none_o


Collegandoci ad un precedente pubblicato sulla Voce nell’ottobre 2017, riguardante la casa che ospitò a Marina di Vecchiano, i marinai incursori della X Mas, casa e annesso che versano nel più grande totale abbandono ormai da moltissimi anni, senza che nessuno faccia qualcosa, vorremmo riproporre una domanda, tenendo di conto di una serie di fatti noti ed acclarati.

Negli ultimi tempi, quando ancora le restrizioni non .....
Se il governo non prende la guida totale delle vaccinazioni .....
. . . del Socialcomunismo🤔 alla sanfredianese😎🧐🤓🙃😂 .....
Qualcuno era Comunista perché Berlinguer era una brava .....
VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


2 associazioni che vedono le donne protagoniste di molte iniziative e attività, in modo discreto e silenzioso. Un'operosità importante per tanti in maniera diretta, e indirettamente per tutta la comunità, perchè la loro presenza è un monito importante per tutti a non girare la testa e a non restare indifferenti. 

VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


E’ compito di tutti battersi per salvare l'ambiente e rendere la terra un posto migliore per le generazioni future.

VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


«Nemo Separet Quod Musica Conjunxit» 
(Nessun separi ciò che la musica ha unito)

Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Alessandro Trocino
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
"Dante, una terzina per volta"
di Stefano Benedetti
none_a
Domenica 11 aprile ore 19.15
none_a
Libreria Civico 14, Marina di Pisa
none_a
RAI Storia, 5 aprile
none_a
"Bruno Pollacci fotografo"
none_a
Terza moglie del nonno dell'ex presidente
none_a
Migliarino Volley
none_a
Accordo di tre anni raggiunto con la società
none_a
Migliarino Volley
none_a
La forza di Elisa, l’avvocata-pugile
none_a
l accompagnai al suo portone
A passi lenti ed ingombranti
Senza quei baci ne un saluto
Già la sentivo più distante

Con nessun gesto né emozione
Il .....
Fra uno ( leghista ? ), che parla di mercato delle vacche di Conte, come se il centrodestra non l' avesse mai fatto, ricordate Scilipoti e altri, e .....
Lipu
LA CICLOPISTA TIRRENICA TENGA CONTO DELLA CRISI DI BIODIVERSITA'

7/4/2021 - 10:58

LA CICLOPISTA TIRRENICA TENGA CONTO DELLA CRISI DI BIODIVERSITA'
Il periodo storico che stiamo vivendo è interessato da due grandi crisi, quella climatica e quella di perdita di biodiversità, e tutte le nostre azioni dovrebbero essere guidate dal buon senso di non aggravare contemporaneamente ne l'una ne l'altra crisi.
La ciclopista Tirrenica è un'infrastruttura utile e necessaria a promuovere un turismo lento che possa finalmente rispondere alle sfide del futuro: riduzione dei gas climalteranti e degli inquinanti atmosferici, riduzione del traffico privato automobilistico e dell'inquinamento acustico. Perché questa infrastruttura strategica possa essere realmente sostenibile dovrà avere estremo riguardo e rispetto per la biodiversità dei luoghi accanto a cui verrà decisa di farla passare.
Affinché quindi la ciclopista non perda di vista l'obiettivo di essere realmente sostenibile avendo cura di salvaguardare i preziosi Habitat del nostro territorio (SdG 15 dell'Agenda 2030) dovrà necessariamente passare all'esterno delle Riserve naturali del Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli (Lecciona, Bufalina e Bocca di Serchio) e sempre all'esterno del cuore del Parco (Tenuta di San Rossore). Gli strumenti del Parco parlano chiaro: le Riserve naturali del Parco devono tutelare la Natura!
La Lipu chiede quindi di individuare un altro tracciato più consono per il passaggio della Ciclopista sul territorio del Parco, risparmiando le aree più fragili e pregiate del nostro territorio.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

10/4/2021 - 16:41

AUTORE:
Giorgio Gentilini

Buongiorno, per tutelare le aree faunistiche di pregio e quindi la biodiversità, una soluzione di compromesso potrebbe essere individuata in una pista ciclabile che segua a poca distanza la linea ferroviaria che attraversa il Parco.

Vivo da anni sulle colline pisane, ai margini di un bosco esteso per migliaia di ettari.

Alla fine dell’inverno, si odono i cinguettii degli uccelli che riempiono il cielo con un concerto bellissimo di suoni meravigliosi per annunciare la primavera.

Una immagine piacevole, che con il cambio climatico e l’inquinamento diffuso sul pianeta, rischia di scomparire.

7/4/2021 - 22:18

AUTORE:
Cittadino come pochi

dell’ambiente, come tutti i fondamentalisti inutili e dannosi per qualsiasi tipo di sviluppo, in pratica sono interessati a far sapere che esistono. Quando si arriverà in Italia ad avere dei Verdi lungimiranti come hanno dimostrato di poter essere in Germania, chiedo troppo. Quindi ciclopista a fianco dell’Aurelia e buon smog per tutti, il picchio reale ringrazia.

7/4/2021 - 11:12

AUTORE:
Cittadino del Parco

Noi OMINI non si deve romper le scatole al sovrannumero di cinghiali e daini che devastano il Nostro Parco.
Eguà! cignale sacro-omo malefico?
Poi non tentare minimamente a fermare il "naturale" cimicione che ci annienta tutti i pini e pinoli, che era una ricchezza lavorativa nel secolo scorso, lasciare che gli storni mangino tutta l'uva così o acqua o coca-cola ale...

Dall'/86 al 2007: anni di occupazione della via centrale del Parco da Migliarino a Torre del Lago da parte della prostituzione di ogni genere e spaccio malefico di tutto un pò e discariche a sdeo e....

...lali, lalu, lalipu pappapa...'ndov'era????