none_o

Correva l’anno 1867 quando Henry Nestlè comunicò alla stampa di aver salvato la vita ad un bambino prematuro la cui madre non poteva allattarlo perché gravemente malata. Disse di averlo nutrito con un prodotto costituito da “latte svizzero intero con l’aggiunta di cereali cotti al forno con un procedimento speciale di mia invenzione”. Era nata la famosa farina lattea che procurò al signor Nestlè ingenti guadagni....

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . e io che credevo che Marcella fosse autonoma, .....
. . . a pancetta. . . come l'ex forummista LdB (se .....
. . . cambi canale quando lo vede.
Forse lo invitano .....
. . . . se non tutte le puntate e tutte le sere di .....
Pisa, 3 ottobre
none_a
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Molina di Quosa, 29 settembre
none_a
Molina di Quosa, 25 settembre
none_a
Marina di Pisa
none_a
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
Pisa, 20 settembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
di Andrea Paganelli, politico
GIÀ.. E IL REFERENDUM? PENSO CHE AL REFERENDUM VOTERÒ NO.

4/8/2020 - 13:19

GIÀ.. E IL REFERENDUM? PENSO CHE AL REFERENDUM VOTERÒ NO.
Si è fatta una propaganda enorme sul costo (come se fosse solo quello il problema) del Parlamento per arrivare ad una "ciofeca" di provvedimento "populista" per ridurre il numero dei parlamentari.

Le riforme serie per essere efficaci dovrebbero essere inserite in un quadro di semplificazione che aumenta l'efficienza degli stessi organi, cosí non è stato fatto, preferendo rincorrere qualunquismo e populismo, e aumentando con ciò la distanza tra i cittadini e i loro rappresentanti, che avranno ancora più difficoltà a raccordarsi con il territorio di cui sono espressione (Rapporto tra cittadini ed eletti).

Saranno i così le "oligarchie" dei partiti a contare di più, altro che il "popolo"! I meccanismi di funzionamento restano infatti gli stessi, due organi "doppioni", due sedi, due presidenze, due uffici di presidenza, due apparati e segreterie, tempi doppi di funzionamento per l'approvazione delle leggi, doppie procedure etc. "Ma così si riducono i costi" si dice.. Bene, per chi non lo sa il Parlamento incide sul bilancio dello Stato per lo 0,21%, capito bene? Non il 21... lo 0,21%.., e la maggior parte dei costi è determinata semmai dai meccanismi di duplicazione che ho citato, che comportano impiego di risorse e personale, che al contrario restano inalterati. Altra cosa sarebbe stata abolire il Senato, trasformandolo in "camera delle Regioni", al posto della "conferenza Stato-Regioni" (Altro organo che rimane) nel quale le Regioni stesse avrebbero trovato un coordinamento tra loro più funzionale e più efficace, e l'abbiamo visto con il Covid di quanto ce n'è bisogno... Ma il populismo non si ferma, ed ora anche chi non è d'accordo non si pronuncia perché teme di perdere consenso, ecco perché è stato sbagliato accorpare il referendum con le elezioni, cosa che la stessa costituzione indica di non fare, una forzatura bella e buona. sostanza chi aveva un collegio elettorale di 200.000 cittadini con la riforma lo avrà di 400.000 con maggiori difficoltà per seguire il territorio di appartenenza, altro che avvicinare la politica ai cittadini...

L'ultima furbata è stata quella di abbinare il referendum con le elezioni regionali, infatti non ne parla nessuno, quando invece le riforme costituzionali richiederebbero un approfondimento adeguato e specifico appositamente dedicato.

Per questi motivi penso che al referendum voterò NO, non mi faccio prendere in giro, voi fate come volete

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: