immagine in bianco e nero lanciata con successo in tutto il mondo nell'aprile 1997 dal fotografo brasiliano, nel libro con testi di Jose' Saramago e con un cd di musiche inedite di Chico Buarque de Hollanda. Da allora Joceli ha vissuto molte tragedie. Sua madre e' stata ammazzata con un colpo di fucile quando si trovava per caso in mezzo ad una sparatoria: lei aveva 17 anni. Il padre Alipio Borges e' riuscito ad ottenere un terreno tutto suo, ma a 90 chilometri di distanza da dove Josilene e' accampata con altri protagonisti del Mst (Movimento Sem Terra).
Sedici anni fa tutta la famiglia viveva in tende nere, fatte con i sacchi della spazzatura, che sono caratteristiche dei contadini in logorante attesa della riforma agraria. Era l'auge dei ''sem terra'' che commemoravano il primo anniversario della strage di Eldorado do Carajas, in Amazzonia, nella quale 19 contadini furono massacrati dalla polizia. Salgado ha lasciato tutti i diritti d'autore della pubblicazione all'Mst e anni fa un istituto creato da lui ha offerto a Joceli l'opportunita' di studiare a San Paolo.
''Non saprei cosa dirgli se oggi incontrassi Salgado - ammette la ragazza, che e' ingrassata da allora, ma ha sempre quegli occhi chiari ammalianti -. Non sono andata a San Paolo per non allontanarmi dalla mia famiglia. Penso che studiare non conti più di tanto per me. Adesso voglio conquistare il mio pezzo di terra''.
Il terreno dei suoi sogni e' stato occupato cinque anni fa dai sem terra, ma i latifondisti cercano, moltiplicando le cause, di recuperare la ''fazenda''. Joceli ha anche un altro sogno: ''Vorrei tanto, se possibile, due esemplari del libro ''Terra'' con la mia immagine sulla copertina: uno per me e mia figlia Joslaine, e l'altro per mio padre''.
Il ritrovamento di Joceli ricorda l'incontro in Afghanistan del fotografo americano Steve McCurry con Sharbat Gula nel 2002. La rivista ''National Geographic'' aveva pubblicato diciassette anni prima una delle sue copertine piu' celebri, quella di una ragazzina afghana con magnetici occhi verdi e coi capelli semi-coperti da uno scialle ocra. Ci vollero due mesi a McCurry per ritrovare e fotogafare di nuovo Sharbat, sposata, con tre figli, e con il volto che sarebbe stato irriconoscibile se non fosse per il suo straordinario sguardo, sempre intatto.

Fonte: Oliviero Pluviano - Ansa, 25 agosto 2012
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: