none_o

Correva l’anno 1867 quando Henry Nestlè comunicò alla stampa di aver salvato la vita ad un bambino prematuro la cui madre non poteva allattarlo perché gravemente malata. Disse di averlo nutrito con un prodotto costituito da “latte svizzero intero con l’aggiunta di cereali cotti al forno con un procedimento speciale di mia invenzione”. Era nata la famosa farina lattea che procurò al signor Nestlè ingenti guadagni....

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . e io che credevo che Marcella fosse autonoma, .....
. . . a pancetta. . . come l'ex forummista LdB (se .....
. . . cambi canale quando lo vede.
Forse lo invitano .....
. . . . se non tutte le puntate e tutte le sere di .....
Pisa, 3 ottobre
none_a
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Molina di Quosa, 29 settembre
none_a
Molina di Quosa, 25 settembre
none_a
Marina di Pisa
none_a
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
Pisa, 20 settembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Confesercenti Toscana Nord
“Pronti a sostenere la richiesta del sindaco Angori per la riapertura della stazione ferroviaria di Migliarino"

7/8/2020 - 12:13

“Pronti a sostenere la richiesta del sindaco Massimiliano Angori per la riapertura della stazione ferroviaria di Migliarino.


Pronti anche a collaborare per intercettare fondi in grado di potenziare i collegamenti dalla stazione al mare ed anche all’entroterra”.

 

Arriva dalla presidente Monti Pisani di Confesercenti Toscana Nord, Laura Grassi, l’appoggio alla proposta dell’amministrazione comunale di Vecchiano di riattivare la stazione ferroviaria di Migliarino.

 

“Una scelta importante in chiave turistica senza alcun dubbio – dice ancora la presidente – considerando che Vecchiano è uno dei due comuni della provincia che ha l’accesso alle spiagge e quindi meta stabile di turisti che possono in questo caso avere anche una alternativa alle quattro ruote.

A maggior ragione in questa fase storica di emergenza covid che ha stravolto tutte le regole del mercato turistico e che quindi necessita di un cambio di passo anche in prospettiva”.

 

Laura Grassi è convinta che “la riapertura della stazione di Migliarino possa essere un importante volano per il territorio vista la sua posizione.

 

Penso ad esempio a quei turisti che scelgono Marina di Vecchiano non solo per il mare ma anche per la sua posizione all’interno del Parco e quindi ideale per le biciclette.

Un pacchetto treno-due ruote con arrivo a Migliarino sarebbe davvero molto importante”.

 

“Siamo pronti come associazione a dare tutto il nostro supporto al Comune per questa sua importante azione nei confronti della Regione e Rfi – aggiunge il responsabile area pisana Simone Romoli – per riattivare la stazione.

Poi occorrerà realizzare progetti ad esempio di collegamento con la Marina come bus navetta in partenza da Migliarino.

Anche in questo caso siamo in grado di collaborare per intercettare eventuali finanziamenti in grado di collegare la stazione al mare, realizzando anche progetti turistici legati al Parco”.
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/8/2020 - 6:33

AUTORE:
Ultimo

............. privato attento a come investe i vaini lascerebbe solo i binari. Gli immobili li utilizzerebbe per attività redditizie. ....... E un ente locale attento, li utilizzerebbe per dare servizi utili ai cittadini. Spendere in cose inutili è essere poco attenti alle necessità dei cittadini e uno sperpero di denaro pubblico. ......... E' un iniziativa utile solo a insegnare come NON si deve spendere il denaro pubblico. ....... Ultimo

8/8/2020 - 20:38

AUTORE:
Bruno della Baldinacca

Da quando è stata chiusa 30 anni fa la stazione di Migliarino niente è cambiato.
Telecomandata era ed è rimasta tale.
Ma, un ma c'è sempre.
il maggior traffico è concentrato con l'apertura di scuole ed uffici cittadini.
...dice; si cambiano gli orari! facile a dirsi difficile a concepirli nei momenti di grandi spostamenti di lavoratori e studenti che si riducono fra le ore 07/08 del mattino e La Spezia-Pisa/Pisa-Firenze/Pisa-Roma ci sono coincidenze da rispettare.
Di cambiato c'è la tecnologia che fa risparmiare sugli addetti alla circolazione: vedi capi stazione-manovali-guardiani PL ed altri su tre turni giornalieri che...Ultimo non prende in considerazione.
"le macchine" diceva il sovrintendente Ferrucci: non si ammalano, non scioperano e non hanno bisogno di uffici riscaldati/raffreddati.
Quindi il mondo di ieri non è simile a quello di oggi e di domani; parliamone!

La pista ciclabile fatta per un tratto sull'argine del Serchio fu un bell'abbaglio fin dalla presentazione in un consiglio comunale aperto.
Prevedeva addirittura un passo di barca per unire il Parco San Rossore con quello di Migliarino li nei pressi Isola del Mori; così che: le prime bici di una bella comitiva di tedeschi-francesi fosse passata, gli altri si riunivano dopo un oretta sotto il sole agostano nei pressi del podere del Cacini o di Begnamino Del Corso.
Le piste ciclabili già pronte e più corte ci sono già. La vecchia Via del Mare (Via Francesca) e la Via Bianca (quella dei soldati) basta volerlo e trovare un accordo onorevole con la proprietà Salviati/Centurione.
Serviranno poco per i bagnanti, ma molto nelle stagioni intermedie.
Poi, poi la "ciclabile tirrenica" non potrà certo passare sull'argine e li "vederemo".
buona via.

8/8/2020 - 17:08

AUTORE:
Cittadino come pochi

Rispetto a quando la stazione è stata chiusa a Migliarino niente è cambiato, in questi 20 anni si continua ad andare al mare in macchina o moto perché la bicicletta comporta rischi superiori ai benefici, il famoso parcheggio del mare nei pressi dell’Aurelia è rimasto un miraggio, quindi prima di muoversi per fare una battaglia che porterebbe ad avere un servizio di interesse per una minoranza dei cittadini, non sarebbe meglio creare uno sviluppo sostenibile presentando progetti intelligenti da proporre su piano regionale o europeo? Hanno fatto la pista ciclabile a Uliveto, si potrà fare anche a Migliarino, San Giuliano ecc. o si devono aspettare altri 20 anni, poi non meravigliamoci che la regione sia in bilico con il rischio di avere la Ceccardi.

8/8/2020 - 17:04

AUTORE:
P.G_

Una buona idea se si inserisce in un progetto più ampio che comporti la possibilità di andare alla Marina con una pista ciclabile sicura (non importa se al sole, BB), e altre iniziative per incoraggiare un uso diverso del territorio e del nostro mare.
Se invece rimane una iniziativa isolata, al di fuori delle tante parole, non mi sembra molto utile. Almeno dal punto di vista turistico.

8/8/2020 - 13:32

AUTORE:
Ultimo

............ utile solo per quattro gatti alla settimana e anco un bello sperpero di vaini. ........ Ultimo

8/8/2020 - 11:23

AUTORE:
Bruno Baglini Migliarino

....il nostro mondo cambia e tirare ad indovinare aiuta poco.
La maturazione avviene per gradi e per forza maggiore.
Quando fui assunto dalle FS nel /72 le biciclette arrivavano alla stazioni nel carro bagagliaio e non a seguito del viaggiatore.
Se ora non abbiamo a Migliarino una pista ciclabile che passa all'ombra della pineta; non è detto che in seguito non ci sia.
Poi niente vieta se il servizio fermata e partenza dei treni in automatico come ormai avviene in moltissime stazioni per caricare una bici per Viareggio così da arrivare fino Forte dei Marmi ed oltre per poi ritornare giorno stesso o...dopo 15 giorni di ferie in Versilia.
...e che le fermate dei treni facciano ANCHE il vecchio lavoro; portare persone negli uffici ed altri edifici cittadini e a VICEVERSA come direbbe Ultimo.
Buona idea buona.

8/8/2020 - 10:04

AUTORE:
Hai visto un

Si certo poi in bicicletta al Mare come ci vai? Se va bene c arrvi sul cofano di una macchina e ti riporta a casa Pagaso.

7/8/2020 - 18:32

AUTORE:
Avanese1

Bene per i migliarinesi e per il lavoro, auguro successo!
Poi magari se e quando sarà possibile pensate anche alle 1200 anime avanesi che alla stazione di Rigoli ci son sempre arrivati a piedi o in bici ma che da un annetto trovano il cancello chiuso al ponte dell'acquedotto... Basterebbe riaprire il cancello ed ecco la stazione di Avane\Rigoli!