none_o

Passaporto verde: anche il nome dovrebbe far riflettere e rassicurare. Il verde è il colore delle possibilità, del benvenuto, dell’accoglienza, della tolleranza e della salute. Rifiutarlo sembra da sciocchi, da sprovveduti, da fuori dal mondo reale, forse anche da manipolati, da chi mette in questo rifiuto, in questa protesta, molto di più di quello che in effetti ci dovrebbe essere. Alla base, forse, una buona dose di ideologia per essere sempre contro, contro il sistema....

Siamo stati chiusi in casa e per disposizione governativa .....
Quelli che lei chiama ignoranti irresponsabili sono .....
. . . . . . . . . . . . Anche il codice della strada .....
Abbiamo vinto contro malattie terribili come il vaiolo .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


UN IMPEGNO COSTANTE PER MANTENERE VIVO IL PASSATO E FRUIRNE ANCORA IN FUTURO

Pisa, 11 novembre
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
no vax? Portateli a visitare un reparto"
none_a
Pisa, 15 e 17 ottobre
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
È con te
Facciamo oggi quella scelta
Oggi in due ma restiamo sempre noi
È con te
Che la vita è come foglia
Noi leggeri saggi dentro vuoti mai
Sei .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
San Giuliano Terme
Una targa per il pittore Moses Levy a Rigoli

8/10/2021 - 9:10


Appuntamento a domenica 10 ottobre davanti alla casa dove ha abitato e lavorato

Moses Levy (Tunisi 1885 - Viareggio 1968) è stato uno degli artisti più interessanti del Novecento toscano e per diciotto anni ha tenuto il proprio studio a Rigoli, frazione del comune di San Giuliano Terme, pur spostandosi fra la Tunisia, la Francia e l'Italia.

 

La famiglia Levy arrivò a Rigoli nel 1899 e Moses vi tenne il suo studio fino al 1917, anni in cui si trasferì definitivamente a Viareggio continuando i suoi soggiorni e viaggi e i soggiorni fra la Tunisia e la Francia.

Ha dedicato molta della sua opera giovanile a tre luoghi del comune di San Giuliano Terme: Rigoli, Molina di Quosa, Pontasserchio. Il soggiorno a Rigoli è stato un periodo di formazione grazie al clima culturale toscano che si respirava fra Livorno, Firenze, Pisa, Lucca e la Versilia; un'area fra le più attente alle suggestioni e alle novità europee. Una formazione fatta anche di amicizie e incontri con altri artisti, dall'anziano Fattori all'amico Lorenzo Viani.

Il "Catalogo delle incisioni", curato nel 1999 da Alessandra Giannotti e Claudio Pizzorusso per il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, registra quasi cinquanta opere dedicate esclusivamente a queste località e ai suoi abitanti; ovviamente sono numerosi anche i quadri che riprendono questi paesaggi e le diverse figure del mondo contadino.

È veramente un fenomeno raro che un artista spenda così tanta parte della sua attività su un ambito geografico così ristretto e, nello stesso tempo, così ricco di suggestivi paesaggi e preziose figure; una sorta di "Eden" che l'artista ritrova nella campagna attorno a rigoli e nei suoi abitanti. Va ricordato che Moses Levy resterà legato a questa terra e aveva deciso di riposare qui per sempre, tanto da scegliere di essere sepolto nel Cimitero Ebraico di Pisa accanto al padre.


Oltre ai due studiosi sopra ricordati, altri importanti ricercatori e illustri docenti, a partire da Carlo Ludovico Ragghianti, hanno dedicato la propria attività e si sono soffermati sull'opera di Moses Levy. Lunghissimo è il curriculum artistico di Moses Levy e impossibile ripercorrerlo tutto nelle moltissime mostre che lo hanno visto protagonista assieme ai più importanti maestri del Novecento italiano. L'ultima in ordine di tempo è stata organizzata dal Comune di Viareggio nella Galleria di Arte Moderna e Contemporanea nell'estate del 2019.

Il Comune di San Giuliano Terme, domenica 10 ottobre alle 10.30, inaugurerà una targa sulla casa dove il pittore ha vissuto e aveva il proprio studio, in via Statale Abetone n. 68-70, a Rigoli.

Appuntamento al parcheggio di piazza Primo Maggio, accanto al passaggio a livello.

La targa, in ceramica bianca e smaltata in oro a terzo fuoco, è stata realizzata dallo Studio 17 di Pontasserchio. In foto, con la vicesindaca Lucia Scatena, Caterina Sbrana e Gabriele Mallegni dello Studio 17.

Lucia Scatena, vicesindaca con delega alla cultura: "Anzitutto ringrazio gli organizzatori e i promotori dell'iniziativa, in particolare Gianfranco Pacini, e lo Studio 17 di Caterina Sbrana e Gabriele Mallegni per aver realizzato la targa.

Riscoprire l'opera di un artista importante come Moses Levy è importante sia per i residenti sia per chi sceglie il nostro territorio per turismo o per luogo di lavoro e dimora.

La conoscenza della storia e della cultura di un luogo aiuta ad amarlo e a migliorare la comunità che lo vive. Il nostro lungomonte va inteso come un sistema complesso e vario, come un insieme di moltitudini complementari e armoniose, capace di contaminare e farsi contaminare da stimoli e culture che arrivano da fuori e capace di restituire molto a chi lo frequenta.

Di Moses Levy voglio ricordare anche che dovette lasciare l'Italia a causa delle leggi razziali fasciste, firmate proprio a pochissimi chilometri da qui, a San Rossore: mi ricollego, quindi, alla storia e soprattutto alla memoria, che deve essere un esercizio continuo che non si può esaurire nelle celebrazioni comandate".

Sergio Di Maio, sindaco di San Giuliano Terme: "Valorizzare un artista così importante era doveroso. Ringrazio sia chi ha realizzato la targa sia chi ha organizzato questa iniziativa. Levy ha dato molto alla vita artistica del lungomonte, in particolare di Rigoli, e tributargli un omaggio per la sua lunga residenza sul nostro territorio testimonia l'attenzione dell'amministrazione comunale per l'arte e la cultura, che Levy ha esportato nel mondo senza mai dimenticare questi luoghi meravigliosi".

Comunicato congiunto Comune di San Giuliano Terme - organizzazione della mostra.




+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri