none_o

Passaporto verde: anche il nome dovrebbe far riflettere e rassicurare. Il verde è il colore delle possibilità, del benvenuto, dell’accoglienza, della tolleranza e della salute. Rifiutarlo sembra da sciocchi, da sprovveduti, da fuori dal mondo reale, forse anche da manipolati, da chi mette in questo rifiuto, in questa protesta, molto di più di quello che in effetti ci dovrebbe essere. Alla base, forse, una buona dose di ideologia per essere sempre contro, contro il sistema....

Siamo stati chiusi in casa e per disposizione governativa .....
Quelli che lei chiama ignoranti irresponsabili sono .....
. . . . . . . . . . . . Anche il codice della strada .....
Abbiamo vinto contro malattie terribili come il vaiolo .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


UN IMPEGNO COSTANTE PER MANTENERE VIVO IL PASSATO E FRUIRNE ANCORA IN FUTURO

Pisa, 11 novembre
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
no vax? Portateli a visitare un reparto"
none_a
Pisa, 15 e 17 ottobre
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
È con te
Facciamo oggi quella scelta
Oggi in due ma restiamo sempre noi
È con te
Che la vita è come foglia
Noi leggeri saggi dentro vuoti mai
Sei .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
di Renzo Moschini
AMBIENTE NAZIONALE E LOCALE DOPO IL VOTO

6/10/2021 - 17:22

AMBIENTE NAZIONALE E LOCALE DOPO IL VOTO


Uno degli effetti del recente voto è destinato a incidere in particolare sulle politiche ambientali sia nazionali che locali, di cui sarà bene tener conto.
Al voto si è giunti – come molti hanno ricordato e sarà bene ricordare - dopo scelte e decisioni sempre più centralizzate che hanno via – via ridimensionato il ruolo e le competenze locali penalizzando comuni, province e spesso anche le regioni.
Chi ne ha pagato il maggior costo elettorale ha ammesso di non essere riuscito a trovare candidati adeguatamente conosciuti e competenti per essere votati.
Questa esigenza non viene meno dopo il voto
Perché ora dovremo riuscire a dare un seguito alla ultime iniziative internazionali,  nazionali  e anche locali e non sarà sopportato solo un blablaba.
A Pisa e in Toscana, dove anche gli errori non sono stati pochi neppure sulle politiche ecosostenibili e di tutela a partire dai parchi e aree protette, sarà bene cambiare musica e alla svelta.
Per essere più  chiari: è l’ambiente con le sue politiche che deve tornare ad avere la centralità che ha perduto.
Renzo Moschini

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

6/10/2021 - 21:38

AUTORE:
Renzo Moschini

....anche l’ambiente?
La domanda è legittima perché l’ambiente è stato cancellato, per legge, anche dall’insegna del Ministero e dai suoi uffici. Non si trova alcun riferimento a parchi e aree protette sui cui territori si pensa di poter fare i propri comodi anche in barba alla legge, come pretendevano quegli speculatori che già in passato hanno fatto più danni della grandine.
Parto da qui perché la Legge quadro sui parchi approvata nel dicembre del 1991 fu considerata una svolta nazionale e non solo. Legge alla quale dedicai un libro uscito nell’aprile del 1992 che fu molto apprezzato, anche perché subito dopo iniziarono anche in parlamento tentativi di azzopparla tagliando fuori le Regioni e gli Enti Locali per ricondurre tutto allo Stato.
Anche in questo Cingolani sembra non intenda cambiar musica, come confermano iniziative in corso a sostegno dell’eolico che prevedono attenzioni ed interventi dedicati unicamente a questo, dimenticando e ignorando che l’Italia, ad esempio, ha una popolazione inferiore del 20% a quella della Francia ma un’estensione territoriale che è pari alla metà della nazione transalpina. In questi giorni ho visto che a Benevento stanno cercando di respingere un progetto di pale eoliche invasivo e dannoso.
Ecco perché, specie dopo le elezioni di domenica, occorre rilanciare una politica ambientale degna di tale nome.
Renzo Moschini