none_o



Orazio Riminaldi non è il mio pittore preferito. Dunque, credetemi: la decorazione della cupola della Cattedrale di Santa Maria Assunta di Pisa è davvero una “figata pazzesca”. La cominciò nel 1627, a trentaquattro anni, morì a soli trentasette anni di peste bubbonica. Aveva investito molto nella sua formazione di artista. Quando capiremo che investire nella formazione è un punto strategico?

. . . . . . . . . . ovvero i giornalisti seri e bravi .....
Il PD del vescovo Letta ha tolto la tari alla chiesa, .....
Con le nuove aliquote irpef come al solito ci rimettono .....
. . . tutti noi bravi soldatini bersaniani-cuperliani .....
....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

di Riccardo Ricciardi
none_a
di Anna Ferretti e Michele Passarelli Lio (Coordinatori Provinciali)
none_a
di Renzo Moschini
none_a
I Consiglieri di Vecchiano Civica
none_a
Comitato Comunale di Italia Viva Pisa
none_a
Molina di Quosa, 10 dicembre
none_a
Marina di Pisa, 3 dicembre
none_a
L'arte di fare l'olio a Vicopisano
none_a
Circolo ARCI Migliarino
none_a
Ai Circoli ARCI di Filettole e Nodica, sab.4 dic.
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Seduto al freddo e piove neve
Ma non ti nota quella gente
Con quello sguardo cerchi aiuto
Tu sei per loro inesistente
Mentre tu geli fra il cartone
Passan .....
Buongiorno, stamattina anche complice il forte vento e' caduto un palo della luce stradale in via d'ombra zona largo tazio Nuvolari, solo il "caso" a fatto .....
di Francesco Mati
Bene via libera da Regione alla vendita a domicilio di piante, semi e fiori.

11/4/2020 - 11:29

Coronavirus, Confagricoltura: “Bene via libera da Regione alla vendita a domicilio di piante, semi e fiori. Ma è una goccia nel secchio vuoto dell'economia”


Il presidente Mati: “Investire nel verde pubblico e incentivare il verde privato per aumentare la pulizia dell'aria”


Firenze, 11 aprile 2020 - “La vendita per corrispondenza permette perlomeno un piccolo recupero di liquidità. Ma è una goccia nel secchio vuoto dell'economia del settore florovivaistico”. Francesco Mati, presidente della sezione prodotto vivaistico di Confagricoltura Toscana, commenta così il via libera da parte della Regione Toscana, alla vendita on line e a domicilio di fiori, semi e piante ornamentali: le aziende florovivaistiche e i centri di giardinaggio, che non rientrano tra le attività essenziali, devono rimanere chiusi, come stabilito da decreti governativi per il contenimento della diffusione del Coronavirus, ma grazie all'ordinanza regionale possono vendere piante fiori e prodotti on line, o comunque a distanza, con consegne a domicilio o per corrispondenza (evitando contatti personali inferiori a 1,80 metri, e rispettando le norme igieniche e sanitarie in tutta la filiera, dal confezionamento alla consegna).
In un settore in cui, a causa della pandemia Covid-19, “il motore della macchina delle spese va al massimo regime, mentre quello degli incassi gira al minimo”, l'apertura della Regione “offre piccoli spiragli per quelle imprese che sono già organizzate o che facilmente possono attrezzarsi per le vendite a domicilio.”

 Per Mati stanno “riemergendo una passione e un attaccamento alla cura del verde” che sia su balconi, su terrazze, o nei giardini. Un segnale di inversione di tendenza: “Prima la vita frenetica ci faceva apparire il giardinaggio come una perdita di tempo. Adesso invece molte persone hanno rivalutato l'importanza che rivestono anche semplici e piccole sistemazioni verdi, sui balconi, in terrazza, anche per la pulizia dell'aria.” Curare piante e fare giardinaggio è un piacevole passatempo, e fa bene anche all'ambiente.
A causa della pandemia Covid-19 il mercato del “verde” ha subito una contrazione del fatturato: 70% in meno per settore floricolo e il 50% del settore vivaistico “che era partito molto bene a gennaio e febbraio e ai primi di marzo”.
Confagricoltura pensa al dopo emergenza e alle soluzioni per aumentare in maniera esponenziale il consumo di piante: “Bisognerebbe per esempio continuare nel rinnovamento di alberature urbane senescenti (arrivate a fine carriera urbana), e dotare tutte le aree periferiche, industriali e sportive, di un'adeguata massa di verde, in grado di aumentare in maniera esponenziale la pulizia dell'aria. E' stato dimostrato in questi giorni che laddove ci sono problemi di qualità dell'aria il Coronavirus ha colpito in modo più violento. Dovremo aumentare gli investimenti nel verde pubblico ma incentivare anche quello privato perché, come ci dicono studi universitari, anche il verde privato contribuisce alla pulizia dell'aria quanto quello pubblico.”
Come incentivo Mati propone il raddoppio del bonus verde: “Adesso permette di portar in detrazione 1800 euro su 5000 euro di investimento in 10 anni, e così non ha funzionato, se non per i condomini dove è cumulabile: sarebbe appetibile con un'imponibile a 10000 euro e un'aliquota al 70%”.




























 
 




























































Fonte: Lorenzo Galli Torrini
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri