none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
San Giuliano Terme, 3 luglio
none_a
Di Umberto Mosso(a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
San Giuliano Terme
Ordinanza del sindaco Di Maio in attesa della riapertura degli esercizi per la cura della persona

14/5/2020 - 16:25

Ho firmato una nuova ordinanza, la numero 53, con cui dispongo la liberalizzazione totale di orari e giorni di apertura delle attività di acconciatori, parrucchieri, barbieri, estetisti (compresi tatuaggi e piercing).


Questa ordinanza vale NON APPENA il governo o la Regione ufficializzeranno la ripartenza, distribuendo i rispettivi protocolli per lavorare in tutta sicurezza. Quindi NON è un invito ad aprire subito.

Si tratta di una misura pensata e condivisa con la vicesindaca con delega alle attività produttive, Lucia Scatena.

Riteniamo importantissimo per i professionisti e gli esercenti di questi settori garantire una ripartenza immediata adottando tutte le misure di sicurezza necessarie, a cui, peraltro, sono abituati da sempre.
Veniamo così incontro alle richieste di cui si sono fatte portatrici anche le associazioni di categoria, che approfittiamo per ringraziare nuovamente. Un'amministrazione locale, di più, non può fare.

Ora si muova chi di dovere.

 

Sergio Di Maio

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri