none_o

L’impoverimento del linguaggio e l’incapacità di descrivere le proprie emozioni è una delle principali cause dell’aumento di violenza nella sfera pubblica e privata ma anche responsabile di una accertata riduzione della nostra intelligenza.

. . . . . . . . . . . . . . . . è il mio suggerimento .....
. . . ancor di più se avessi il tuo indirizzo mail, .....
. . . t' accontento. Una cosa giusta l'hai detta : .....
Un vecchianese; un pole di la sua ricalcando un pensiero .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Spazio Donna.
Perché la memoria non sia persa.
none_a
Dal web
none_a
Franca
none_a
La bellezza è negli occhi di chi guarda
di Luigi Polito e Sandro Petri
none_a
San Giuliano Terme, 20 febbraio
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Elezioni del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
none_a
Alberto Zangrillo - covid
none_a
Circolo Arci Vasca Azzurra Nodica
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Accade a volte
che in sere con orli d'autunno
il ricordo sovvenga di quando
sul finire di scale e cortili
cosparsi nel vento
folle divenni,
senz'altro .....
Con grande dispiacere e soltanto casualmente in questi giorni sono venuta a conoscenza della morte del Dottor Assanta. Ritengo sia stato un esempio di .....
Angori e Picchi: “In un periodo di isolamento sociale forzato diventa indispensabile per le istituzioni garantire con tutti mezzi processi e percorsi di antidiscriminazione”
Rete Ready: la Provincia di Pisa conferma l’adesione anche per l’anno 2020.

16/4/2020 - 13:13

Istituzione dei Comuni per il governo dell’area vasta Scuole, Strade e Sistemi di trasporto, Territorio e Ambiente Gestione associata di servizi e assistenza ai Comuni


Rete Ready: la Provincia di Pisa conferma l’adesione anche per l’anno 2020. Angori e Picchi: “In un periodo di isolamento sociale forzato diventa indispensabile per le istituzioni garantire con tutti mezzi processi e percorsi di antidiscriminazione”

 
Pisa, 16 aprile 2020

– La Provincia di Pisa conferma l’adesione alla Rete Ready- Rete delle Pubbliche Amministrazioni per l'Antidiscriminazione anche per l’anno 2020. “Nell'ambito delle proprie competenze istituzionali in materia di promozione delle pari opportunità e di contrasto alle discriminazioni, la Provincia di Pisa ha aderito nel febbraio 2019 alla Rete Ready, autorizzando la sottoscrizione della relativa Carta d’Intenti e promuovendo iniziative di studio e di approfondimento su queste importanti tematiche”, afferma il Presidente Massimiliano Angori.

“L’Ente provinciale peraltro è attivo già da molto tempo sul tema del contrasto alle discriminazioni di genere (all’interno del più generale contrasto ai fenomeni discriminatori e di ostacolo alle pari opportunità che la legge 56/2104 assegna alle Province come funzione fondamentale ndr): questa direzione è confermata anche da una particolare attenzione alle tematiche suddette, esercitata proprio attraverso un’apposita delega alla Consigliera Provinciale Olivia Picchi”. “Un’adesione che in questo clima di emergenza sanitaria da Covid19, dove in alcuni casi l’isolamento forzato può estremizzare la discriminazione di genere a molti livelli, diviene ancora più importante perché sottolinea la necessità, da parte delle istituzioni, di vigilare su questi temi”, spiega la Consigliera alle Pari Opportunità, Olivia Picchi.

 

“L'azione delle Pubbliche Amministrazioni è infatti fondamentale per promuovere sul piano locale politiche che sappiano rispondere ai bisogni delle persone, contribuendo a migliorarne la qualità della vita e creando un clima sociale di rispetto e di confronto libero da pregiudizi. Le politiche di inclusione sociale sono un elemento imprescindibile e un dovere civico che noi amministratori abbiamo l'obbligo di perseguire, per realizzare una convivenza reale e benefica per tutte le parti che compongono la nostra collettività.

L’accordo 2020 con la Regione Toscana re-impegna, infatti, i firmatari a realizzare azioni di informazione e sensibilizzazione sulla tematica relativa al contrasto alle discriminazioni multiple, rivolte a tutta la popolazione, al personale dipendente degli Enti partecipanti, al personale impegnato in campo educativo, scolastico, socio-assistenziale e sanitario, di locale e delle direzioni territoriali del lavoro, e in ogni caso li impegna a dare avvio ad un’ampia concertazione ed ottimizzazione delle risorse; l’accordo mette a disposizione per tutti gli enti con popolazione superiore a 25.000 abitanti un piccolo finanziamento di sostegno alle attività”, conclude la Consigliera Picchi.
 

 
 
 
 
 

Fonte: Portavoce del Presidente Sara Rossi
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri