none_o

A distanza di qualche anno fa piacere ricordare quella grande e partecipata iniziativa che fu il Maggio Migliarinese e rivedere le immagini di un tempo che sembra molto lontano. Pochi volontari con modeste risorse economiche ma tanto entusiasmo, voglia di fare e partecipare alla vita sociale comune riuscirono a portare ad un piccolo paese come Migliarino una serie di eventi e di spettacoli mai visti in una così piccola comunità.

Grazie per aver ricordato quel bellissimo periodo del .....
Subito dopo giorni di pioggia ci sono grandi trattori .....
Alcune regioni fanno un open day per chi volontariamente .....
Fare politica significa lavorare con la massima trasparenza .....
Vecchiano è Volontariato
#Tantifiliunasolamaglia


VIVI IL TUO PAESE, SCENDI IN CAMPO CON NOI

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


MARE MOSSO O MARE CALMO LA TUA VITA PORTIAMO IN SALVO

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


Un paese è di tutti quelli che lo sanno raccontare

Pisa, 20 maggio
none_a
Coltano, Venerdì 4 e sabato 5 giugno
none_a
"Dante, una terzina per volta"
di Stefano Benedetti
none_a
Pisa, 14 maggio
none_a
San Giuliano Terme, 23 maggio
none_a
CAMPIONE D'EUROPA DEI SUPERPIUMA
none_a
Migliarino Volley
none_a
Pontasserchio
none_a
Migliarino Volley - U15 Femminile
none_a
Ei fu. Siccome immobile,
dato il mortal sospiro,
stette la spoglia immemore
orba di tanto spiro,
così percossa, attonita
la terra al nunzio .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
POSTE ITALIANE
PRESENTATO IL nuovo centro di DISTRIBUZIONE POSTALE DI PISA OSPEDALETTO

23/10/2020 - 18:28

POSTE ITALIANE: PRESENTATO IL nuovo centro di DISTRIBUZIONE POSTALE DI PISA OSPEDALETTO


Nella nuova sede di Pisa lavorano 48 risorse capaci
di servire oltre 91.393 cittadini e oltre 8.054 attività commerciali
 
 
Pisa, 23 ottobre 2020 – È stato presentato oggi a Pisa il nuovo Centro di Distribuzione Postale di Pisa Ospedaletto.
La nuova sede è stata progettata e realizzata soprattutto in modo funzionale al “Joint Delivery”, il Nuovo Modello di Recapito introdotto recentemente sull’intero bacino territoriale di Pisa che garantisce la consegna della corrispondenza e pacchi anche nel pomeriggio e il sabato. Il nuovo Centro dispone di attrezzature di ultima generazione che permettono di ottimizzare il lavoro degli addetti. Di nuova concezione gli strumenti di lavoro, quali i carrelli per la movimentazione interna della posta, le bilance e i casellari, che permettono di ordinare e gestire la corrispondenza con più velocità.
 
Presso il nuovo Centro di Distribuzione di Pisa Ospedaletto lavoreranno oltre 64 addetti tra portalettere e operatori interni. I volumi su base annua che questa sede sarà chiamata a gestire sono molto importanti poiché si attestano su circa 269.000 kg di corrispondenza “ordinaria”, e circa 475.283 pezzi di posta a firma e pacchi,
 
Il bacino territoriale di riferimento per la sede di Pisa è stato suddiviso in 30 Macrozone di recapito,15 linee Business e 3 Linee Mercato. Il nuovo Centro di Recapito ha competenza su tutto il Comune di Pisa. Il Centro di Recapito ha a disposizione un parco mezzi che comprende 16 auto, di cui 14 ecologiche (2 elettriche, 8 a GPL e 4 a Metano), e 34 motorini, con i quali quotidianamente i portalettere raggiungono i circa 91.393 abitanti e le 8.054 attività commerciali tra uffici e negozi.
 
Tutti i portalettere sono dotati di palmare e con i loro terminali potranno gestire la corrispondenza ordinaria e a firma in maniera veloce e tracciata, portando a domicilio una serie di servizi postali e di pagamento sia per i privati che per i professionisti. Infatti, il destinatario della corrispondenza potrà pagare da casa o dal posto di lavoro, nello stesso momento in cui avviene la consegna della posta o del pacco, tramite carta Postamat, Postepay o utilizzando le carte di debito del circuito Cirrus/Maestro.
 
La nuova sede del centro di distribuzione, va ad affiancare il centro operativo di Pisa che cura le lavorazioni di corrispondenza Posta 1, Posta 4 e Posta descritta sul bacino di Pisa, Livorno, Lucca e Massa.
Con una media di circa 5000 pacchi giornalieri, con picchi di volumi di 7000 pacchi, il centro operativo di Pisa durante il lockdown ha registrato un incremento del segmento pacchi proprio grazie alla crescita dell'e-commerce, riuscendo comunque a garantire gli standard previsti dalle lavorazioni, grazie alla professionalità degli addetti che hanno assicurato la continuità del servizio.
La flotta del centro operativo è composta da 9 Doblò, 12 Ducato, 8 Iveco 35, 8 Iveco 60, mezzi che vanno a coprire 34 linee che eseguono l'alimentazione dei centri di distribuzione e la raccolta della corrispondenza dagli uffici postali e da vuotatura cassette di impostazione della zona, comprese le isole dell’arcipelago toscano. Dalla domenica notte fino al sabato mattina 145 risorse lavorano nei reparti di smistamento distribuite sui tre turni, per garantire ai cittadini gli standard di consegna anche del giorno successivo rispetto alle spedizioni.
 
Il Nuovo Modello Joint Delivery, passa dunque anche attraverso nuove strutture, nuovi processi organizzativi e nuove logiche distributive. Con il cambiamento funzionale all’efficientamento, Poste Italiane si propone di migliorare ancor più la qualità del servizio e dei tempi di consegna. La nuova organizzazione è articolata su due reti di recapito distinte ma integrate tra loro: la prima, denominata “linea di Base”, assicura quotidianamente, sulla propria area di competenza, la consegna di tutti i prodotti postali; la seconda, chiamata “Linea Business”, è dedicata alla consegna dei pacchi, dei prodotti e-commerce e degli invii a firma (raccomandate, assicurate ecc.) in fasce orarie estese fino alle 19,45 e durante il sabato.
 


Fonte: Poste Italiane – Media Relations
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri