none_o

 

 

 

Contro la pandemia Jacinda Arden, premier della Nuova Zelanda, ha scelto la via più drastica: lockdown generale e chiusura delle frontiere. Con empatia, pragmatismo e coraggio ha fermato il covid-19, sconfitto la destra populista e vinto le elezioni. Bruno Ferraro, da Auckland, ritrae Jacinda come una leader che può dare una lezione magistrale ai politici occidentali su come gestire una crisi.

Delle idee di questa signora non mi interessa granchè. .....
. . . io non sono d'accordo.
Sono anch'io come tanti, .....
SI, CI VOLE R TEMPO per collaudare le bottiglie, .....
. . . . . . . . . . la cittadinanza e lo nominerà .....
Dl Covid: Legnaioli (Lega)
none_a
“Spazio a chi ci porta competenza”
none_a
Segreteria prov.le P.S.I. Pisa”
none_a
ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA
none_a
Estratto della lettera al quotidiano La Repubblica il 24/11
none_a
di Renzo Moschini, già parlamentare
none_a
diretta live sulla pagina di
Forza Italia Toscana
none_a
Fernando Bezzi - italia viva date fiducia alla competenza
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Poste Italiane comunica
none_a
di Marco Galice, insegnante
none_a
Di Alessandro Anderle-Laureato in Filosofia e laureando in Scienze Religiose. Insegno Pluralismo e dialogo fra le religioni,
none_a
San Giuliano Terme
none_a
A breve in libreria
none_a
di Lorenzo Tosa
none_a
Per effetto del DPCM del 3 novembre 2020
none_a
Quarantesimo della morte del Cav. Vittorino Benotto
none_a
Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 14 novembre
none_a
San Giuliano Terme, 8 novembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Prima strillano che va riaperto tutto, contestano l'emergenza, negano la pandemia, gridano al complotto! . . . poi, QUANDO ESPLODE LA SECONDA ONDATA, .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
POSTE ITALIANE
PRESENTATO IL nuovo centro di DISTRIBUZIONE POSTALE DI PISA OSPEDALETTO

23/10/2020 - 18:28

POSTE ITALIANE: PRESENTATO IL nuovo centro di DISTRIBUZIONE POSTALE DI PISA OSPEDALETTO


Nella nuova sede di Pisa lavorano 48 risorse capaci
di servire oltre 91.393 cittadini e oltre 8.054 attività commerciali
 
 
Pisa, 23 ottobre 2020 – È stato presentato oggi a Pisa il nuovo Centro di Distribuzione Postale di Pisa Ospedaletto.
La nuova sede è stata progettata e realizzata soprattutto in modo funzionale al “Joint Delivery”, il Nuovo Modello di Recapito introdotto recentemente sull’intero bacino territoriale di Pisa che garantisce la consegna della corrispondenza e pacchi anche nel pomeriggio e il sabato. Il nuovo Centro dispone di attrezzature di ultima generazione che permettono di ottimizzare il lavoro degli addetti. Di nuova concezione gli strumenti di lavoro, quali i carrelli per la movimentazione interna della posta, le bilance e i casellari, che permettono di ordinare e gestire la corrispondenza con più velocità.
 
Presso il nuovo Centro di Distribuzione di Pisa Ospedaletto lavoreranno oltre 64 addetti tra portalettere e operatori interni. I volumi su base annua che questa sede sarà chiamata a gestire sono molto importanti poiché si attestano su circa 269.000 kg di corrispondenza “ordinaria”, e circa 475.283 pezzi di posta a firma e pacchi,
 
Il bacino territoriale di riferimento per la sede di Pisa è stato suddiviso in 30 Macrozone di recapito,15 linee Business e 3 Linee Mercato. Il nuovo Centro di Recapito ha competenza su tutto il Comune di Pisa. Il Centro di Recapito ha a disposizione un parco mezzi che comprende 16 auto, di cui 14 ecologiche (2 elettriche, 8 a GPL e 4 a Metano), e 34 motorini, con i quali quotidianamente i portalettere raggiungono i circa 91.393 abitanti e le 8.054 attività commerciali tra uffici e negozi.
 
Tutti i portalettere sono dotati di palmare e con i loro terminali potranno gestire la corrispondenza ordinaria e a firma in maniera veloce e tracciata, portando a domicilio una serie di servizi postali e di pagamento sia per i privati che per i professionisti. Infatti, il destinatario della corrispondenza potrà pagare da casa o dal posto di lavoro, nello stesso momento in cui avviene la consegna della posta o del pacco, tramite carta Postamat, Postepay o utilizzando le carte di debito del circuito Cirrus/Maestro.
 
La nuova sede del centro di distribuzione, va ad affiancare il centro operativo di Pisa che cura le lavorazioni di corrispondenza Posta 1, Posta 4 e Posta descritta sul bacino di Pisa, Livorno, Lucca e Massa.
Con una media di circa 5000 pacchi giornalieri, con picchi di volumi di 7000 pacchi, il centro operativo di Pisa durante il lockdown ha registrato un incremento del segmento pacchi proprio grazie alla crescita dell'e-commerce, riuscendo comunque a garantire gli standard previsti dalle lavorazioni, grazie alla professionalità degli addetti che hanno assicurato la continuità del servizio.
La flotta del centro operativo è composta da 9 Doblò, 12 Ducato, 8 Iveco 35, 8 Iveco 60, mezzi che vanno a coprire 34 linee che eseguono l'alimentazione dei centri di distribuzione e la raccolta della corrispondenza dagli uffici postali e da vuotatura cassette di impostazione della zona, comprese le isole dell’arcipelago toscano. Dalla domenica notte fino al sabato mattina 145 risorse lavorano nei reparti di smistamento distribuite sui tre turni, per garantire ai cittadini gli standard di consegna anche del giorno successivo rispetto alle spedizioni.
 
Il Nuovo Modello Joint Delivery, passa dunque anche attraverso nuove strutture, nuovi processi organizzativi e nuove logiche distributive. Con il cambiamento funzionale all’efficientamento, Poste Italiane si propone di migliorare ancor più la qualità del servizio e dei tempi di consegna. La nuova organizzazione è articolata su due reti di recapito distinte ma integrate tra loro: la prima, denominata “linea di Base”, assicura quotidianamente, sulla propria area di competenza, la consegna di tutti i prodotti postali; la seconda, chiamata “Linea Business”, è dedicata alla consegna dei pacchi, dei prodotti e-commerce e degli invii a firma (raccomandate, assicurate ecc.) in fasce orarie estese fino alle 19,45 e durante il sabato.
 


Fonte: Poste Italiane – Media Relations
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: