none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
G20, Mazzetti (FI)
"Successo linea Draghi: primi passi avanti da concretizzare a Glasgow"

31/10/2021 - 19:31

G20, Mazzetti (FI): "Successo linea Draghi: primi passi avanti da concretizzare a Glasgow"

Roma, 31 ottobre 2021 – “Un primo passo avanti, merito indubbio della regia e dell’organizzazione del governo a guida Draghi, per implementare una strategia globale di riduzione delle emissioni” commenta Erica Mazzetti, Deputata di Forza Italia e membro dell’VIII Commissione (Ambiente, Infrastrutture, Lavori Pubblici).

“Il limite di aumento della temperatura è stato fissato a 1,5 gradi mentre gli impegni da parte di attori globali come Cina, India e Russia, responsabili di molte delle emissioni, sono ancora minimi ma, come è giusto che sia, ci vuole tempo e occorreranno ulteriori limature che sono certa arriveranno, altrimenti non avrà senso tutto l'impegno degli stati più virtuosi”.  
“Dobbiamo implementare – aggiunge Mazzetti – una strategia ambientale non fine a sé stessa ma che coinvolga attivamente le imprese attraverso processi produttivi responsabili e cicli di smaltimento e riuso coerenti, con sostegni e sgravi per i virtuosi. Piena condivisione, inoltre, sul sostegno ai paesi emergenti e sull’obiettivo di vaccinare almeno il 70% della popolazione globale.

 È stata posta una buona base – rimarca ancora l’On. azzurra – in vista di Glasgow e un tassello per rendere più tangibile una transizione ecologica destinata altrimenti a restare lettera morta.

 Plauso al premier Draghi e alla sua strategia multilaterale, unica risposta per temi così complessi senza ideologia ma con razionalità” conclude.  




































Fonte: Lorenzo Somigli Ufficio Stampa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

1/11/2021 - 23:39

AUTORE:
Francesco T.

Cara signora, anche se non leggerà mai questo mio commento, vorrei chiederle se conosce il ministro degli esteri russo Lavrov. Sappia che il tipo ha già detto che la Russia prevede di ridurre le emissioni intorno al 2060, cioè fra quasi 40 anni. Cinesi e Indiani rappresentano più di un terzo della popolazione mondiale, e pare che abbiano idee un po' diverse, sul clima, rispetto all'occidente. Occidente di cui fanno parte anche gli Stati Uniti, al momento tra i paesi con maggiore responsabilità per l'inquinamento atmosferico. E fin dai tempi di Bush junior, non hanno mai preso impegni seri sulla riduzione di co2, per non parlare della sciagurata presidenza Trump.
Adesso tocca a Joe Biden uscire allo scoperto, lobby che lo hanno sostenuto permettendo.
Poi se in tutto questo ci vede un successo del governo Draghi, contenta lei. Credo che il Pianeta non sia molto d'accordo.
Buona notte.
P.s. L' accordo uscito da questo G20 mi ricorda molto quello di Monaco 1938, sappiamo tutti, ahinoi, com'è finita.