none_o


Collegandoci ad un precedente pubblicato sulla Voce nell’ottobre 2017, riguardante la casa che ospitò a Marina di Vecchiano, i marinai incursori della X Mas, casa e annesso che versano nel più grande totale abbandono ormai da moltissimi anni, senza che nessuno faccia qualcosa, vorremmo riproporre una domanda, tenendo di conto di una serie di fatti noti ed acclarati.

Negli ultimi tempi, quando ancora le restrizioni non .....
Se il governo non prende la guida totale delle vaccinazioni .....
. . . del Socialcomunismo🤔 alla sanfredianese😎🧐🤓🙃😂 .....
Qualcuno era Comunista perché Berlinguer era una brava .....
VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


2 associazioni che vedono le donne protagoniste di molte iniziative e attività, in modo discreto e silenzioso. Un'operosità importante per tanti in maniera diretta, e indirettamente per tutta la comunità, perchè la loro presenza è un monito importante per tutti a non girare la testa e a non restare indifferenti. 

VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


E’ compito di tutti battersi per salvare l'ambiente e rendere la terra un posto migliore per le generazioni future.

VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


«Nemo Separet Quod Musica Conjunxit» 
(Nessun separi ciò che la musica ha unito)

Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Alessandro Trocino
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
"Dante, una terzina per volta"
di Stefano Benedetti
none_a
Domenica 11 aprile ore 19.15
none_a
Libreria Civico 14, Marina di Pisa
none_a
RAI Storia, 5 aprile
none_a
"Bruno Pollacci fotografo"
none_a
Terza moglie del nonno dell'ex presidente
none_a
Migliarino Volley
none_a
Accordo di tre anni raggiunto con la società
none_a
Migliarino Volley
none_a
La forza di Elisa, l’avvocata-pugile
none_a
l accompagnai al suo portone
A passi lenti ed ingombranti
Senza quei baci ne un saluto
Già la sentivo più distante

Con nessun gesto né emozione
Il .....
Fra uno ( leghista ? ), che parla di mercato delle vacche di Conte, come se il centrodestra non l' avesse mai fatto, ricordate Scilipoti e altri, e .....
A dichiararlo è l'assessora regionale Alessandra Nardini
170 mila euro per la riprofilatura della spiaggia a Marina di Pisa

31/3/2021 - 19:46


170 mila euro per la riprofilatura della spiaggia a Marina di Pisa

"L'erosione costiera è un fenomeno che tocca molte parti della costa toscana, acuito dai cambiamenti climatici. È un fatto che ci chiede risposte, sia nel ripristino ordinario stagionale, sia di programmazione di più lungo periodo".

A dichiararlo è l'assessora regionale Alessandra Nardini, che prosegue: "Per questo come giunta abbiamo stanziato 2,5 milioni di euro per 12 interventi di ripristino, cercando di rispondere alle esigenze urgenti dei territori più colpiti. Tra gli interventi c'è anche la riprofilatura del spiaggia a Marina di Pisa, con uno stanziamento di 170 mila euro. Un intervento molto importante e molto atteso per il territorio".











Fonte: Alessandra Nardini Uff.Stampa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

4/4/2021 - 16:41

AUTORE:
Giorgio Gentilini

Buongiorno, questi interventi di difesa costiera servono solo a contrastare in modo temporaneo l’erosione della costa. Funzionano più o meno bene per alcuni anni, poi occorre intervenire nuovamente. Lo dimostrano gli interventi di contrasto all’erosione costiera effettuati fino ad oggi.

Per sconfiggere l’erosione costiera occorre conoscerne le cause effettive ed agire su queste ultime, se veramente vogliamo eliminare questo cancro della costa.

Il fenomeno erosivo del litorale pisano si è originato praticamente dopo l’Unità d’Italia. In seguito alla realizzazione del Regno d’Italia, furono effettuate importanti bonifiche dei territori di pertinenza fluviale con il rinforzo e sovralzo degli argini dei fiumi e dei loro affluenti.

Quando era presente il Granducato di Toscana vi era invece, l’espansione della costa. Questo per far comprendere che l’erosione costiera è stata originata dagli interventi della politica sul territorio.

L’erosione costiera pisana si è espansa simmetricamente iniziando dalla foce del Fiume Arno, quindi le cause, occorre ricercarle nello stesso fiume e non nella costruzione delle dighe del porto di Livorno.

Se erano queste le cause, l’erosione costiera avrebbe dovuto evidenziarsi sulla vicina spiaggia del Calambrone e su quella adiacente dell’attuale Tirrenia, non certo alla foce del Fiume Arno.

Anche il recente studio promosso dal Comune di Pisa per analizzare l’impatto della futura Darsena Europa, non tiene conto di questa realtà.
Per maggiori informazioni sulle cause dell’erosione costiera pisana consiglio di leggere il seguente Link:
https://app.box.com/s/y13pkryk3yabem0q99k7t9mrqpzjztmt