none_o

Se sul campo la guerra continua con le solite nefandezze sui nostri media nazionali appare sbiadita, superata da altri e più urgenti problemi, vecchi come il Covid e nuovi come la recente crisi politica. Oramai è un sottofondo e tranne per il pericolo Zaporizhzhia i nuovi morti e le nuove devastazioni attirano sempre meno l’attenzione dei media nazionali. Come i media anche la nostra psiche si adatta.

Angori Massimiliano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Farà come ha fatto co' a Brambilla, zero presenze .....
Io non mi capacito. . . come ha fatto l'Italia ad andare .....
. . . . . . . . . . . . . citata da Piero Angela il .....
Come vengono scelte le candidature e chi ci rappresenterà .....


"Fra gli alberi" Opera pittorica di Patrizia Falconetti

Amici di Pisa-CONVENIENZE DEI PARTITI E ATTACCAMENTO AL TERRITORIO.
none_a
di Matteo Renzi (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Renzo Moschini (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Renato Brunetta ministro
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
POSTE ITALIANE
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Io, Medico (dr. Pardini e altri)
none_a
Vicopisano
none_a
"Cinema Sotto le Stelle" a Calci
none_a
BUTI
none_a
ANIMALI CELESTI
teatro d’arte civile
none_a
COMITATO PER LA DIFESA DI COLTANO (PARCO MSRM)
none_a
Capita che ci si perde in tempi lontani, dove niente fiorisce spontaneamente.
Ma la vita vive lo stesso
In zone diverse, con ritmi diversi.
Avevo .....
ASSEMBLEA PUBBLICA ASBUC DEL 21 LUGLIO 2022
Ricordiamo che il 21 Luglio 2022 alle ore 20, 30 presso la Sala Consiliare del Comune di Vecchiano, sita .....
di Roberto Sbragia, candidato a Sindaco di Vecchiano
Un silenzio assordante avvolge Vecchiano
“Chiarezza per i nostri compaesani”

8/9/2021 - 13:45

Un silenzio assordante avvolge Vecchiano
“Chiarezza per i nostri compaesani”
 
Apprendiamo con viva preoccupazione della situazione che si sta creando nel mondo della scuola pisano, in cui molti Presidi delle Scuole Superiori criticano l’operato della Provincia guidata dal candidato Sindaco vecchianese Angori. A distanza di pochissimi giorni dall’apertura delle scuole di ogni ordine e grado, infatti, i Dirigenti di vari istituti pisani hanno portato all’attenzione dell’opinione pubblica - attraverso la stampa - il gravissimo fatto di non sapere dove poter collocare i ragazzi e le relative aule, affermando addirittura per il caso dell’Istituto Dini: “la Provincia ci ha preso in giro”, cito testualmente. Per noi questa è una chiara ed assoluta mancanza di programmazione e rispetto di quanti, con estrema difficoltà, operatori, tecnici e insegnanti si sono sacrificati fino ad ora e con grandi sforzi per mantenere una normalità apparente in periodo di stravolgimenti epocali. Insegnanti, tecnici e operatori che con gli studenti dovranno affrontare, sulla loro pelle, la problematica di cui la Provincia non ha ancora posto e proposto una soluzione, o almeno una direzione e una strada da intraprendere. Questa situazione è per noi un fatto assolutamente grave che ha ed avrà ripercussioni anche sul nostro territorio vecchianese: tanti dei nostri ragazzi ed operatori frequentano e lavorano proprio negli istituti che hanno maggiormente lamentato il grave ritardo nel reperimento delle aule. Chiediamo ad Angori, chiarezza e chiarimenti sulla situazione e che interrompa il silenzio ormai assordante che è calato, da parte della Provincia, sulla questione in merito. L’emergenza sanitaria dura ormai da due anni e una soluzione poteva e doveva essere trovata per tutti, in congruo anticipo rispetto all’inizio di questo anno scolastico ormai alle porte. Con la stessa viva preoccupazione e pur augurandoci che tutto possa essere quanto prima risolto, ci poniamo una domanda: un Presidente della Provincia che non riesce a dare risposte concrete a problematiche così importanti, come può assicurare la massima attenzione anche alle tematiche del nostro territorio? Come può trovare il tempo di seguire da vicino i bisogni della nostra comunità, ovvero coprire contemporaneamente il doppio ruolo di Sindaco e Presidente dell'Ente Provincia?
 
Roberto Sbragia - Candidato Sindaco Vecchiano Civica

www.facebook.com/civicaelezioni
www.vecchianocivica.it



Fonte: Roberto Sbragia
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

10/9/2021 - 14:33

AUTORE:
Egisto pirofilo

Sentivvi parlà di scuola voi è come andà in discaria in fracche.

9/9/2021 - 13:25

AUTORE:
Oracolo vecchianese

....anghingò-anghingò per vedere chi lo disse/decise prima perchè fu un tempo di reazione di pochi minuti.
Matteo Renzi disse: ora che le scuole son chiuse diamogli una sistemata e la stessa cosa lo disse/dissero Angori e Renzi: già che sulle strade provinciali non passa quasi nessuno sistemiamole e siccome "seramo fermi anco noartri causa zona rossa, poi quando si denno la via si vidde lo sfarto novo su parecchiotti tratti stradali provinciali.
Per le scole? per le scole unno so come ita perchè èn chiuse alla vista delli stranei, ma grolli dar difori unn'ho visti".

9/9/2021 - 12:56

AUTORE:
Informato

L'ultima volta che uno di Forza Italia s'è occupato di scuola (coppola Moratti-Gelmini), preannunciando il disastro che avrebbe compiuto Renzi con la cosiddetta "buona Scuola", ha combinato un gran numero di danni.
Ed è proprio al capolavoro del fortunatamente ex-premier che si deve, la "riorganizzazione" delle province senza trasferimenti di competenze (in pratica l'istituzione delle città metropolitane per consentire a Firenze, di essere ingiustamente equiparata a Roma, Milano o Napoli e drenare risorse alle città più piccole) che si deve il grosso della confusione attuale in fatto di carenza di edifici scolastici, notoriamente problema di quell'istituzione almeno per quanto riguarda l'ambito delle scuole superiori.
Ora, andare a cercarsi le responsabilità del Presidente della Provincia solo perché è Massimiliano Angori, sembra l'urlo di un disperato: diversi lavori in tal senso sono imputabili al suo operato, tra cui alcuni a Cascina, dove qualcuno, ormai una vita fa, ha fatto l'Assessore ai Lavori Pubblici senza aver lasciato ricordi straordinari nella memoria dei cittadini.
Considerato come sulla scuola l'esecutivo dei "Migliori" abbia sfoderato tutta la sua abilità narrativa, senza mettere un centesimo di fronte all'emergenza nelle cose più serie (ad esempio nell'abolizione delle classi-pollaio), potremmo dire che l'Angori abbia fatto miracoli nel tentare di dare risposte ai fabbisogni scolastici, pur non riuscendo a darne di adeguate a tutti.

8/9/2021 - 23:13

AUTORE:
Artemisia

È il secondo anno che la scuola inizia con l’emergenza covid, in due anni non sono ancora stati risolti questi problemi. Facciamoci una domanda e diamoci una risposta. Ci sono delle priorità quando vengono fatte delle scelte politiche, forse la scuola e un’aula dove poter fare lezione, non sono una priorità!