none_o

 

 

Una chiacchierata con Gabriele Santoni. Martedì 29 settembre, alle ore 17, l’Associazione dà appuntamento all’ex asilo di Molina di Quosa, per discutere di nuove povertà, con interventi di Maurizio Iacono, Armando Zappolini, Emanuele Morelli e Francesco Corucci, coordina Francesco Bondielli.

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . si fanno proposte al contrario?
Velocizzare .....
Ma se il Serchio facesse una piena seria con tutto .....
E' APPENA USCITO IL SOLE
SIAMO IN DIVERSI CHE PARLIAMO .....
. . . qui se c'è qualcuno che scappa mi pare che tu .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
SPECIALE FINALMENTE DOMENICA!
none_a
Casa Nannipieri Arte
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Cascina verso le elezioni per il nuovo Sindaco
CascinaOltre, “La coerenza paga il prezzo più alto, ora avanti con ancor più decisione"

19/2/2020 - 19:02

CascinaOltre, “La coerenza paga il prezzo più alto, ora avanti con ancor più decisione"

Ormai da quasi un anno Cascina Oltre aveva intrapreso una faticosa strada per unificare tutte le forze democratiche, antifasciste e progressiste sotto una grande coalizione che avesse la forza di poter superare la stagione fallimentare della destra cascinese e populista.

Coerentemente con la nostra visione iniziale, chiedevamo a tutte le forze politiche in campo di fare un passo indietro, di valorizzare le belle esperienze che hanno in questi anni fatto da argine alle derive populistiche e alle ricette di odio. Chiedevamo a tutti un bagno di umiltà e maggiore democrazia partecipata.

Abbiamo atteso, abbiamo sperato, abbiamo anche subito abbandoni al nostro interno per promuovere uno spirito di coalizione.

Senza ripercorrere ogni singolo passaggio, ogni discorso e ogni silenzio dei nostri interlocutori, ci siamo dovuti trovare a prendere atto che una volontà di partecipazione democratica reale, e non solo enunciata, non pare possibile a Cascina, dove logiche di correnti dominano ancora la scena.

Ieri sera il PD, dopo tutti gli atti unilaterali sin qui condotti, ha scelto nuovamente di non scegliere la partecipazione dei cittadini alle scelte politiche del territorio, regalando a tutti l’ennesima pagina di politica con la “P” minuscola.

Cascina Oltre ha l’imperdonabile responsabilità politica di essere coerente con una idea di democrazia che parta dal basso e che con i cittadini costruisca un patto di lealtà e trasparenza.


Il detto meglio soli in Politica non vale, eppure oggi ci troviamo costretti a ricorrervi: soli nella coerenza, soli nella volontà di intercettare quella società civile, quella Cascina che non vede nelle diversità il Diverso, ma un valore culturale di crescita, che vede nelle scuole non staccionate da tinteggiare ma la palestra stessa della coscienza civica delle nuove generazioni.

Non abbiamo, finora, designato un nostro candidato, con la speranza, nutrita fino all’ultimo, che fosse possibile riunire una coalizione di centrosinistra più ampia possibile. Questa coalizione, oggi dobbiamo prenderne atto, non esiste più.

Proprio per questo, il nostro progetto, aperto ed inclusivo, non si arresta qui.
Abbiamo il dovere di continuare a rappresentare chi, in questi mesi, ci ha dimostrato un sostegno sempre più ampio e trasversale, e di riaffermare con convinzione le nostre idee e la nostra volontà di andare oltre, anche attraverso una proposta plurale, civica e innovativa capace di riunire tutte le forze e le anime del centrosinistra, politico e civico.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: