none_o

Se la guerra si dovesse decidere in televisione probabilmente sarebbe una guerra infinita, stante le diverse e spesso divergenti opinioni. Su tutto, sulle cause, le strategie, le soluzioni. Ma ogni opinione è di per sé, per definizione, rispettabile, se non presa per interesse personale o strategia politica. Ognuno ha il diritto costituzionale di esprimere la sua evitando sempre di offendere gli altri.

BASE MILITARE A COLTANO
. . . . . finalmente la Provincia .....
La saluto affettuosamente senza improperi…non mi .....
. . . . . . . . . . . . . . . tu sia indottrinato .....
. . . . trovatene uno bono, ne hai immensamente bisogno. .....


Quando la poesia chiama bisogna rispondere.

(di Nadia Chiaverini)


Credo che nascondere o modificare il proprio corpo che invecchia, faccia parte di un agire - imparato - che non vuole farci accedere con agio alla saggezza dell'invecchiamento.


Quando ero bambina aspettavo con entusiasmo la seconda domenica di maggio perché era la festa della mamma e coincideva con quella del paese di Migliarino dove vivevo con la mia famiglia.

Dal blog di Fulvia Ferrero (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Zelensky a sorpresa al Festival di Cannes (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Giovanni Frullano eletto segretario all’unanimità
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
MIgliarino-Vecchiano calcio
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Sentirsi come zolla di terra appena arata e accogliere i semi portati dal vento per sperare sempre in nuove messi.
Ho apprezzato moltissimo che qualcuno abbia sentito il bisogno di far conoscere la scritta di un probabile spacciatore-tossicodipendente poeta presso la .....
Scuola, Dad è cicatrice educativa
Gabriele Toccafondi (Italia Viva) è intervenuto sulla questione Dad e sul ritorno a scuola in presenza

8/1/2022 - 13:21

“Scuola, Dad è cicatrice educativa”/ Toccafondi (IV): “Danneggia studenti e famiglie”

Gabriele Toccafondi (Italia Viva) è intervenuto sulla questione Dad e sul ritorno a scuola in presenza: “Problemi a cascata su alunni e loro genitori”

Gabriele Toccafondi, membro della Commissione Cultura (Italia Viva), è intervenuto ai microfoni della trasmissione di TgCom 24 “News Live” nel pomeriggio di oggi, venerdì 7 gennaio 2022.

In particolare, il politico è stato interpellato sugli appelli lanciati in queste ore dai presidi italiani, che hanno chiesto di rinviare l’apertura delle scuole per via dell’emergenza sanitaria connessa alla pandemia di Coronavirus. Toccafondi ha replicato così: “La didattica a distanza è da evitare il più possibile, in quanto crea problemi ai ragazzi. L’anno scorso in molte regioni è stata prevalente e abbiamo parlato di catastrofe educativa. Risulta un problema soprattutto per chi fa più fatica a seguire le lezioni, ma non solo”.

Già, non solo; infatti, “la Dad rischia di bloccare tutto, perché la stragrande maggioranza delle famiglie ha figli che vanno a scuola e che non possono essere lasciati a casa da soli. Coloro che quest’anno faranno l’esame di Stato (la maturità, ndr), nell’ultimo triennio avranno fatto più ore di lezione a distanza che in presenza e questo non può che condurre a una cicatrice educativa”.

Nel prosieguo del suo intervento in collegamento telefonico nel corso della rubrica di TgCom 24, Gabriele Toccafondi sulla questione scuola ha aggiunto: “Io capisco i dirigenti scolastici, capisco il momento, ma capisco anche che i giovani hanno bisogno di stare insieme in presenza, perché la scuola non è solo una trasmissione di nozioni. Se vogliamo aiutarli davvero, dobbiamo lavorare sui tamponi, sui tracciamenti, sul trasporto pubblico e soprattutto sui vaccini. Il tema della dose di richiamo, il cosiddetto booster, poi, è fondamentale”.

Insomma, la didattica a distanza deve essere rifuggita il più a lungo possibile, ha concluso Toccafondi: “Genererebbe una questione che a cascata ricadrebbe sulle famiglie, dal momento che un genitore non può lasciare un figlio a casa perché tanto c’è il video che lo tiene occupato… Prima di arrivare alla didattica a distanza, occorre avere dati seri e certi su cosa sta accadendo nelle nostre scuole”.




Fonte: Gabriele Toccafondi, Italia Viva (LaPresse)
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri