none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
Poste Italiane – Media Relations
POSTE ITALIANE: IN PROVINCIA DI PISA E-COMMERCE + 4%

19/4/2022 - 21:39

POSTE ITALIANE: IN PROVINCIA DI PISA E-COMMERCE + 4%


Consegne pacchi da record a Pisa, in arrivo nei prossimi mesi nuovi servizi su misura per i cittadini
 
Firenze, 19 aprile 2022 – Cresce ancora il numero dei pacchi consegnati da Poste Italiane: nell’ultimo anno in provincia di Pisa si è registrato un incremento di consegne del 4% rispetto al 2020.
 
Poste Italiane grazie alla capillarità e all’efficienza della propria rete di distribuzione, che nel pisano può contare su un modello di recapito innovativo composto da 6 Centri di Distribuzione e una flotta di circa 220 mezzi, di cui 63 interamente green, garantisce le consegne su tutto il territorio, dai centri più piccoli e remoti alle grandi città.
 
Dal 1862 l’Azienda consegna lettere alle famiglie e alle imprese italiane, ma negli ultimi anni è il settore dei pacchi a trainare il business tanto che nel 2021 sono stati consegnati 249 milioni di pacchi, in crescita del 18,3% rispetto all’anno precedente. In aumento anche i ricavi da corrispondenza che con € 2,1 miliardi registrano un +9,7%.
Così come confermato dall’Ad Matteo Del Fante che in occasione della presentazione dei risultati finanziari del 2021 ha dichiarato: “La trasformazione industriale iniziata con il piano “Deliver 2022” e proseguita con il Piano “24SI” ha permesso di migliorare le performance dell’azienda, facendo leva sulla piattaforma di distribuzione omnicanale integrata del Gruppo. I nostri nuovi canali digitali e il network Business to Business to Consumer sostengono una solida crescita di ulteriori ricavi. Abbiamo raggiunto una media di 20 milioni di interazioni giornaliere, principalmente provenienti da tutti i nostri nuovi canali, tra cui la rete PuntoPoste, a dimostrazione dell’enorme potenziale che la nostra base clienti può garantire per il futuro.”
 
E proprio nella provincia di Pisa sono 109 gli esercizi aderenti alla Rete Punto Poste. Inoltre sul territorio sono presenti 3 Locker, i punti self-service con orari di apertura estesi attraverso i quali è possibile anche effettuare il reso dei propri acquisti online che devono essere spediti con Poste Italiane, recentemente tutta la rete si è arricchita di nuovi servizi e, attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, oggi è possibile consultare lo stato della spedizione direttamente via whatsapp. Con il servizio di tracciatura online, già disponibile su web e app, si può tracciare lo stato della spedizione in modo semplice e veloce, per qualsiasi tipo di prodotto di Poste Italiane.
 
 

 
 
 

Fonte: Poste Italiane – Media Relations
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

20/4/2022 - 15:29

AUTORE:
Ciullo Giuseppina per Poste Italiane

POSTE ITALIANE: OLTRE 184 MILA LIBRETTI POSTALI E 261 MILA BUONI FRUTTIFERI IN PROVINCIA DI PISA

Confermata la centralità del risparmio postale nelle scelte dei cittadini

Firenze, 20 aprile 2022 – Libretti di Risparmio e Buoni Fruttiferi Postali si confermano tra le forme di risparmio più amate dai cittadini di Pisa. In tutta la provincia sono oltre 184 mila i Libretti di Risparmio attivi e circa 261 mila i Buoni Fruttiferi Postali sottoscritti. In media un cittadino su due possiede Buoni Fruttiferi Postali.
Numeri che confermano l’importanza di questi prodotti nelle scelte di risparmio degli italiani: in totale sono circa 31 milioni di Libretti Postali e circa 48 milioni di Buoni Fruttiferi Postali sottoscritti nel Paese.
Il risparmio postale grazie alle sue caratteristiche si conferma uno strumento sicuro, poiché garantito dallo Stato Italiano e flessibile, in quanto gestibile anche attraverso il sito www.poste.it o tramite l’APP BancoPosta a conferma dell’importanza dello sviluppo dei canali digitali per l’Azienda guidata dall’AD Matteo Del Fante.

Poste Italiane ricorda che tutti i possessori di un Libretto Postale Smart possono accedere direttamente on-line all’Offerta SuperSmart 180 giorni, che permette di ottenere un tasso di interesse più elevato sulle somme accantonate al momento della scadenza.

Inoltre fino al 21 aprile 2022 è disponibile, salvo chiusura anticipata da parte di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A, l’Offerta Supersmart Premium 150 giorni rivolta ai titolari di Libretto Smart che apportino “Nuova Liquidità” in Poste Italiane. L’Offerta dedicata alla “Nuova Liquidità”, che consente di ottenere a scadenza un tasso dello 0,75% annuo lordo sulle somme accantonate, è disponibile presso tutti gli Uffici Postali oppure, se si è titolari di un Libretto Smart abilitato alle funzioni dispositive, online su poste.it o su App BancoPosta.

Oltre al classico Buono Fruttifero Ordinario, che ha durata massima 20 anni, consigliato per chi vuole investire i propri risparmi, con tassi di interesse fissi e crescenti nel tempo senza costi di sottoscrizione o di rimborso, per chi chi volesse un investimento più breve, è disponibile il Buono 4x4. Anche in questo caso con interessi fissi e crescenti nel tempo che però maturano ogni quadriennio, con possibilità di rimborso dopo 4, 8 o 12 anni.
In alternativa è disponibile il Buono 3x4, anche in questo caso con interessi fissi e crescenti nel tempo che però maturano ogni triennio, con possibilità di rimborso dopo 3, 6 o 9 anni.

Infine, dedicato a chi vuole un rendimento nel lungo periodo, è disponibile il Buono 5x5, che ha una durata fino a 25 anni con un rendimento fisso crescente, con la possibilità di richiedere il rimborso in qualsiasi momento e, dopo 5,10,15 e 20 anni prevede il riconoscimento degli interessi maturati.

Libretti di Risparmio e Buoni Fruttiferi Postali sono prodotti garantiti dallo Stato Italiano e sono esenti da costi, salvo gli oneri fiscali; i buoni sono, inoltre, esenti da imposta di successione e soggetti ad una tassazione agevolata del 12,50% sugli interessi.


Poste Italiane -Media Relations