none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
Zona rossa per le squadre della Val di Serchio. Si salva solo il Migliarino

23/2/2022 - 14:02



 
Il San Giuliano subisce un Poker dal Pietrasanta
Il Filettole, esce ancora sconfitto, questa volta dal Barga
Il Pontasserchio spreca occasioni importanti e viene punito dal Pontecosi
Il Pappiana  perde complice  l’arbitro che non vede un netto fuorigioco del Castelfranco
Il Migliarino alla guida del bravo Trinci consolida il vertice in classifica con l’ennesima vittoria
 
In prima categoria il San Giuliano Terme va a perdere a Pietrasanta con un sonoro 4 a 0 e ora si trova alle porte dei playout. Iniziavano bene i termali ma ad andare in vantaggio erano i versiliesi che su una respinta del portiere Bertini depositavano in rete. Dopo cinque minuti raddoppiavano con Pinelli. I ragazzi di mister Guadagno tentavano la rimonta con lanci lunghi ma che arrivavano inerti  per il muro della difesa locale. Tentava Binioris ma non trovava lo specchio della porta. La terza rete arrivava da Maggiore per un pasticcio sotto la porta dei termali. Ancora Maggiore si rendeva protagonista nel quarto gol. Domenica ospiteranno il Folgor Marlia.
 
Il Pappiana  perde a Castelfranco  Era iniziata bene per gli ospiti con un eurogol di Di Bianco al 24° una rovesciata in diagonale sorprendeva il portiere che guardava la palla entrare dentro. Dopo pochi minuti  un calcio d’angolo del Castelfranco arrivava in modo maldestro su Bonamici che appoggiava dentro. I padroni di casa contavano molto sulle ripartenze veloci che gli ospiti stentavano a contenere. Su una di queste, con un  sospetto fuorigioco al 25° del secondo tempo arrivava ancora con Bonamici il sorpasso dei locali. Il Pappiana cercava il pareggio ma era poco reattivo e non metteva in allarme la difesa avversaria. Complice l’arbitro che  non vedeva un clamoroso fuori gioco perché stava richiamando un calciatore, quando ha ripreso la visione del gioco ha visto un giocatore del Castelfranco tirare in porta e ha assegnato il gol. Accortosi dopo le proteste dell’errore ha chiesto beffarde scuse. Negli ultimi minuti il tentativo dei ragazzi di mister Moretti di recuperare risultava tardivo. Sul recupero arrivava la seconda rete degli ospiti con Alessandro Bianco. Ma diventava una beffa perché si accompagnava al fischio finale dell’arbitro. Il Ponte delle Origini che incontreranno in casa il 6 marzo dopo la sosta di domenica, tiene a distanza a 18 punti il gruppo dei play out  di cui fa parte il Pappiana a 13.
 
Il Pontasserchio perde a tre minuti dalla fine con il Pontecosi. Una partita caratterizzata da errori clamorosi della squadra pontasserchiese che sbagliava in area piccola. Quando l’incontro sembrava andare verso lo 0 a 0 all’87° i padroni di casa battevano un fallo laterale agganciato da Micchi che,  di sinistro da 25 metri, faceva partire un tiro a parabola che si infilava nel sette. Una dichiarazione dell’allenatore Iago Tamagno:” sono sbigottito di questa alternanza di risultati negli incontri,  troppi sprechi davanti alla porta che poi paghiamo caro, bloccati a 18 punti ci ritroviamo in una classifica fluttuante, dal quinto posto dell’altra  domenica a sfiorare ora i playout”. Domenica ospiteranno il Barga (andata vinto il Barga 1 a 0).
 
Il Filettole rimane fanalino di coda. E’ andato a perdere a Barga 4 a 0. Rosa ridotta al minimo per problemi di calciatori contagiati,  postcovid dei guariti e quindi poco allenati e gli infortunati. Gli  ospiti resistevano fino al 35° dove andavano in svantaggio. Nel secondo tempo al 62° prendevano il secondo gol e tirando i remi in barca ne subivano altri due. Domenica ospiteranno il Corsagna (andata perso 2 a 0).
 
 
Migliarino bestia nera per il Borgo a Mozzano asfaltato  5 a 0( vinto anche all’andata   4 a 0)
Iniziavano al 15° con un rigore guadagnato da Baroni che Aufiero non sbagliava; al 29° protagonista del 2 a 0  Baroni. Nel secondo tempo al 64° Barbani portava i vecchianesi al tris; ancora Aufiero che al 51° si ritagliava la doppietta. Balestri all’81° di testa chiudeva l’incontro
Una squadra che conferma il primo posto con 4 punti di distacco sulla seconda. Mister Trinci sta raccogliendo i frutti di una idonea preparazione dando il giusto indirizzo alla squadra nettamente in testa alla classifica. Domenica in trasferta a San Filippo.
 
Nelle foto i quattro moschettieri del Migliarino/Vecchiano Barbani, Balestri, Baroni, Aufiero.
 
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri