none_o


Proseguiamo il percorso annunciato nel presentare questa serie di articoli, arrivare a dare una immagine precisa e approfondita della realtà della vita delle comunità rurali dell'800 nel territorio di Vecchiano.E così, dopo aver presentato la storia e l'albero genealogico della famiglia Salviati e in modo più completo la vita di Scipione Salviati, il Padrone nel senso più completo del termine, entriamo quello che è il cuore del lavoro di Franco Gabbani, la descrizione della vita sociale e il ruolo in ogni evento della famiglia dominante.

Massimiliano Angori
none_a
Lunedì 6 dicembre dalle 18 al @Teatro del Popolo di Migliarino
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Accusarono Renzi di aver dato 10 miliardi (gli 80 euro) .....
Draghi, in consiglio dei ministri, ha proposto un .....
. . . . . . . . . . ovvero i giornalisti seri e bravi .....
Il PD del vescovo Letta ha tolto la tari alla chiesa, .....
....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

di Riccardo Ricciardi
none_a
di Anna Ferretti e Michele Passarelli Lio (Coordinatori Provinciali)
none_a
di Renzo Moschini
none_a
I Consiglieri di Vecchiano Civica
none_a
Comitato Comunale di Italia Viva Pisa
none_a
di
Vincenzo Marini Recchia
none_a
Di Alberto Maggi
none_a
di Davide Faraone IV
none_a
Renzi e Toti lanciano il partito di Draghi: per il Colle salgono le quotazioni di Marcello Pera
none_a
Montacchiello (PI)
none_a
Marina di Pisa, 10-12 dicembre
none_a
ARCI Migliarino e CSEN S.Andrea in P.- 12 dicembre
none_a
Circolo ARCI Migliarino
none_a
Marina di Pisa, 3 dicembre
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Seduto al freddo e piove neve
Ma non ti nota quella gente
Con quello sguardo cerchi aiuto
Tu sei per loro inesistente
Mentre tu geli fra il cartone
Passan .....
Buongiorno, stamattina anche complice il forte vento e' caduto un palo della luce stradale in via d'ombra zona largo tazio Nuvolari, solo il "caso" a fatto .....
Giovanni Greco coordinatore CascinaOltre-
La manifestazione di Sabato a Roma rappresenta l'identità nazionale

15/10/2021 - 13:14

Tutti in Piazza per la Democrazia del nostro Paese
La manifestazione di Sabato a Roma rappresenta l'identità nazionale

Nessuno si sarebbe mai immaginato che nel terzo millennio l'Italia potesse attraversare o riattraversare una fase critica come questa: ci è voluta prima una crisi economica mondiale, poi una una pandemia globale, il tutto fomentato da una propaganda di odio, ed egoismo che hanno esasperato all'inverosimile un disagio sociale sempre più crescente. In questo contesto hanno trovato terreno facile chi gettava benzina sul fuoco, chi ha interesse solo alla violenza al fine di cavalcare il malcontento per il proprio tornaconto personal-elettorale. La debolezza delle istituzioni, sempre più delegittimate, dal mancato rispetto e dall'individualismo esasperato, hanno portato alla perdita del senso di comunità, ma mai avrebbero dovuto sfociare nella violenza. In questi due anni di crisi da Covid-19, i no vax o i no greenpass hanno avuto sempre la possibilità di manifestare il proprio pensiero, ne sono riprova le decine di manifestazioni tenutesi in tutta Italia, quindi quella "scusa" non è utilizzabile.

E' il passaggio dalla manifestazione, alla violenza, che in uno stato di diritto, democratico e fondato sui valori costituzionali dell'antifascismo, che ha segnato il confine tra il lecito e il non più accettabile. Perché, a parte chi fa finta di non vedere in quanto moralmente connivente, l'assalto alla sede nazionale della CGIL da parte di esponenti di Forza Nuova, ha una sola definizione: attacco fascista, ad uno dei capisaldi del nostro Paese, il Lavoro, e la tutela sindacale dei lavoratori. Per questo partecipare alla manifestazione indetta dai sindacati in risposta al vile assalto contro la sede della CGIL è doveroso, opportuno e necessario:
- doveroso perché quanto è accaduto segna uno spartiacque tragico e pericoloso per tutto il Paese, la deriva fascista c'è, è tangibile e va fermata subito con una grande sollevazione popolare;
- opportuno in quanto la risposta deve essere rapida, immediata e fortissima. Tutto il Paese deve unirsi per dimostrare al mondo e a noi stessi che l'Italia e gli italiani ripudiano qualsiasi comportamento fascista;
- necessaria perché il significato stesso di "Democrazia" impone a tutti noi di partecipare alla vita sociale e politica, ognuno per il proprio contributo, così come ci chiede la nostra Costituzione fondata sulla libertà sia personale sia collettiva, e sull'antifascismo.
La manifestazione di Sabato è la miglior dimostrazione che l'Italia ha gli anticorpi contro la violenza e lo squadrismo, e dovrebbe essere uno dei pochi e veri momenti di unità nazionale, anche se purtroppo sappiamo già che la destra, non partecipando, sprecherà una grande occasione di riconciliazione.
Il fascismo si sconfigge con la lotta contro le diseguaglianze, se si separa il disagio dalla demagogia, la disperazione dalla paura, la rabbia dalle pulsioni autoritarie. Questo è il compito di una politica matura, con le sue differenze, ma che vuole il bene dei propri cittadini.

Riprendiamoci le nostre bandiere di libertà e di eguaglianza, torniamo a sognare un mondo libero da pregiudizi e da soprusi, continuiamo a batterci per i diritti del lavoro superando precarietà e sfruttamento. 

Saremo in tanti e tante: contro tutti i fascismi, per il lavoro, la democrazia e la partecipazione!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri