none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Bagno degli Americani
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
. . . del mestiere sono stati tratti in inganno da .....
A parte che Giorgio Gori, dopo le ultime uscite in .....
Noi siamo velli che UN FRIGGO MIA 'OLL'ACQUA, siamo .....
“E’ una bugia dire che si difendono i lavoratori .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Tirrenia, Bagno degli Americani
none_a
Marina di Pisa, 14 agosto
none_a
Tirrenia, 14-15 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
GIOVEDI 13 AGOSTO LA SESTA TAPPA
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
Marina di Pisa, 7-8-9 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Di Marlo Puccetti
none_a
#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Parco di San Rossore
Il Parco di San Rossore è una risorsa

25/7/2020 - 21:05


Il Parco di San Rossore è una risorsa, Conti con la Lega il vero corpo estraneo

Conti è solo l’ultimo di una serie di amministratori senza idee che prova a scaricare la colpa delle proprie mancanze sul Parco di San Rossore.

Il Parco per sua natura esprime dei vincoli, ma vincoli ad uno sviluppo vecchio e senza futuro, mentre rappresenta uno straordinario valore aggiunto per uno sviluppo sostenibile che guarda lontano.

Il “corpo estraneo”, come lo chiama lui, ha permesso al territorio di non morire coperto di cemento, ha incentivato la nascita di esperienze agricole incentrate sulla sostenibilità che trovano ampio successo, ha ottenuto importanti riconoscimenti in Europa e nel Mondo (Riserva MAB UNESCO).

Il problema semmai è come si intende il territorio: forse Conti ha un idea di territorio asservita agli interessi del mattone e di chi vuole semplicemente fare come gli pare…ma abbiamo fin troppi esempi di dove porta questa strada.

Noi crediamo, invece, che la sfida del Parco vada continuamente rilanciata e valorizzata: il parco deve costituire il cuore del territorio. Il cuore naturalistico, certo, ma anche il fulcro da cui rilanciare un diverso modello di sviluppo che tenga insieme le esigenze dei cittadini (che si sono riversati in massa a San rossore alla fine del Lock down, alla faccia del corpo estraneo…) e quelle del territorio.

Un’amministrazione che non pensa alla speculazione ma al bene comune dovrebbe lavorare in sinergia col Parco e, casomai, stimolarlo, aiutarlo e perché no, provocarlo per immaginare un futuro del territorio. Ma per far questo serve una visione, sono necessari strumenti di conoscenza, avere la capacità di guardare cosa succede nel resto del mondo, avere il coraggio di abbandonare modelli sociali ed economici che non funzionano più e progettarne di nuovi in cui le esigenze economico-sociali e quelle di conservazione naturalistiche e sostenibilità ambientale non siano contrapposte. È questa la sfida oggi rappresenta dalla redazione del nuovo Piano del Parco.

Forse il sindaco Conti si è confuso, quando parlava di corpo estraneo e si riferiva ad una realtà che sta nei confini del parco e che va subito chiusa: Camp Darby, in quel caso siamo al suo fianco!

Diritti in comune: Una città in comune – Rifondazione comunista – Pisa Possibile










Fonte: Tiziana Nadalutti
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: