none_o

 

 

 

Contro la pandemia Jacinda Arden, premier della Nuova Zelanda, ha scelto la via più drastica: lockdown generale e chiusura delle frontiere. Con empatia, pragmatismo e coraggio ha fermato il covid-19, sconfitto la destra populista e vinto le elezioni. Bruno Ferraro, da Auckland, ritrae Jacinda come una leader che può dare una lezione magistrale ai politici occidentali su come gestire una crisi.

. . . detto tra noi sono solo un brigante, non un .....
. . . non immaginerebbe mai.
Ho sentito un "uccellino" .....
. . . si assuma la responsabilità di esporsi con nome .....
Delle idee di questa signora non mi interessa granchè. .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Marco Galice, insegnante
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Poste Italiane comunica
none_a
Primo corso online di scrittura per la scena
none_a
San Giuliano Terme
none_a
A breve in libreria
none_a
di Lorenzo Tosa
none_a
Per effetto del DPCM del 3 novembre 2020
none_a
Quarantesimo della morte del Cav. Vittorino Benotto
none_a
Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 14 novembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Prima strillano che va riaperto tutto, contestano l'emergenza, negano la pandemia, gridano al complotto! . . . poi, QUANDO ESPLODE LA SECONDA ONDATA, .....
E' semplice: positivo al 1° e 2° tampone. . dopo 21 gg la asl mi dà la liberatoria. Al 23° giorno, per mio scrupolo, e da privato. . effettuo 3° .....
San Giuliano Terme
30 mila euro per il tratto comunale dell'itinerario ciclopedonale "Puccini"

27/4/2020 - 10:24


L'assessora Vanni: "Lavori partiti, riscoprire il percorso come punto di riferimento del turismo locale"

Partono oggi, lunedì 27   aprile, i lavori di ripristino e messa in sicurezza del   percorso ciclopedonale "Puccini"  lungo il fiume Serchio, nel tratto da Pontasserchio (Teatro Rossini) a Cerasomma (territorio provinciale di Lucca).

Risale allo scorso 28   novembre la delibera di Giunta che sancisce l'accordo fra Comune di San Giuliano Terme e Provincia di Pisa per la progettazione e la realizzazione dei lavori (gli 8 km di questo percorso furono realizzati nel 2011 da Comune e Regione).

L'intervento di ripristino e messa in sicurezza che parte oggi ammonta a 30 mila euro e va a risolvere il lieve ma diffuso stato di degrado di questo tratto dell'itinerario.

I lavori si concluderanno il 24 maggio.

La responsabile del progetto è la dottoressa Elena Fantoni (responsabile del Servizio Ambiente del Comune di San Giuliano Terme) che si avvale del supporto tecnico della provincia di Pisa, nella persona dell'ingegner Erika Banti. L'impresa incaricata dei lavori è la Ditta Giusti Leonetto Snc di Pisa. 

"La ciclabile Puccini è un elemento importante per il nostro territorio - afferma l'assessora all'ambiente Daniela Vanni -, sia sotto il profilo turistico che come luogo ad accesso libero per la pratica di attività all'aria aperta importanti per il benessere e il buon vivere dei nostri cittadini.

Si tratta poi di una tessera importante della rete ciclopedonale che sogniamo di poter realizzare nel nostro territorio,  oggi frammentato per la presenza di infrastrutture viarie che rendono difficile la connessione tra le frazioni attraverso la mobilità dolce (che sia la bicicletta o la passeggiata).

Anche in quest'ottica, nel  maggio 2018 avevamo partecipato a un bando regionale presentando il progetto di un nuovo tratto ciclabile che collegasse la ciclabile Puccini con la stazione ferroviaria di San Giuliano Terme, attraversando le frazioni di Orzignano e Pappiana.

Il progetto è stato giudicato positivamente ma non è stato finanziato. Resta comunque un nostro obiettivo e speriamo si possa concretizzare, come altri percorsi ciclopedonali, entro la fine del mandato".

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




28/4/2020 - 18:50

AUTORE:
nll

Non ci dobbiamo poi dimenticare che la Regione Toscana ha in progetto la realizzazione della Ciclopista Tirrenica, per la quale stanno arrivando finanziamenti anche europei, che da Roma si dovrebbe spingere a nord fino al confine francese e interessando anche il lungo costa toscano.
Diventa perciò ancora più importante completare il tratto mancante della ciclopista di Puccini da Nodica verso il mare, perchè così si incrocerebbe la pista di Puccini con la Tirrenica. Si metterebbe in tal modo a disposizione degli appassionati un percorso che in pochi chilometri unirebbe Pisa, Lucca, la Versilia, il resto della costa e una grossa parte della Toscana.

28/4/2020 - 16:30

AUTORE:
nll

finalmente il Comune di San Giuliano interviene sull'annosa questione della Pista ciclopedonale di Puccini, il cui progetto risale a più di dieci anni fa e che poi si è arenato.
Rimane da completare il tratto Pontasserchio-Nodica-Migliarino-Marina di Vecchiano, il tratto di Ripafratta che si potrebbe allestire sul muraglione fra Ozzeri e Serchio, evitando così l'uscita su strada, (basterebbero i 100-150 metri sul muraglione, da percorrere con bici a mano e risistemare il fondo del tratto lucchese da Cerasomma a Ponte San Pietro (qui la pista di Puccini si riallaccia al percorso del Parco Fluviale di Lucca) completando così l'intero percorso Lucca-Marina di Vecchiano, per poi arrivare a Viareggio.
Sarebbe una magnifica pista ciclopedonale al servizio di cittadini e dei sempre più numerosi turisti amanti del turismo "dolce".
Speriamo

27/4/2020 - 18:56

AUTORE:
P.G_

Finalmente davvero!!La pista era effettivamente in cattive condizioni. Queste sono opere straordinarie ma abbastanza inutili se non vengono utilizzate anche a fini turistici. L'idea della pista Puccini aveva, in origine, proprio questo scopo, di portare il villeggiante in bici (sempre di più, specie stranieri) da Lucca a Massaciuccoli, i luoghi del Maestro.
Mancava, e manca, il pezzo di Vecchiano. Gli interessati possono leggere tutti i particolari, i perchè e i per come in questo bell'articolo di Sandro Petri.

http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=28068&page=0&t_a=ciclovia-puccini-una-storia-italianadi-sandro-petri

27/4/2020 - 16:38

AUTORE:
Amante

Finalmente dopo anni di abbandono viene ripristinata questa bella pista ciclopedonale che da Pontasserchio conduce fino a Ponte San Pietro . L'ideale sarebbe poter completare l'antico progetto anche con la quota spettante al comune di Vecchiano e arrivare fino a Bocca di Serchio.

27/4/2020 - 16:31

AUTORE:
Ciclista della domenica

Finalmente un articolo che affronta il problema delle piste ciclopedonali,un argomento spesso off limiti delle Amministrazioni comunali. San Giuliano sta finalmente affrontando il problema del ripristino della PUccini prima che diventi irrecuperabile e spero che i progettisti inseriscano dissuasori per le auto e i camioncini che spesso vi stazionano. Vecchiano è in grande ritardo condizionata in gran parte dall'atteggiamento irresponsabile dell'Asbuc, ma dopo le cave speriamo riescano a trovare un accordo anche per il completamento della Puccini vecchianese. C'è poi l'accesso al mare, un argomento che prima o poi dovrà essere affrontato.

27/4/2020 - 15:39

AUTORE:
veccchianese

Caro Giacomo come sarebbe bello se anche il Comune di Vecchiano si decidesse a finire ( fare ) il pezzo di ciclabile che gli spetta.
" Ma il suo mistero è chiuso in se ". Già perchè da noi la " Puccini " inizia, più o meno, dove c'è la stazione di raccolta delle Geofor. E da lì al teatro Rossini e un po' lunga. Servirebbe un' Opera...