none_o

 

 

 

Cronaca della prima regata dell’America’s Cup, tra un Forza Italia e un Forza Nuova Zelanda, con disappunto del nostro corrispondente sul giro di miliardi spesi in una gara in cui la vela non c’entra niente; ecco quindi, per contrasto, il riferimento al Maori e alla sua antica canoa. E poi la polemica: i monoscafi volanti sono ancora barche a vela?

. . . . . . . . . . . . . fai stiantà dal ridè. .....
A seguito di accertamenti circa la sua veridicità .....
Non ero convinto della rassegna stampa ma c'ero cascato. .....
Faccio un appello alla redazione della Voce del Serchio .....
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Natale 2020

Un angelico coro sopra la capanna
l'amore sviscerato della mamma
il calore del bue e dell'asinello
il vagito del dolce Bambinello
le .....
25 PERSONE SOTTO L'OMBRELLO AD ASPETTARE IL SERVIZIO CHE NON ARRIVA MAI, A METATO C'ERA UNA DIRETTRICE VALIDA CHE FACEVA GIRARE TUTTO BENE L'HANNO TOLTA. .....
Il rispetto dell'ambiente
Sì ai progetti innovativi e sostenibili, no al consumo di territorio

25/7/2020 - 13:18

Sì ai progetti innovativi e sostenibili, no al consumo di territorio
 
Il rispetto dell'ambiente non è un 'vincolo'
 
I progetti del Parco tra agricoltura di qualità, turismo ambientale e cura del territorio
 
«Ci spiace leggere che per il Sindaco di Pisa le regole per il rispetto dell'ambiente siano 'vincoli'. Forse non vuole ricordare che le zone del litorale che più hanno bisogno di interventi di recupero stanno fuori dal territorio Parco - così il presidente dell'Ente Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli Giovanni Maffei Cardellini – Per quanto riguarda il piano strutturale, nella parte che pertiene al Parco, ribadisco che siamo favorevoli a progetti di sviluppo che rispettino l'ambiente e che incentivino l'agricoltura di qualità e il turismo sostenibile. Siamo contrari invece a progetti senza visione strategica la cui unica logica è quella del consumo del territorio e della trasformazione immobiliare». «Il Parco sta diventando un laboratorio per lo sviluppo sostenibile, che promuove agricoltura di qualità, turismo ambientale, manutenzione e cura del territorio, grazie ai progetti che stiamo portando avanti» continua Cardellini.
 
«Turismo attento all'ambiente come quello promosso con la campagna 'Spiagge del Parco' e come quello che incentiveremo grazie ad un piano che individuerà per tutti gli edifici di San Rossore, di proprietà dell'Ente, una destinazione d'uso e un percorso per programmare interventi di recupero mirati alla creazione di nuovi poli ambientali e turistici, a partire dalla Villa del Gombo che stiamo già restaurando. Con la nostra azienda agrozootecnica biologica e tecnologica, costituita da un allevamento allo stato brado di 200 mucche e oltre 30 cavalli di razza e di campi coltivati a fieno e foraggio biologico, proponiamo un modello di agricoltura di qualità che miriamo ad esportare fuori dai nostri confini e non viceversa, che permetta di evitare situazioni come quella dell'anno scorso a San Piero a Grado, risolta grazie al nostro intervento. Insieme ad altri partner pubblici e ad aziende agricole private stiamo realizzando importanti lavori di cura del territorio che consistono in protezione dal dissesto idrogeologico, regimazione idraulica, utilizzo delle fonti rinnovabili, valorizzazione della biodiversità, recupero di aree degradate, incentivazione della filiera corta, grazie al finanziamento regionale di 3 milioni di euro ottenuti con il progetto Pit-Pianura Pisana». «Ci aspettiamo quindi proposte, idee e innovazione invece di sterili attacchi» conclude il Presidente.
 
Ufficio stampa Raffaele Zortea  
ufficiostampa@sanrossore.toscana.it
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/7/2020 - 16:27

AUTORE:
Giorgio Gentilini

Il consumo del suolo, è stato determinato dall’espansione delle città e dei paesi, sparsi sul territorio, nel corso soprattutto dell’ultimo secolo.

Le bonifiche sul territorio di pertinenza fluviale operate dalla politica, nel corso degli ultimi secoli, ed il sovralzo ed il rinforzo degli argini dei fiumi e dei torrenti, hanno causato una sostanziale riduzione delle aree di pertinenza fluviale, incrementando nel tempo la corrente nelle loro piene, producendo alle loro foci l’erosione litoranea.

Un esempio ben evidente lo troviamo sul litorale pisano, con l’edificazione di Marina di Pisa nel 1878, ed il contemporaneo sviluppo dell’erosione costiera a Boccadarno con il progressivo evolversi sul litorale pisano.

Comunque state sereni, il rimedio (seppur datato) esiste:

https://larno.ilgiornale.it/2020/07/24/erosione-costiera-pisana-ecco-come-si-puo-contrastare-in-modo-efficace/