none_o


Reparto di Oncologia dell’ospedale di Pisa. Davanti all’edificio molti persone in attesa perché l’ingresso è riservato ai soli pazienti oncologici. Ero fortunatamente un accompagnatore e sono rimasto educatamente fuori come tutti gli altri. Devo dire che eravamo tutti con la mascherina, non so se per paura del contagio o per rispetto degli altri ma la situazione era appagante, come quando si vede il rispetto delle regole da parte di tutti i cittadini.

Poverannoi, è andato ormai. Lo usano sulla 7 di .....
. . . che ne capisce più di te. Fattene, anzi fatevene .....
. . . giorni sta prendendo dei punti la Raggi. . . .....
. . . . . . . . . . . . . . . . l'ha capito? La DaD .....
Greenpeace
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Vecchiano
none_a
San Giuliano Terme, 23 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 24 ottobre
none_a
Molina di Quosa, 25 ottobre
none_a
Teatro Nuovo Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 25 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 17 ottobre
none_a
Sabato 17 ottobre al Grand Hotel Duomo
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


di Marlo Puccetti
none_a
la ZONE di Pisa
none_a
CSI – Centro Sportivo Italiano-
none_a
Coppa Toscana Juniores sotto la Torre
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
Comune di Calci
Comune di Calci_rinviata la 37esima edizione della sagra della castagna

24/9/2020 - 14:10


Comune di Calci_rinviata la 37esima edizione della sagra della castagna

Danno appuntamento al prossimo anno e assicurano una 37esima edizione all’insegna della tradizione, delle specialità gastronomiche e della convivialità. Gli organizzatori della sagra della castagna, il consueto appuntamento capace di colorare la seconda domenica di ottobre della Valgraziosa, hanno deciso di rimandare al 2021 l’evento scongiurando situazioni di potenziale rischio in seguito all’aumento dei contagi di Covid-19 nella nostra provincia. Una decisione maturata a malincuore dal comitato organizzatore che, dopo un sopralluogo e dopo aver valutato gli spazi disponibili per organizzare la cucina e i luoghi destinati ai volontari, hanno preferito rinviare il tanto atteso appuntamento autunnale che, dal 1982, riesce a portare a Calci tanti ospiti e visitatori.
“La sagra è iniziata per gioco nel lontano 1982 quando i nostri figli andavano a La Foce a far castagne per poi distribuirle arrostite ai passanti nelle strade di Calci – ricordano il presidente del comitato organizzatore Giuliano Consani e Nedo Giannetti -. L’anno successivo, nel 1983, Ivo Colombini decise di dar vita ad una vera e propria sagra in via Cava organizzandola interamente per i bambini”. Il resto è storia. Fiumi di persone che arrivavano anche da fuori provincia, iniziative, eventi, mercatini,  musica e appuntamenti sulla scia del calore autentico di una piccola comunità e di un alimento prelibato cucinato in mille modi dai volontari che, con le loro forze, cercano da più di 30 anni di tenere in vita un evento che profuma di vecchi valori.  I calcesani coltivavano infatti i castagni già ai tempi della Repubblica Pisana: le prime notizie risalgono al 1171 e, a partire da metà cinquecento cominciarono a diffondersi i “cannicci” o “metati”, piccole case sparse sul Monte Pisano dove venivano ammassate ed essiccate le castagne.
“Il Rione di Via Cava Castello decise poi nel 2009 di trasferire gli stand gastronomici sotto il tendone adiacente al Palazzo Comunale – proseguono Consani e Giannetti – che, nel corso degli anni, ha visto sviluppare al suo intorno mercatini artigianali, eventi di piazza, artisti di strada, musica e laboratori per bambini. Così si è creata negli anni una meravigliosa sinergia che è riuscita a portare tutte le seconde domeniche del mese di ottobre tantissime persone in paese. Quest’anno, dopo attenta riflessione e con tanto dispiacere, ci dobbiamo purtroppo fermare. L’aumento dei casi positivi nella nostra Regione e in provincia ma, soprattutto, la non facile organizzazione dei volontari che non potrebbero mantenere le distanze e tutte le necessarie misure di precauzione sotto gli stand, ci porta coscienziosamente a rinviare al prossimo anno l’appuntamento certi di avere la comprensione dei tanti calcesani e delle persone che avrebbero voluto partecipare”.
A concludere è la Giunta: “L'Amministrazione Comunale ringrazia l'associazione promotrice della Sagra della Castagna per quanto fatto negli anni e per quanto farà in futuro. Quest'anno è un anno difficile, per questo comprendiamo la scelta degli organizzatori di non svolgere una manifestazione che ha sempre richiamato per le strade migliaia di persone. Al contempo siamo certi che tutto ciò farà da stimolo per un'edizione 2021 ancor più ricca e attrattiva".


*In allegato una foto di una passata edizione
----------------------------------------

Dott.ssa Francesca Franceschi
Ufficio di Staff del Sindaco e della Giunta
Comune di Calci








+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: