none_o

In questo periodo di grande confusione una guida medica per chi è malato o pensa di esserlo perché ha avuto, o pensa di aver avuto, un contatto con un positivo al Covid. Un contributo della Voce per fare chiarezza.
 

Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Nell’ultima settimana, mentre alcuni giornali scrivevano .....
Uno dei problemi più seri di molti personaggi del .....
Colpa mia ehhh; mi sfugge il nesso che lega i 300 .....
1. Se leggi i bollettini ufficiali delle ASL il triste .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Di Matteo Cannella
none_a
La bellezza è negli occhi di chi guarda
di Luigi Polito e Sandro Petri
none_a
bit.ly/segre2020-"Il mare nero dell'indifferenza",
none_a
di
Bruno Pollacci
none_a
Elezioni del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
none_a
Alberto Zangrillo - covid
none_a
Circolo Arci Vasca Azzurra Nodica
none_a
Comelico Superiore, Veneto
none_a
"Che tempo che fa"
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Accade a volte
che in sere con orli d'autunno
il ricordo sovvenga di quando
sul finire di scale e cortili
cosparsi nel vento
folle divenni,
senz'altro .....
Con grande dispiacere e soltanto casualmente in questi giorni sono venuta a conoscenza della morte del Dottor Assanta. Ritengo sia stato un esempio di .....
POSTE ITALIANE
ANCHE IN TOSCANA LA RETE LOGISTICA
È AL SERVIZIO DEI CITTADINI

9/10/2021 - 8:43

POSTE ITALIANE: ANCHE IN TOSCANA LA RETE LOGISTICA
È AL SERVIZIO DEI CITTADINI
 
Grazie ai nuovi Centri Distribuzione aumenta la capacità di consegna dei pacchi
 
Firenze, 8 ottobre 2021 – Poste Italiane è il primo operatore in Italia per la consegna dei pacchi, con una quota di mercato del 37%. La costante crescita dell’e-commerce ha comportato un incremento del numero di pacchi consegnato da Poste Italiane, arrivato nel corso del 2020 a circa 210 milioni, con un incremento del 41% rispetto all’anno precedente.
Entro il 2025, come dichiarato dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante, oltre il 50% dei ricavi dell’Azienda sarà generato dal business dei pacchi. Poste Italiane continua quindi ad investire sulla logistica e sugli impianti di smistamento per essere più moderna e veloce.
Grazie allo sviluppo di modelli per la gestione evoluta dell’ultimo miglio, Poste Italiane ha introdotto nella sua offerta i servizi di Same Day Delivery (consegna in giornata se l’ordine viene effettuato entro un orario di cutoff) e Scheduled Delivery (consegna nel giorno desiderato e all’interno di una specifica fascia oraria, anche serale).


In Toscana, Poste Italiane può contare su 902 Uffici Postali, 85 Centri Distribuzione, numerosi punti di consegna e ritiro, tra cui circa 950 Tabaccai, 3 KiPoint, 21 Lockers automatici e circa 200 Lockers InPost presenti nelle stazioni di servizio a marchio IP.
Fiore all’occhiello oggi è il Centro di Brescia con un’estensione di circa tremila metri quadri, che rappresenta un importante snodo logistico per lo sviluppo dell’e-commerce ed è strategico per la lavorazione dei pacchi destinati al Centro e Sud Italia, con oltre 200 dipendenti capaci di smistare in media 70mila pacchi al giorno.
Ogni giorno, una quota rilevante di questi pacchi, viene destinata al Centro di Smistamento di via Pier Paolo Pasolini a Sesto Fiorentino (Firenze), dove sono impiegate circa 500 risorse per la gestione dei pacchi destinati agli oltre 3milioni e mezzo di residenti toscani.

Nel caso di un cittadino di Arezzo, per esempio, il pacco viene indirizzato al Centro Distribuzione di Pisa Ospedaletto. Infatti in Toscana ci sono due importanti Sorting Center ovvero il Centro Smistamento di Firenze e il Centro Operativo di Pisa.
Nel corso del 2021 sono stati inoltre conclusi i progetti relativi ai Centri di Recapito di Pontassieve, Barberino di Mugello, Camucia e San Giuliano Terme.

Nei primi mesi dell’anno a Viareggio è stata inaugurata la prima area urbana “full green” in Toscana per il recapito della corrispondenza e dei pacchi. Sono stati sostituiti i mezzi endotermici con veicoli e motoveicoli elettrici di ultima generazione, garantendo minori consumi ed emissioni per chilometro. In particolare sono stati applicati 21 tricicli elettrici presenti nel Centro e 7 autoveicoli elettrici che quotidianamente compiono circa 660 kilometri.

Presso il Centro di Smistamento di Firenze, invece, è stata istallata una nuova tecnologia AGV (Automated Guided Vehicles) volta ad agevolare la logistica interna tra reparti.
Inaugurato a ottobre 2020 il Centro di Pisa Ospedaletto dispone di attrezzature di ultima generazione che permettono di ottimizzare il lavoro degli addetti. Di nuova concezione gli strumenti di lavoro, quali i carrelli per la movimentazione interna della posta, le bilance e i casellari, per ordinare la corrispondenza più velocemente.
Presso questo Centro sono impiegati 64 addetti tra portalettere e operatori interni, che gestiscono un volume annuo di corrispondenza di circa 475mila pezzi tra posta a firma e pacchi.
Il Centro ha competenza su tutto il Comune di Pisa e dispone di un parco mezzi che comprende 16 auto, di cui 14 ecologiche (2 elettriche, 8 a GPL e 4 a Metano) e 34 motorini, con cui quotidianamente i portalettere raggiungono i circa 90mila abitanti e le 8mila attività commerciali tra uffici e negozi.  
Tutti i portalettere sono dotati di palmare con cui gestiscono la corrispondenza ordinaria e a firma in modo veloce e tracciato, portando a domicilio i servizi postali e di pagamento sia per i privati sia per i professionisti. Infatti il destinatario della corrispondenza può pagare da casa o dal posto di lavoro, nello stesso momento in cui avviene la consegna della posta o del pacco, tramite carta Postamat, Postepay o utilizzando le carte di debito del circuito Cirrus/Maestro.
 
 
Poste Italiane – Media Relations
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri